Un numero, una lettera, una definizione

Quando non si riconosce che una persona è tale perché integralmente essere umano, la si riduce ad una sigla, ad un colore, ad un numero, ad una lettera, ad una definizione.

Tu sei -ista, io sono anti-, tu sei K, io sono Z. Tu sei il 126893.

Se vi fermate però un attimo a pensare, una persona è molto più di questo. Una lettera, un numero, una definizione non comprenderanno mai tutte le gioie e i desideri e le cose imparate e dimenticate, la vita vissuta, l’amore. Sono delle maniglie per potervi portare dove si vuole. E’ prendere solo una sottile fetta superficiale di voi, e buttare il resto.

Chi vi indentifica con un numero, una lettera, una definizione non si interessa a voi. Vi sta usando.
Se vi identificate con un numero, una lettera, una definizione, state rimpicciolendo ciò che di grande siete. Vi riducete. Cessate di essere umani ai vostri stessi occhi, e agli occhi degli altri.

E chi si interessa della sorte di ciò che non è umano?

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 7 luglio 2021 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 4 commenti.

  1. …. verissimo. Essere catalogato garantisce un senso di appartenenza…ma perdi tutto il resto!!! …e sembra che sia il male minore, perché piuttosto che non contate niente per nessuno “corri” a essere qualcuno aggregandoti…

  2. Ogni persona è più ricca di qualsiasi parola che la vuole descrivere, o di una categoria alla quale la si vuole ricondurre, ma in aggiunta a questo le categorie citate nel post hanno anche il vulnus di partire dalla negazione di ogni significato concreto della realtà preferendo una definizione volontaristica di sé stessi: “puoi essere quello che vuoi”; così qualunque cosa scegli di essere è in sé valida come tutte le altre, ossia non ha alcun significato o valore proprio. Per cui qualunque cosa tu “scegli di essere” in realtà non ha alcun valore – e quindi resti in categorie vuote e senza spessore.

    I vari movimenti identitari nascono con l’idea di contestare le “vuote categorie sociali” che “costringevano” le identità in categorie individuali e di massa, ma partono dallo stesso errore di fondo: negano che ogni realtà abbia un significato proprio. Per capirci: le categorie religiose, sociali e politiche Nel corso del XX secolo si sono ridotte a poco più che etichette; e nessuno può accontentarsi di un’etichetta per definire chi è o per appartenere ad una realtà sociale senza sostanza. Per cui la volontà della persona contemporanea di avere una qualche sostanza al di là di un’etichetta vuota viene pervertita e frustrata dagli stessi movimenti identitari: partiti dall’idea che l’identità della persona non si può rinchiudere in categorie, negano ogni significato nella realtà (e nel corpo), e finiscono a rifare gli stessi errori che contestano: rinchiudono i loro seguaci in categorie vuote.

    Ho usato volutamente il termine “identitario” perché è piuttosto esteso. Mi riferisco ai movimenti ideologici di ogni tipo – dalla Woke culture al BLM, dalla Cancel culture all’omosessualismo etc. – sono “identitari” perché vogliono in qualche modo rappresentare una identità sostanziale della realtà o della persona, e quindi offrono una qualche identità di gruppo o vogliono garantire un minimo di sostanza a certe caratteristiche etniche/culturali/psicologiche.

  1. Pingback: Un numero, una lettera, una definizione | Korazym.org

  2. Pingback: Un numero, una lettera, una definizione – l'ovvio e l'evidente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: