Se l’hanno fatto a me

C’è gente che è indignata perché le chiese sono state chiuse, e i supermercati no. Non io.
C’è gente che si è infuriata perché vengono colpite le messe, e non le librerie. Non io.
C’è gente stranita perché il 25 Aprile è stato permesso, e la Pasqua no. Non io.

Perché sono abituato a provare a vedere come la realtà oltre l’immediato. Sono abituato a cercare le ragioni, a capire le conseguenze. Così, penso che non poteva essere altrimenti, dato lo stato delle cose. Data l’evidenza delle cose.

L’evidenza delle cose è che le nazioni, le nostre nazioni, sono governate in gran parte da gente che ha in odio il cristianesimo. Al potere chi sono persone cresciute disprezzando chiese e altari. Spesso non solo disprezzando, ma cercando di distruggere. Uomini e donne convinti che il mondo sarebbe un posto migliore senza Chiesa e senza chiese. Sono le stesse persone che hanno votato leggi che hanno abbattuto e svilito quella che è stata per secoli, millenni, la morale della comunità cristiana; persone che andavano in corteo, dimostravano contro ciò che la Chiesa insegnava, il pugno alzato, a volte anche abbassato. Che hanno urlato la morte di Dio. L’hanno detto, l’hanno scritto, l’hanno gridato. Sappiamo da dove vengono, sappiamo dove hanno intenzione di andare. Ce l’hanno detto, anche se per opportunismo talvolta dissimulano. Quindi, come potremmo presumere?

Naturalmente non sono sole. Sono accompagnate nel governo da moltissimi altri che non odiano davvero il cristianesimo, quanto non lo conoscono. Non hanno più idea di cosa sia; sono ignoranti, e quindi non riescono neanche a capire da dove arrivi la civiltà, le leggi, la morale che dicono di seguire. Non è stato loro insegnato, o è stato insegnato loro sbagliato, o comunque hanno dimenticato perché non interessati. Quello che chiediamo come cattolici li lascia indifferenti, perché non lo capiscono. Per loro è come una lingua aliena, incomprensibile, un rito di cui non afferrano il significato e che non interessa. Questi sono chi ci comanda, chi amministra le cose, chi decide. Quindi, come possiamo pretendere?

Voi direte, ma non vi hanno ancora distrutto. Questo per una ragione semplice. La gente che odia il cristianesimo, e quelli che non lo conoscono, sono trattenuti da una terza categoria di persone: quelli che il cristianesimo lo usano.

Sono spesso chierici; spesso fanno a loro volta parte della prima o della seconda categoria che ho descritte. Sono coloro che pensano di potere adoperare il cristianesimo per vivere, per arricchirsi, per comandare o, in un certo senso più nobilmente, per dare un morale, per blandire e placare il popolo, per governare gli idioti. Sono complici dei primi, che pensano di poter sfruttare; sono strumenti dei primi, da cui vengono sfruttati. Non si rendono conto dell’odio o, pur rendendosene conto, pensano di riuscire a cavalcarlo, illudendosi.

Questi sono i capi delle nazioni. Qualche nazione più, altre meno. Chi ci odia, chi non ci capisce, chi ci usa.

Capite perché non mi indigno, non mi straccio le vesti? Perché le cose stanno così: il cristianesimo, come quasi sempre, è semplicemente perseguitato. Niente di cui stupirsi. Ci è stato detto, è stato predetto. Perché è esattamente quello che hanno fatto a Cristo e noi, che lo seguiamo pur con tutto il nostro orgoglio e le nostre illusioni, non siamo più, non siamo meglio di Cristo.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 27 aprile 2020 su tra lassù e quaggiù. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 32 commenti.

  1. Buongiorno. Nemmeno io m i indigno. Però mi adiro (per non dire altro, lascio all’immaginazione), soprattutto con quelli all’interno della Chiesa e magari alla sua guida che sanno solo dire che “dovrebbe essere chiaro a tutti che l’impegno al servizio verso i poveri, così significativo in questa emergenza, nasce da una fede che deve potersi nutrire alle sue sorgenti, in particolare la vita sacramentale”. L’impegno verso i poveri???? Quale è il problema dei Vescovi? Mancano le offerte dopo due mesi di chiusura?

  2. @ edoardo
    In questo caso non sarei troppo duro verso l’argomentazione scelta dalla CEI. È anzi ‘unica l’argomentazione che si possa usare contro il genere di governanti descritto da Berlicche. È come dire “la Chiesa vi piace quando il suo volontariato sostiene il welfare? Sapete che molte frange sociali collasserebbero senza il suo servizio? Bene, sappiate che senza la sua noiosa fissazione per il culto anche il servizio ne risentirà.”
    Non possono certo argomentare che senza sacramenti la vita morale dei cristiani ne risentirà: per il resto della società è già fastidioso che i cristiani propongano una morale più severa degli altri.
    Non possono certo argomentare che i cristiani devono nutrire la propria anima. Per il resto della società (e i governanti da essa espressa) Dio, se c’è, è tenuto a salvare tutti, probabilmente dopo un giudizio finale in cui dovrà giustificarsi e chiedere perdono agli uomini per le frustrazioni che ha fatto loro soffrire.
    Eccetera.

  3. Carmela Mastrangelo

    Nella Sacra Scrittura è detto “Maledetto l’uomo che confida nell’uomo” nel senso che tutta la nostra fiducia la dobbiamo mettere solo in Dio. Purtroppo la Chiesa si è affidata al Governo ed il risultato è quello che vediamo. In cambio di un’obbedienza supina ed ingiustificata, nessuna attenzione alla necessità di aprire le celebrazioni al pubblico. Sì ai funerali con 15 persone, ma se la Chiesa fosse in grado di contenerne 3000, ce ne potrebbero stare in sicurezza almeno 100, ma tant’è che ormai siamo alla mercé. Intensifichiamo la nostra preghiera perché il Signore ci metta una mano.

  4. Maria Cristina

    L’indignazione caro Belicche e’ nel vedere vescovi e il papa tutti sorridenti e pappa-e -ciccia con questo governo, come con tutti, TUTTI, i nemici del cristianesimo
    L’indignazione non è tanto nel saperci perseguitati e invisi ai poteri di questo mondo, ai massoni, agli atei, ai marxisti , ai radicali, alle Bonino e Soros, ma che i nostri pastori siano i combutta coi persecutori e ci vogliano far credere che “VA BENE COSI'”.
    L’indignazione non è di fronte alla persecuzione dei nemici , ma alla falsità e menzogna dei cosidetti amici.
    Non mi indigna tanto Conte o l’Europa , quanto la CEI e il Vaticano.

  5. Il problema è che Salvini ha detto di aprire le Chiese quindi……..

  6. berli’, conte e i suoi sono dei vostri. stanno solo cercando di salvarvi da voi stessi.

    oggi un federico borromeo vi affonderebbe definitivamente, mi sa.

  7. Claudia Cherubyn

    Vediamo i profeti Daniele, Isaia, Geremia specialmente e Ezechiele! Mi piacciono tanto perché dimostrano che purtroppo non è veramente cambiata la impostura del mondo mondano e stolto ieri come oggi! Ma noi sappiamo che la “Felix Colpa si chiama così perché l’Unico Vero Avatar Nostro Salvatore ci ha Redento col Suo Sangue Sua Passione e Sue Parole! Il Nuovo Adamo e tra noi fino alla fine del mondo ancora poco Regno di Dio ma purtroppo molto infestato! Pensiamo ai totalitarismi che da anni si fanno ben vivi di nuovo Cina, e Turchia per esp Saudi Arabia che continua anche in queste ore a lanciare bombe al napalm crudeli che Brusciano i corpi innocenti.
    In verità sono orrori sopra orrori accettati e non solo sostenuti da mondo civilizato che dovrebbe essere di esempio!
    Non è solo Vanità delle Vanità ma Ingordigia e Superbia e di tutto capitali vizi dell’inferno! Oltre alla ragione e senso! Noi sappiamo chi sta dietro con i suoi Gates, Killary, Epstein, Potter, Disney orchi ed orche e una élite che ha fatto costruire chiese a Satana ufficialmente nei Usa e in Ucraina! Lo sapevate? ! Nessuno ci ha fatto caso? Ma il diavolo fa le pentole ma non i coperchi!

  8. Se si ricominciasse ad officiare la messa sarebbe la fine del cristianesimo: le ultime volte che sono andato a messa il prete era una cariatide e i fedeli erano tutti vecchi rantolanti in fin di vita. Basta che si presenti uno solo col virus, e tutta la congregazione finisce in terapia intensiva (sempre che ci siano posti) Forse e’ la fine che si merita la nostra civilta’: un ultima messa come canto del cigno, poi tutti in terapia intensiva con le infermiere immigrate che ci ignorano e si fanno i video TikTok mentre schiattiamo scatarrando!

  9. Dimenticavo, a che categoria appartengono i politici italiani? Hai presente, quelli che vanno ogni anno a prosternarsi a Rimini, quelli che hanno privatizzato la sanita’ lombarda, quelli che hanno sostenuto Berlusconi, sai di chi parlo…

  10. Caro rettiliano, certo ci sono le vecchiette abituali della messa feriale; io però ho la fortuna di vivere il cristianesimo attorniato da persone giovani. La tua civiltà finisca pure così; la mia ha retto per duemila anni, e a più di una peste. Sul privatizzare, prosternarsi eccetera forse prima dovresti informarti bene, magari essere stato a Rimini, se no uno penserebbe che sei uno del sud emigrato fuori Italia che legge solo giornali di sinistra.

  11. Berlicche,hai poco da fare il piangina e dire di essere discriminato. In Italia ha governato la DC cristianissima per 50 anni, e anche adesso la politica e’ piena di ciellini ex democristiani. Lo so che fai finta di dimenticartelo, ma ce lo ricordiamo benissimo il prete che durante l’omelia minacciava il fuoco dell’inferno per chi non avesse votato DC. “Croce su croce”, si diceva ai tempi. Potrei capire un discorso del genere in un qualunque altro paese, ma proprio in Italia non ha senso. Non fare il “chiangi e fotti” che non sei napoletano.

  12. Rettiliano, ma dove vivi?
    Fammi i nomi di tutti questi ciellini, dai. Visto che è piena, almeno una decina, no? Cinque?
    Una curiosità, quanti anni hai, per ricordare quel prete, visto che la DC è un bel pezzo che è sparita, e io, pur essendo ormai avanti con gli anni, tutto ciò che mi ricordo sono sacerdoti che agitavano la bandiera rossa.
    Capisco che a leggere certi giornali poi una sa, o pensa di sapere, cose che non sono mai esistite. Prova ad aprire gli occhi e guardare il reale che c’è, non andare avanti a luoghi comuni, o comunisti.

  13. Ridurre la Chiesa e il cristianesimo a ciò che dice il prete di turno è l’essenza del clericalismo, e la sua forma peggiore è l’anticlericalismo: cerca di liquidare la Fede in Dio riducendola a ciò che dice il prete politicante di turno.

    Quanto alla cristianità della DC, è diventata tale quando gli stessi vescovi hanno smesso di essere cristiani e di credere in Dio.

  14. Bello mio, sono tanto vecchio e ti assicuro che fino a quando la DC non ha chiuso battente i discorsi che si facevano in chiesa erano quelli. Lo so che e’ un tasto dolente, ma i fatti sono fatti. Non e’ molto cristiano sputare nel piatto in cui si e’ mangiato per 50 anni, eh!
    Preti con la bandiera rossa in Sicilia non ne ho visti. L’unico che ho visto si chiamava Don Scaccaglia, di Parma, ma ha fatto una brutta fine. Ciellini me ne sono capitati tanti a scuola in Sicilia, e poi a Parma tra quelli del giro della Pizzarotti (il gruppo edilizio non il sindaco del 5 stalle, sono omonimi). Come vedi, nomi e cognomi li faccio. Dimmi dove li hai visti i preti con la bandierina rossa che sono curioso. Almeno la regione.

    @ago Se pensi che la Chiesa sia una massa di preti politicanti e di vescovi che non credono, allora forse ti conviene farti luterano o evangelico…

  15. No, perché non sono un clericalista, perciò non riduco la Chiesa né alle gerarchie né ai fedeli, come invece fanno i non credenti.

  16. E’ divertente vedere come a molti sfugga il banalissimo fatto che, in Italia, ha sempre “governato” la sinistra, nonostante non abbia mai vinto un’elezione.
    Di fatto, si governa sia dentro che fuori del parlamento, dove esistono poltrone extralarge e piatti gourmet. La cosa si manifesta già nel dopoguerra, nonostante i diversi monocolori DC, ma diventa sfacciatamente palese negli ultimi 30’anni.

  17. Berlicche, come mai quando pongo fatti, nomi e cognomi sul tavolo tu sparisci? Almeno fallo un tentativo…

    @ToniS si, quindi Andreotti era comunista, cosi’ come Forlani e tutti gli altri pezzi grossi della DC. Strano, io i comunisti me li ricordavo diversamente. Di certo i comunisti dovevano essere delle volpi, se riuscivano a governare in un paese in cui non hanno vinto un’elezione manco per sbaglio!

  18. Rettililano, ti ho risposto ma nel post sbagliato, quindi forse non hai letto.
    Replico qui:
    Rettiliano, “mi assicuri”, come? Credo di avere frequentato più messe di te, e non ho mai sentito quei discorsi. Qui in Piemonte abbiamo avuto vescovi “rossi” a non finire; nel mio paese il prete, poi spretato, marciava in piazza con la bandiera di quel colore. E anche dalle tue parti qualche nome lo potrei fare. Tu, invece, i nomi che ti ho chiesto non li hai fatti, per il semplice motivo che non li hai. Prova a fermarti un secondo e a provare a distinguere le stronzate ideologiche da fondo di Repubblica dalla tua esperienza reale. Sempre che tu ne sia in grado, che tu voglia farlo e che tu l’esperienza ce l’abbia. Perché me ne hai contate tante, in passato, che uno si domanda se non esageri un pochino con le cose…

    ***
    Ti avevo chiesto cinque nomi per i quali “la politica e’ piena di ciellini ex democristiani”, secondo le tue parole. Mi hai fatto il nome di un costruttore edile. Dove sarebbero poi i fatti? A me pare più una bisciata da malalingua.
    Attento che a spargere letame poi si puzza.

    ***
    Tonis, è inutile. Non ha compreso quelo che dicevi; evidentemente con la politica italiana non ci acchiappa molto, né quella del passato né quella antica. Ma, ahimé, io c’ero.

  19. Formigoni, Buttiglione, Mario Mauro, Maurizio Lupi, Rosy Bindi.

    Tutti nomi che si possono trovare con dieci secondi di Google Lo so che da cristiano devi negare la realta’ altrimenti ti crollerebbe in testa tutto il castello di ideologie, ma vedi che ormai le informazioni sono alla portata di tutti. Non puoi aspettarti che anche gli altri chiudano gli occhi. Nessuno ha interesse a farlo, a parte chi deve tenere in piedi un castello di falsita’ per non spararsi in testa. Non e’ un caso se ci sono tanti cattocomunisti, alla fine l’impostazione mentale e’ la stessa.

  20. In dieci secondi di Google, Rettiliano, avresti trovato che la Bindi è sempre stata una nemica mortale di CL; Formigoni è fuori da mo’ dalla politica attiva, Buttiglione ha salutato CL da un bel pezzo; nessuno di questi ha un qualche ruolo serio e attivo, oggi come oggi. Se questi sono i tuoi nomi che “riempiono” la politica, direi che tu la realtà non sai manco dove sia di casa.
    Grazie della dimostrazione pratica.

  21. Su, Berlicche, ammettilo almeno a te stesso: voi cristiani avete votato (e votate ancora) un partito di mafiosi. Molti lo fanno per ingenuita’, altri per connivenza, ma alla fine il risultato e’ quello.

    Ah, per favore smettila di mentire. Formigoni e’ uscito formalmente dall’attivita’ politica a Giugno 2019 quando gli hanno dato i domiciliari, manco un anno fa. Non mi risulta che cio’ abbia mai fermato un politico italiano. Pensa allo zio Toto’ Cuffaro: si e’ fatto i suoi anni di gabbio e ora comanda piu’ di prima. Figuriamoci Formigoni che si sta scontando la pena a casa!

  22. Attraverso la storia del cristianesimo si può costatare non filosofando, ma analizzando i fatti come la chiesa ha disprezzato l’uomo e ancor più la donna nei secoli. Ha commesso crimini contro l’umanità con atti di potere, con dominazioni fanatiche, come le colonizzazioni del Sud America, lo Schiavismo in Africa, i secoli oscuri dell’inquisizione, fino ai giorni nostri con le vergognose situazioni nei conventi in Irlanda o gli atti di perversione e reati di pedofilia perpetrati ancora oggi.
    Questi misfatti fanno parte degli atti concreti dell’agire religioso della chiesa.
    Saluti

  23. Grazie per il riassunto dei peggiori luoghi comuni contro la Chiesa.

  24. Se chiama luoghi comuni questi misfatti capisco perchè avete messo Cristo in croce.

  25. “…la Bindi è sempre stata una nemica mortale di CL; Formigoni è fuori da mo’ dalla politica attiva, Buttiglione ha salutato CL da un bel pezzo; nessuno di questi ha un qualche ruolo serio,,,”

    insomma finirà che davvero questo povero paese è così malridotto perché è stato sempre (mal)governato dai comunisti.

  26. Rettiliano, ma non ti vergogni neanche un po’? Non sei stato in grado di fornire la più semplice verifica alle tue affermazioni, e invece tu di ammettere la tua cecità continui a riversare letame? Comincio veramente a pensare che niente di quello che affermi corrisponda al vero. Perché sembra che tu al vero non sia minimamente interessato.
    E, di converso, una persona che non vuole il vero non mi interessa.

  27. Caro sulfureo, nessuna di quelle cose che imputi alla Chiesa è vera. Se vuoi te lo dimostro storicamente, fattualmente. Puoi cominciare a leggere questo, per esempio, partendo dal fondo; sempre che tu esista e non sia il solito troll, e tu voglia veramente capire, usando la testa, e non solo odiare.

    Caro R&s, mi ricordo in gioventù, con la vituperata DC, eravamo la quarta\quinta potenza al mondo. Quando le cose hanno cominciato ad andare male?

  28. boh…

    …quando avete perso il referendum sul divorzio?

  29. Antonio Spinola

    “…malridotto perché è stato sempre (mal)governato dai comunisti.”

    Grossomodo il quadro mi pare questo:
    Il PCI è stato il più grande partito comunista dell’Europa occidentale, il suo “peso” politico di gran lunga superiore al suo peso elettorale, riuscendo di fatto a dominare l’ambito sindacale, culturale, accademico e giudiziario. Questo ha condizionato la governabilità e la crescita economica dell’Italia in tutte le fasi della sua storia recente e meno recente.
    Non riuscendo comunque a convincere il popolo italiano, sulla spinta del mito di Allende, il PCI alla fine elaborò la strategia del “compromesso storico”, forse per trasformare l’Italia in un bel paese stile sudamericano. La strategia ha successo dopo che i “compagni che sbagliano” uccidono Moro, il partito cambia più volte nome riuscendo a abbattere/sostituire tutti i successivi governi democraticamente eletti.
    Il crollo del titolo Italia-stile-sudamericano è sotto gli occhi di tutti.

  30. Comunque, capisco che la tentazione della politica sia tanta; e anch’io ci cado. Ma il senso del post era un altro.

  31. Comunque, io mi sento in debito con il rettiliano c-ibernautico. Senza le sue invettive contro la D.C. di Andreotti e Forlani, mi sarei persa (o mi sarei ridimenticata, ehm….) la stupenda serie sulla Clerostorica di Berlicche.
    Da cristiana, sarei tentata di ribattezzarlo, il rettilineo di cui sopra, Felix Colpa (come direbbe la Cherubina claudicante, ma dalla testa sempre fiammeggiante).

    E anche la (ri?)scoperta di Antonio Spinola valeva bene la candela.

  1. Pingback: Se l’hanno fatto a me – l'ovvio e l'evidente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: