Quando si viaggiava in autostop

Un tempo si faceva l’autostop.

Era il mezzo di spostamento preferito per chi era giovane e senza soldi. Il trucco era stare in un posto in cui le macchine andavano lente, perché chi ha voglia di fermarsi se sta correndo veloce? Sguardo supplicante, sorriso, e il passaggio lo ottenevi. Si trovava gente interessante, sia tra quelli che ti portavano che tra quelli che portavi. Una volta ho viaggiato così da una valle ben oltre Bolzano fino a Torino. Eravamo in due; ricordo che da Trento a Verona ci trasportarono due simpatici deltaplanisti dai baffi spioventi su un vecchio furgone. Sul cruscotto avevano un elmo da barbaro con tanto di corna bovine. Gente così.

Quando finalmente ebbi una macchina mia mi ripromisi che avrei sempre, se possibile, dato passaggi a chi li domandava. Ma gli autostoppisti si sono fatti sempre più rari; non so se in questo millennio ho trasportato qualcuno.

Perché sono spariti gli autostoppisti? Penso per lo stesso motivo per cui si accompagnano i bambini a scuola, mentre ai miei tempi andavamo da soli anche alle elementari, non si viaggia più in piedi nei rimorchi e ci si mette sempre la cintura di sicurezza. Ci sono cose pericolose, in giro. Meglio non fidarsi.
Non si vuole rischiare; non si capisce lo scopo di osare. Forse noi eravamo incoscienti, forse pensavamo che la vita fosse meglio viverla che guardarla scorrere.

Avevamo l’avventura; oh, l’avventura.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 31 agosto 2021 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Ci piace viaggiare da soli, uno per macchina… l’autostop turberebbe il nostro “beato” isolamento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: