Il dibattito

Il dibattito si stava scaldando.
“Due più due fa quattro!” disse il Matematico sventolando le carte che teneva in mano.
“Cretino! Sei un incompetente! Non vali niente! Inganni il pubblico con queste false informazioni!” gli urlò contro il Giornalista. “Non posso credere che tu vieni ancora invitato!”
“Basta, facciamo un po’ d’ordine!” la conduttrice cercò debolmente di interrompere la valanga di contumelie. Solo il sorrisetto la tradiva.
“Non si possono fare affermazioni del genere” pontificò il Politico, rivolto al Matematico. “Sarebbe come accusare il Governo e la Scienza di mentire”.
“Ma i dati! I dati!” provò a intervenire il Matematico.
“Non sono attendibili”, lo sovrastò il Numerologo. “Ci sono altre spiegazioni, le sue sono affermazioni che sono già state dimostrate come false.”
Il Matematico cercò di ribattere, ma la conduttrice lo fermò. “Un attimo, sentiamo cosa ha da dire la Cantante”.
La Cantante, in collegamento, sentenziò: “Io sono sempre stato convinta che due e due possa fare anche tre, c’è anche nel mio ultimo album, e la Scienza lo conferma”.
Il Numerologo rilasciò un urletto di soddisfazione. “Oh, finalmente, una voce ragionevole!”
“Non se ne poteva più di sentire assurdità” rincarò il Politico. Il Pubblico in sala si mise ad applaudire. La Conduttrice indicò il Sondaggista, e le telecamere lo inquadrarono prontamente.
Il Sondaggista mostrò un cartello con dei grafici. “Come si vede dai nostri ultimi rilevamenti, la maggioranza delle persone ammette che due più due possa fare anche tre, o cinque, con una percentuale significativa anche per il sei.”
“Questa è democrazia!” disse il Politico. “Noi abbiamo sempre appoggiato le minoranze, e siamo per la tolleranza del diverso, anche quando è un terrapiattista sovranista che non ascolta la Scienza e ha opinioni screditate e assurde”. Si voltò platealmente verso il Matematico. “Però non possiamo ammettere che questi spacciatori di bufale scientifiche possano fare disinformazione verso i soggetti deboli e suggestionabili. Il prossimo nostro Decreto Legge darà una salutare stretta agli imbroglioni che, magari via internet, propagano nozioni ingannevoli”. “Oh, finalmente”, si udì dal pubblico.
“Ma…” fece per dire il Matematico, però la conduttrice lo precedette. “Abbiamo già sentito la sua opinione, ora lasci parlare gli altri”.
Il Matematico curvò le spalle. “Sempre più persone vedranno quanto fa due più d…”
Il suo microfono si spense.
La Conduttrice riprese allegramente: “Dopo la pausa, vedremo un servizio dei nostri inviati sugli inganni della matematica e sul sequestro delle calcolatrici non a norma, poi ascolteremo le opinioni dei nostri ospiti in proposito. Restate su questo canale. Pubblicità!”
Le telecamere si spensero. Il Politico rise e, chinandosi verso il Matematico, gli sussurrò: “Non vede quanto è stupido? Secondo lei, un governo a cui non interessa la realtà della matematica può farsi un problema di quante persone sappiano contare?”

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 16 dicembre 2021 su diavolerie e cattiverie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 5 commenti.

  1. “Due più due fa quattro, a volte tre, a volte cinque, persino sei”. Suvvia Berlicche, va bene che la legalità non è la caratteristica di un diavolo, ma il Copyright è sempre il Copyright.

  2. O’Brien era tutto sommato più onesto. Per ottenere 5 si serviva della tortura del corpo… i mentitori seriali oggi torturano l’anima delle persone.

  3. Berli’, vedi che ti sei scordato del fatto che se il Politico sta dove sta e ha il potere che ha, e’ solo perche’ il popolo lo vota. Se il popolo sovrano decide di votare un delinquente come presidente della Regione, e’ normale che tale presidente faccia gli interessi dei delinquenti. La democrazia funziona quanto funzionano i votanti.

  4. Infatti in Italia abbiamo da anni capi realmente votati dal popolo, non è vero, Colonscopia? Un parlamento che funziona appieno, partiti coerenti e consistenti, nessuna emergenza, Costituzione rispettata…
    Se poi il popolo è nutrito con dibattiti come questo, chi sceglierà?
    Grazie per avere esemplificato a tutti come funziona il potere.

  5. Il presidente regionale di cui parlavo era Toto’ “a’ pizzetta” Cuffaro, che ha ricevuto un sacco di voti in Sicilia. I partiti scelgono i rappresentanti da mandare in Parlamento, ma sono i cittadini a votare i partiti. Pensi che ci vorrebbe l’elezione diretta dei rappresentanti da parte del popolo? Quelli finirebbero col votare calciatori e veline. E poi, proprio tu che sei cristiano dovresti essere abbastanza prevenuto riguardo all’elezione diretta da parte del popolo. L’ultima volta che hanno fatto votare i popolani, quelli hanno votato Barabba…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: