Transumani

Va ancora di moda il transumanesimo; il pensare che aggiungendo al nostro corpo miglioramenti meccanici o bionici possiamo trascendere l’umano, diventare più che umani.

Provate a fare il ragionamento inverso. Cominciate a staccare pezzi da un uomo. Braccia, gambe, occhi, orecchie. Toglietegli la memoria, o il linguaggio.
Quand’è che diventa meno che umano?

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 14 gennaio 2022 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 6 commenti.

  1. Maria Cristina

    Ho rivisto recentemente il film” Io sono leggenda” e risponderei alla domanda in questo modo: l’ uomo diventa meno che umano non se gli mancano pezzi di organi ma se qualcosa ( nel caso del film un virus letale che provoca qualcosa di simile alla rabbia ,una furia incontrollata e cieca una violenza senza senso ) sovverte del tutto i comportamenti umani. Certo l’ uomo e’ un essere complesso ma caratterizzato comunque da certi comportamenti : un uomo non si comporta come un cane rabbioso o come un rettile insensibile .
    Se perde completamente empatia, solidarieta’ coi propri simili, siano pure il ristretto gruppo dei sui familiari o della sua tribu’, se si trasforma in un cannibale il cui unico istinto e’ uccidere e mangiare, allora non e’ piu’ un uomo.

  2. Questi sognano di modificare il genoma umano per – dicono loro – “migliorare l’umanità”. Fidarsi delle buone intenzioni proclamate da questa gente è ridicolo, perché disprezzano l’essere umano trovandolo “carente”, “poco produttivo” e “non competitivo rispetto alle macchine”. Detestano la natura umana, per loro è obsoleta e va integrata con delle macchine per effettuare un fantomatico “salto quantico”.

  3. Cavaliere di San Michele

    Cominciate a staccare pezzi da un uomo. Braccia, gambe, occhi, orecchie. Toglietegli la memoria, o il linguaggio.
    Quand’è che diventa meno che umano?

    https://ecletticamente.com/crescita-personale/persone-di-successo/nick-vujicic-una-grande-lezione-di-vita/

    Moltissimi non lo avrebbero fatto neanche nascere. Eppure non la si può definire una vita non realizzata. Oltre ad avere una moglie che, mi si perdoni l’espressione, èdecisamente gnocca…

  4. Pochi come Raymond Kurzweil hanno tracciato il percorso per l’avvento del trans-umanesimo, della transizione dalla nostra eredità biologica a un futuro che trascenda la biologia. Come dice lo stesso Kurzweil, è un percorso che “si basa sull’idea che abbiamo la capacità di capire la nostra intelligenza – di accedere al nostro stesso codice sorgente, se volete – e quindi di sottoporla a revisione e di espanderla”.

    […]

    Come l’élite si immagina la società del futuro

    Quello a cui, a mio modo di vedere, stiamo assistendo, è sostanzialmente un rimpiazzamento dell’intelligenza umana tramite un’intelligenza artificiale creata sul modello di quella umana. L’ennesima follia, probabilmente ultima ed irreversibile, dell’inevitabile progressivismo sempre in cima all’agenda del Deep State.

    Che il tema sia fondamentale per le sorti del futuro dell’uomo è testimoniato anche dal fatto che siano già state avanzate diverse domande di brevetto relative alle possibilità di retro-ingegnerizzare il cervello.

    Ulteriore conferma arriva dalle parole di un altro personaggio famoso per mettere il mondo in guardia dai rischi dei suoi prodotti: è il magnate di “Tesla”, “Space X” ma soprattutto di “Neuralink“, Elon Musk. Durante la sua seconda apparizione al “Joe Rogan Experience Show”, Musk ha ironicamente ammesso che nel confronto tra intelligenza biologica ed intelligenza artificiale “noi non siamo nemmeno in competizione, siamo semplicemente troppo stupidi per esserlo”.

    Musk, Kurzweil, per non parlare di un altro personaggio il cui libro The Great Reset pare offrire il più realistico design della società futura (ci riferiamo al globalista nonché presidente del “World Economic Forum” Klaus Schwab), sembrano tutti ormai felicemente rassegnati all’idea che l’intero genoma umano contenga meno informazioni del codice di “Microsoft Word” e vada quindi disancorato dalla sua dimensione contemporanea per traghettarlo progressivamente verso un orizzonte di ibridazione uomo-macchina.

    https://www.centromachiavelli.com/2021/10/27/singolarita-grande-reset/

  5. Si diventa meno umani quando ci viene tolto solo ciò che non è strettamente necessario alla pura sopravvivenza biologica. Forse perché, come diceva Ortega y Gasset, “all’uomo è necessario solo ciò che è soggettivamente superfluo”.

  6. Fortunatamente non tutti sono “boccaloni” come gli esponenti citati da Ago della silicon valley, che magari sono super intelligenti (Musk indubbiamente lo è) ma mancano di una cultura filosofica di base adeguata e finiscono per prendere delle gran cantonate. Rimando alle parole ad un grande veneto ed un grande italiano, inventore nientemeno che del microprocessore, Federico Faggin, che fanno piazza pulita di certe fantasie alla moda. https://www.google.com/amp/s/www.dday.it/redazione/32976/federico-faggin-robot-intelligenza-artificiale.amp

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: