La preghiera dell’infedele

A volte mi chiedono di leggere a messa. Non ho problemi, di solito. Non mi spaventano i nomi difficili, i lunghi brani o intonare l’alleluia.
Una sola cosa mi fa difficoltà: la preghiera dei fedeli. A leggere alcune di queste mi si ingarbuglia la lingua.
Perché, diciamolo chiaramente a volte sembrano scritte da Peppone più che da Don Camillo. O forse neanche: in tal caso sarebbero più schiette, mentre alcune invocazioni sembrano prese di peso da un consesso dell’ONU, un’assemblea di extraparlamentari o da una congrega massonica. Non sono tanto invocazioni a Nostro Signore quanto fervorini moraleggianti che con il cielo hanno ben poco a che fare. Talvolta paiono quasi dire: deh, se lassù ci sei, cosa di cui dubito, correggiti subito.

In tali casi estremi, ormai ho preso questa abitudine: invece di invocare l’ascolto del Signore per il testo della preghiera, chiedo la conversione di chi l’ha scritta. Siamo cristiani, in fondo: crediamo nella Grazia e nei miracoli.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 4 marzo 2020 su tra lassù e quaggiù. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 11 commenti.

  1. tutti gli infedeli si somigliano, mentre ogni fedele è fedele a modo suo…

  2. @ricco&spietato la fedeltà, come la coerenza, non è necessariamente una virtù. Dipende tutto dall’ideale che ti sei scelto di onorare. Quindi non tutti gli infedeli si somigliano, bisogna sempre vedere cos’hai deciso di tradire… von Stauffenberg docet.

  3. La vera tragedia della preghiera dei fedeli (e parlo da persona che frequenta la Messa solo da pochissimo tempo) è quella precisione puntigliosa burocratico/clericalese presente nelle richieste, che non sarebbe fuori luogo in un’assemblea di condominio ancor prima che in una loggia massonica.
    Si passa di colpo dal linguaggio simbolico e unificante del rito all’alienazione più totale, anche perchè nella sfilza di “per coloro che occupano posizioni di rilievo all’interno di organi di governo, perchè si riuniscano democraticamente in consessi motivati dai valori condivisi, onde che la convivenza civile ne giovi in massimo grado etc. etc.” sembra che si abbia paura di mettere una sola parola fuori posto, come se dopo qualcuno venisse a controllare o dare un voto sulle preghiere.
    Io non so se devo pregare per la conversione di chi le ha scritte, ma sicuramente 90 volte su 100 prego che la buona intenzione presente in senso generale venga ascoltata, lasciando perdere le parole in se…

  4. Ruggero Romani

    io conosco la preghiera dello scettico:” o dio, se esisti, salva la mia anima, se c’è”

  5. E’ come se dicessi ad una donna: mi fai schifo, ma se me la dai forse la prendo. Si acchiappa un sacco con questo approccio.

  6. Ruggero Romani

    ma io l’ ho imparata leggendo l’Apologia pro vita sua di J.H. Newman…

  7. Sì, dove lui la smonta.
    “Butler teaches us that probability is the guide of life. The danger of this doctrine, in the case of many minds, is, its tendency to destroy in them absolute certainty, leading them to consider every conclusion as doubtful, and resolving truth into an opinion, which it is safe indeed to obey or to profess, but not possible to embrace with full internal assent. If this were to be allowed, then the celebrated saying, “O God, if there be a God, save my soul, if I have a soul!” would be the highest measure of devotion:—but who can really pray to a Being, about whose existence he is seriously in doubt?”

    Chi davvero può pregare un Essere, sulla cui esistenza è seriamente in dubbio?

  8. Ruggero Romani

    non è un mio problema…

  9. La serietà invece sì, sembra.

  10. Ruggero Romani

    dubita che abbia letto J.H.Newman?

  11. [massima stupida]
    me: quella massima è stupida
    [ma io l’ho letta in quel posto autorevole]
    me: anche lì dicono che è stupida
    [non è un mio problema]
    Allora almeno uno dei suoi commenti fa il paio con la massima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: