In viaggio

Qualche anno fa vi ho offerto una mia traduzione di un poema di Eliot, “Il viaggio dei Magi”.
Rileggendolo in occasione dell’Epifania, ho avuto un pensiero che vorrei condividere.
In tutta la prima parte del poema colui che parla – uno dei Magi – si lamenta. Si lamenta per la fatica e il disagio del viaggio che ha compiuto. E quando alla fine trova ciò che cercava, esso è diverso da ciò che si aspettava. Quella nascita è anche una morte; la morte di tutto ciò che pensava, perché ha cominciato a vedere tutto con occhi diversi.

Così è il cristianesimo, così è quello che potremo chiamare conversione. L’accorgersi che quello che si cercava era lì, occorreva solo prenderlo sul serio, del tutto diverso dalla nostra immagine mentale e dalle nostre aspettative.
Ma, per capirlo, occorre fare un viaggio, scomodo, disagevole, pieno di sacrifici.

Nel nostro mondo in cui la scomodità è il peccato da evitare e il sacrificio una parolaccia, non stupisce che siano così pochi coloro che intraprendono questo viaggio; nonostante i segni nei cieli e sulla terra, che si sceglie di non vedere.
Meglio oziare sulle terrazze, mangiando il gelato che fanciulle vestite di seta ci portano, tranquilli. Senza osare guardare la stella, perché sappiamo che, se la seguissimo, questa nostra tranquillità non ci basterebbe più.
E che quella che potremmo pensare la fine del nostro viaggio non è altro che il suo punto iniziale.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 7 gennaio 2022 su tra lassù e quaggiù. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Giustissimo…siamo pochi. Ma non montiamo in superbia perché fino alla morte non sapremo mai quanta Grazia e quanta corrispondenza di nostra volontà ci siano dietro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: