Il gabbiano nella pece

Oggi è il 10 gennaio, quindi è il compleanno del blog. Per adesso rimane minorenne; deve ancora andare in giro in bici, ma dall’anno prossimo prende la patente. Esistono ancora i film vietati ai 18? In ogni caso lui è nato e cresciuto su internet, queste cose non gli fanno né caldo né freddo. Per lui sono ordinaria amministrazione, il male del mondo non ha età.

Faccio sempre più fatica ad aggiornare queste pagine senza cadere nella ripetitività, nella rabbia o nello sconforto. La realtà sta velocemente sorpassando le mie distopie; se c’è una cosa più triste del conoscere quel male è vederlo prendere possesso di ciò che è caro.
Quando una petroliera naufragava erano immancabili le immagini di uccelli ricoperti da una patina nera e oleosa. Così mi sembra il tempo attuale: una grande petroliera piena di menzogna si è spaccata nel nostro mare, e la pece copre tutto ciò che conoscevamo.

Secondo i racconti di Salgari una volta i marinai in difficoltà gettavano il petrolio in mare per calmare le onde. Sotto di noi però continua ad infuriare la tempesta: ad un amico che mi raccontava di sentirsi come un tappo di sughero in quell’oceano, replicavo che quantomeno il tappo galleggia e non affonda. Va bene, non ha il timone ed è sballottato dai marosi, ma l’alternativa sarebbe la bituminosa calma piatta e la noia infinita di giorni sempre uguali.

Certo, di quella noia talvolta sentiremmo quasi il bisogno; se non altro, il fatto che le nostre cupe fantasie siano sorpassate da ciò che accade ci fa supporre che la realtà sia oggettiva, e che superi l’immaginazione. Non ne siamo noi i padroni; può benissimo essere che il trovarla così difficile da digerire non sia un difetto, ma faccia parte del progetto. A noi non resta che cercare di credere in quel progetto buono, non “contro ogni evidenza”, ma contro l’apparenza.

E il cercare di scriverne, finché ci verranno le parole o la pece non ci inghiottirà.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 10 gennaio 2022 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 14 commenti.

  1. Buon anniversario e grazie della tua presenza e della tua compagnia!

  2. Ogni cosa concorre al bene di coloro che temono Dio. Questo è DE FIDE.

  3. Fedelissimo quasi dalla prima ora. Tanti auguri Berlicche e mi raccomando di continuare! Hai fatto tanto bene con questo tuo blog, che è diventato un pezzo irrinunciabile della mia vita virtuale.

  4. Buon anniversario Berlicche! Scrivo di rado, ma leggo sempre! Preghiamo per giorni migliori, e per avere la forza di affrontare l’onda che ci sta travolgendo.

  5. Buon anniversario.
    Da parte mia cerco di mantenere la calma e, semplicemente, fidarmi di Lui. Per questo chiedo aiuto, in primis, alla Vergine Santissima.

    Di nuovo, buon anniversario.

  6. Auguri!!!

  7. Il problema del tuo blog – e credo anche tuo – è proprio l’essere pieno di rabbia e di sconforto e pochissimo di carità e amore. Te lo dissi anni fa e vedo che sei peggiorato: il Cristianesimo dovrebbe essere amore e comprensione e non odio, rabbia, cattiveria. In definitiva, personalmente credo che tu non faccia un buon servizio alla Chiesa.

  8. Cavaliere di San Michele

    Grazie Berlicche per tutto quello che mi hai dato in questi anni. Non sono qui dalla prima ora, ma credo dalla seconda…

    Ho ricevuto moltissime cose preziose, Dio benedica te e la tua famiglia!

    Rossini, il cristiano è il sale della terra, non lo zucchero.

  9. Grazie a tutti per le belle parole. Grazie anche anche a “Rossini”, alias Mentelibera il troll bugiardo, per le brutte parole che, data la provenienza, valgono come una lode.

  10. Io invece sono qui dall’ultima ora… e pure senza regalo :-).
    Ma i complimenti sono condivisi.

  11. Io ci sono arrivato nel 2016, e non l’ho più mollato! Grazie Berlicche.

  12. Nihil Suor Marzia

    Io ti conoscevo già quando… però sai una cosa? Non è il mondo che peggiora, siamo noi che stiamo invecchiando :-)

  13. Nihil Suor Marzia

    Antidoto a rabbia e sconforto: I Gv 4,4

  14. Grazie, Marzia…
    … anche se la vittoria deve essere ancora omologata….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: