I-dee

La conferenza stampa di presentazione del movimento I-Dea si è tenuta oggi a Roma, in un hotel a ridosso del Pantheon. La portavoce del movimento, Cerere, ha illustrato ai giornalisti la composizione e le finalità di questa nuova formazione.

“Il nostro scopo – ha spiegato Cerere – è riportare all’attenzione della collettività l’opera ignorata dal potere maschilista tecnologico di noi dee della fertilità. Con la rivoluzione industriale il capitalismo occidentale ha soppresso, tramite la complicità della Chiesa di Roma, il contributo unico di noi femmine superiori nel progresso dell’umanità. Ma la sensibilità odierna ai temi ecologici della rivoluzione verde ci dà la possibilità di riaffermare il nostro ruolo centrale come divinità ambientali. Ci riproponiamo come dee 2.0, integrate nei social media, pronte a guidare gli umani nelle nuove sfide a cui ci chiama il climate change. Speriamo che la nuova sensibilità delle gerarchie cattoliche possa aiutarci in questa nostra impresa”

Cerere ha poi passato il microfono a Cibele, che ha illustrato le iniziative in programma. “Chiederemo che in tutti gli edifici pubblici, accanto ai simboli cristiani o al posto di essi, siano presenti anche nostre effigi propiziatorie. Abbiamo il diritto alla parità di culto: perché, ad esempio, sugli altari non dovrebbero anche essere presenti delle statue mie, di Nantosuelta, Chimalman o Inanna? Il rifiutarsi di includerle sarebbe un eurocentrismo razzista, sessista e irrispettoso delle tradizioni dei popoli alla luce del multiculturalismo, una chiusura degna dei secoli bui medioevali. Una violenza che speriamo possa essere presto repressa con la forza della legge.”

“Nei prossimi mesi – ha continuato la divinità dell’amore – abbiamo in programma una serie di iniziative ed avvenimenti culturali, che culmineranno in un evento musicale in cui si esibiranno la dea Inari e il suo supergruppo di Idol giapponesi. Lanceremo una campagna sui social tramite influencer, con il tag #saremoadorabili. Avremo poi una serie di incontri con esponenti politici e religiosi di tutto il mondo per esporre le nostre richieste. Abbiamo grandi speranze: sappiamo essere molto convincenti, quando possiamo entrare in rapporto con le persone. Lo sosteniamo da sempre, #loveislove”. E chi più di noi può darlo?

Rispondendo alle domande dei giornalisti, Cerere ha anche descritto alcune difficoltà. Alla domanda se spera che le richieste verso la Chiesa cattolica avranno successo, ha ammesso: “Abbiamo una solida base di consenso tra certi ordini di suore e tra alcuni alti esponenti della gerarchia. L’idea di sacerdotesse a noi dedicate, già presenti in alcune confessioni protestanti, sta conquistando terreno. Devo dire che il compito è però difficile, in quanto in questo momento in Vaticano non c’è sensibilità sull’argomento della fertilità. Ci sono molte resistenze. Sapete dell’ostilità preconcetta da cui è stata accolta la nostra amica e collega amazzonica in certi ambienti. La nostra delegazione non è stata ancora ricevuta ai massimi livelli, mentre invece esponenti della nostra controparte maschile – Priapo, Bes e i loro sodali – hanno potuto esporre privatamente le loro richieste.
C’è chi ha espresso il dubbio che questo possa essere dovuto all’atteggiamento molto disinvolto di questi dei verso la morale sessuale, ma la dea Kokopelli lo ha negato, in quanto neanche Venere e le altre dee con diverse sensibilità sul tema hanno ancora ricevuto risposta alle loro domande.

Alla questione se il loro atteggiamento non sia in qualche maniera retrogrado, alla luce delle conquiste femminili recenti, Iside ha affermato “Niente affatto! Noi siamo sempre state molto aperte per quanto riguarda gli argomenti come il divorzio, l’aborto, l’eutanasia e la liberalizzazione delle droghe. Noi facevamo tutte queste cose ben prima della fondazione di questa città. Nel passato è il nostro futuro, e anche il vostro. Siamo esperte: molte di noi sono anche divinità della morte. Abbiamo in programma di chiedere una legge per permettere il sacrificio dei bambini fino ai cinque anni d’età. Perché fare soffrire degli innocenti, quando il loro rientrare nel cerchio della vita potrebbe apportare conforto al resto dell’umanità? Per questo e altro ci proponiamo per diventare, come un tempo, la guida degli esseri umani. Non prevaricheremo nessuno, ma pretendiamo i nostri diritti. Chiediamo solo di essere adorate.”
Sul’accusa, rivolta da ambienti tradizionalisti, di essere demoni, la dea ha replicato: “Non ci poniamo come opposizione a Dio, piuttosto come un’alternativa”.

La conferenza stampa è stato un successo, nonostante un momento di imbarazzo quando uno dei presenti ha chiesto se le dee sapessero nuotare.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 23 ottobre 2019 su diavolerie e cattiverie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 3 commenti.

  1. «La nostra delegazione non è stata ancora ricevuta ai massimi livelli, mentre invece esponenti della nostra controparte maschile – Priapo, Bes e i loro sodali – hanno potuto esporre privatamente le loro richieste.»

    Chissà come mai!

  2. “tag #saremoadorabili… ” se non fosse drammatico sarebbe geniale…

  3. Maria Cristina

    Oggi il Papa ha chiesto.ufficialmente scusa per il.ratto delle Pachamame, ha assicurato che sono state ripescate, stanno bene, e saranno esposte alka crrimonia religiosa finale del Sinodo.
    Direi chec le dee della fertilita pissono essere contente, hanno trovato un cavaliere difensore, nientepopodimeno che il Papa, il Vicario di Cristo.
    Non si e mai visto il.papa reagire.cosi’ appassionatamente oerle stat u e della N adonna decapitate, infangare, fatre a pezzi un.pj’ovunque. Si vede che il suo cuore batte solo.per le Pacha m a m a.
    Cattolici, fateve una ragione! La nostra religione sta diventando idolatrica per volonta’del papa. Per le i-dee del.papa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: