Giardinieri ed adoratori

Dovremmo essere i giardinieri della Terra e non gli adoratori dell’Albero, infagottati nelle nostre comodità, timorosi di correnti d’aria e sbalzi di temperatura.
Guai a chi ama il Creato più del Creatore.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 18 settembre 2019 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 13 commenti.

  1. Vero. Ma guai anche a chi ama il Creatore e si dimentica del Creato.

  2. Impossibile. Chi dimentica il Creato non ama veramente il Creatore :-)

  3. @Cacciatrice: hai ragione, chi Lo ama veramente ama profondamente i suoi frutti.

  4. Guai a chi ama il Creato più del Creatore

    Non solo. Il “creato” è cosa inferiore all’uomo, guai se lo si ama più di se stessi.

    Sant’Agostino: “Anche l’oro è cosa creata da Dio, non però a sua somiglianza, come sei tu; il creatore stesso dunque pose l’oro al di sotto di te.” e anche “Se è cosa inferiore a te, la devi amare o per averne un conforto o per lavorarla o per usarne, senza però legarti a essa.” (Omelia 368)

  5. Se il mio giardiniere mi proponesse di mettere una centrale nucleare in un angolo del giardino, asfaltare il 50% dell’erba e abbattere gli alberi per farci una centro commerciale, direi che non sta facendo il mestiere di giardiniere.
    Tutto è capirsi che cosa si intende per essere giardinieri. Di certo l’uomo di oggi è un distruttore per fini economici, e chi fa finta che possa esserlo all’infinito e che nulla stia accadendo è complice della distruzione.
    Altri che giardinieri ed adoratori di alberi.

  6. Con “giardiniere” intendo uno che ha cura del giardino affidatogli. Nella tua accezione, dirottatore, potrebbe essere un camionista o un trifolaio, cioè qualcosa che non ha niente a che vedere con il post. Sei fuori rotta.

  7. Non credo di essere fuori rotta.
    Il web è pieno di negazionisti circa i danni che l’uomo fa al proprio habitat naturale, creato da Dio per la vita. Pieno di coloro che affidano sempre ad altri l’onere della prova di questi danni.
    In genere costoro utilizzano anche la religione per sostenere che piuttosto che guardare ai danni della foresta Amazzonica o allo scioglimento dei ghiacci bisogna prima di tutto guardare a Dio.
    Proprio perchè amiamo Dio dobbiamo aver cura della foresta Amazzonica, da esso creata, e dei Ghiacci da esso creati.
    Altrimenti da qui a qualche centinaio di anni la vita sulla terra farà beatamente a meno della presenza dell’Uomo (perchè le condizioni di vita umana verranno meno) , e proseguirà nelle forme che il Signore vorrà ma di certo senza di noi (ragni , microbi, chissà!)
    Magari è la fine del mondo profetizzata, ma produrla appositamente non è quello che ci chiede Dio.

  8. Lo sai perché sei fuori rotta, dirottatore? Perché sei “redivivv” alias mentelibera alias una cinquantina di altri nomi, cioè il solito troll falso e mentitore.
    Va’ a tentare il dirottamento da un’altra parte.

  9. Troll falso e mentitore lo dici a tua sorella Berlicche.
    Io dico quello che penso, e non mento mai. Se non vuoi nick diversi devi creare un modo per impedirlo. Se non è vietato vuol dire che è permesso.
    Il problema è che tu preferisci bannare la persone piuttosto che rispondere al merito delle domande o delle discussioni.
    Se c’è una persona disonesta in tutto questo sei tu.
    Non è certo colpa mia se questo blog conta più bannati e censurati di quanti commentatori abituali può vantare.
    Ogni volta che ti leggo , leggo post in cui minacci qualcuno di essere bannato, perchè a tuo giudizio insindacabile è un “troll”.
    Sembri quello che prendendo l’autostrada al contrario si lamenta di tutta quella gente che gli viene addosso.

  10. Giusto una risposta, e poi chiudo lì.
    No, “Mentelibera”, mia sorella non è un troll falso e mentitore, tu sì.
    Sei un troll per quel che scrivi; sei falso perché sostieni tesi solo per cercare di fare male; sei mentitore perché ti presenti ogni volta con un nome e atteggiamento diverso, fingendoti chi non sei. Sei stato ragazzo, ragazza, donna, prete, eccetera. “Se non vuoi nick diversi devi creare un modo per impedirlo” è bellissima: come a dire, se non voglio omicidi devo fare gli uomini immortali, se no ti senti autorizzato ad uccidere. Tu sei un ladro che dice che ruba perché sulla roba non c’è scritto “non rubare”. Peccato che la prima regola del blog, scritta sotto, dica “Per rispetto e comodità i commenti vanno firmati e non devono essere anonimizzati”. Cioè la regola che tu asserisci non esserci.

    Quanto poi al bannare, ho parecchie centinaia di lettori al giorno, ma attualmente dal blog è bannata una sola persona, tu. Persino il vecchio Nada è tornato. Se noti, poi, ogni volta ti riconosco subito, ma ti lascio alcuni commenti di libertà rispondendoti per capire se sei serio o no in quello che dici. Solo quando risulta evidente che quello che scrivi è solo il pretesto per il tuo male, allora ti riconosco pubblicamente. Qui si discute con chi crede in quello che fa, anche fosse sbagliato, perché si vuole raggiungere la verità; con chi mente come te, è inutile. Come credergli?

    Ti ho dato fin troppo spazio. Il tuo intento è quello del troll, sì, a mio insindacabile giudizio. Sei a casa mia. Se non ti piace cosa scrivo o cosa faccio, levati di torno una volta per tutte. Nessuno ti obbliga a falsificare la tua identità e scrivere scemenze qui sopra.
    Sparisci.

  11. Il web è pieno di negazionisti

    Questa è bella! Ma in che rete vive? La vulgata è sempre e solo una: AGW, AGW, AGW!
    Cerchi “riscaldamento globale” o “CO2” su google e passi decine e decine di pagine incontrando si e non un paio di siti scettici… (anzi “negazionisti”, tanto per sottolineare il livello di decenza intellettuale dilagante e condivisa della vulgata…)

  12. Tonis, non vive: trolla.

  13. ToniS: non ragionar di lui, ma guarda e passa. Del resto non gli importa nulla di ciò che dicono gli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: