Roba da uomini

Noi vecchi cattolici la domenica andiamo ancora a messa. Questa domenica il Vangelo era un passo famoso di Marco. Gesù che fa un sondaggio d’opinione sulla sua persona: “la gente, chi dice che io sia?”
Allora come adesso i sondaggi non rispecchiano la realtà, ma solo quello che pensa la gente su di essa. Per conoscere il reale occorre essere coinvolti con esso. La risposta corretta viene infatti da colui che più di ogni altro si è coinvolto con Cristo, Pietro.
Dagli altri Vangeli sappiamo che, per quella risposta, Gesù lo nomina Direttore Generale. E scatta il cambiamento.

Prima Pietro era solo un discepolo, uno che seguiva. Ora ha la responsabilità di mantenere un apparato, incrementare le presenze e l’indice di gradimento. Quando Cristo comincia a parlare del fatto che sarà perseguitato e ucciso esce fuori dai gangheri. Ma come, pensa, non si rende conto che sta facendo pessimo marketing? Chi vorrebbe stare vicino a uno che afferma che non solo non avrà successo, ma presto verrà fatto fuori dal potere? Va bene la storia della resurrezione, ma la gente arrivata a “sarà ucciso” è già sparita. Qui gli ascolti crollano, gli sponsor si dileguano, si rischia il flop. E lo fa presente a Gesù.

Pietro ha ragione. Ha ragione secondo la politica, secondo l’economia, e anche da punto di vista morale. Chi se ne va non segue più Cristo: un disastro. Come amministratore, come referente politico, come moralista Pietro fa bene a dirne quattro a Gesù. E’ profondamente umano fare ciò; secondo tutti gli schemi e i libri e i saggi e gli esperti è la cosa giusta da fare. Non si rischia l’intera operazione, mesi e mesi di faticoso cammino, di lavoro incessante, per quattro parole dette alla leggera.
Pietro ha ragione. Ogni uomo con la testa sulle spalle avrebbe fatto altrettanto.

Infatti cosa risponde Cristo? “Tu ragioni secondo gli uomini, non secondo Dio”.
Ed ecco il punto esplosivo. Quello che sappiamo, quello che diciamo, quello che pensiamo è roba da uomini. E’ ciò che va avanti con successo da migliaia di anni: nascondere ciò che non conviene, fosse anche la verità. Non dire quello che si pensa, perché può danneggiarci. Farsi furbi, insomma.
Conviene. Conviene tanto che seguire questa linea ci ha causato secoli di guerra e di violenza. Ha giustificato questa guerra, questa violenza, questa menzogna. Per un bene più grande, il nostro.

In questo episodio ci viene detto che il criterio di Dio è diverso. E’ un criterio in apparenza perdente, incomprensibile, difficile da mettere in pratica. Come potremmo conoscerlo, se siamo solo uomini e pensiamo idee di uomini, agiamo compiendo azioni di uomini? Cosa potremmo essere altro?

Tutto il cristianesimo è qui. Nella pretesa che ci sia un modo di fare le cose migliore che non quello degli uomini.

Sempre che quel modo sia davvero divino. Sempre che ci convenga. Tutto il nostro peccato, tutto il nostro essere uomini è qui.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 14 settembre 2021 su tra lassù e quaggiù. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 4 commenti.

  1. “Conviene tanto che seguire questa linea ci ha causato secoli di guerra e di violenza. Ha giustificato questa guerra, questa violenza, questa menzogna. Per un bene più grande, il nostro”

    La cifra della politica machiavellica dal rinascimento ad oggi.

  2. bellissimo

  3. Dire la verità!
    …roba da dei in terra

  4. Veramente un bellissimo articolo. si lo specifico del cristianesimo è tutto qui; c’è un modo di fare le cose e di pensare che non è quello degli uomini ma è quello di Dio. Il rinnegare se stessi è tutto lì ..è questa la vera PENITENZA che ci salva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: