La ferita

Ora non avevo più motivo di dubitare. Mi sarebbe stato più facile dubitare della mia esistenza, che dell’esistenza della verità, la quale si scorge comprendendola attraverso il creato.
(Sant’Agostino, Confessioni 7, 10)

Nel post dell’altro ieri sostenevo che l’Universo è logico, altrimenti sarebbe incomprensibile e ultimamente senza senso. Che esso esista grazie ad un preciso disegno oppure no, l’attentare a questa catena di cause ed effetto con la menzogna è una ferita a quella logicità. Sostituisco il legame autentico tra le cose con uno fasullo, inesistente, forse plausibile ma non se lo si guarda da vicino.

Mentire vuol dire sovvertire la catena di ragionevolezza che da una cosa conduce ad un’altra, anche quando la bugia stessa ci appare ragionevole. Perché essa non può in alcuna maniera sostituire la verità. Lascerà sempre qualcosa di non spiegato, di dissonante; causerà un’onda di errore che si propagherà incontrollata in ciò che è.

La menzogna, di per sé, non è illogica; essa stessa possiede delle ragioni; è praticata da un’intelligenza, sì, ma che consapevolmente si muove contro la struttura stessa del cosmo. Per usare un termine cristiano, è peccato: cioè qualcosa che avrebbe potuto essere migliore, perfetto, ma non lo è perché si è scelto altrimenti.

Chiunque noi siamo, grandi scienziati, statisti, importanti personalità religiose, quando mentiamo, quando fingiamo, facciamo il male: feriamo il tessuto della realtà così come sarebbe dovuta essere. Quando il reale è ferito, sanguina. Pensate che chi lo ha creato lo lascerà impunito?

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 31 luglio 2019 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 21 commenti.

  1. Purtroppo penso di sì. Perché abbiamo rifiutato la Verità e preferito la menzogna, così ci troviamo con una falsa Chiesa e un falso Papa che predicano menzogne spacciandole per Vangelo. A nessuno frega nulla di tutto ciò; anche se a qualcuno fregasse non può fare nulla, gli altri sono tutti plaudenti e gaudenti al narcisismo diabolico di Bergoglio & co.

  2. Come disse il magistrato incaricato di esprimere il verdetto, a un certo punto del processo intentato da Irving contro una giornalista ebreo-americana che lo accusava di scrivere non testi storici ma insultanti menzogne, a volte, per quanto assurdo possa apparire, chi mente è preda del suo stesso inganno, cioé mente seriamente convinto di battersi per la verità o una verità superiore, un approfondimento di verità normalmente accettate e che porta a un ridimensionamento o persino a un ribaltamento delle stesse. Anche per questo nelle civiltà liberali e repubblicane la libertà di pensiero e di parola è tutelata dallo Stato.

    D’altronde, se così non fosse, il Dio giusto e verace, che ha addirittura dato a se stesso il nome di “Verità” (vedasi Giov., 14, 6), come potrebbe perdonare la menzogna e qualunque altro peccato (“chi commette il peccato è schiavo del peccato”, Giov 8, 34) senza rinnegare se stesso, senza annullarsi? Se così non fosse, come potrebbe esistere un inferno ETERNO, creato dagli stessi angeli ribelli e “omicidi e menzogneri fin dal principio” (Giov, 8,44)?

  3. Si può anche mascherare la verità, renderla ridicola, proiettandoci sopra le slide della menzogna velenosa.
    Come un gas tossico pompato fin dentro le case e le chiese più sperdute del pianeta, la cortina fumogena delle falsità inebria gli spiriti rivoluzionari e assopisce le masse sempre più confuse.

    Finché non verrà il giorno dell’ira del Padre misericordioso.

  4. Carmela Mastrangelo

    Assolutamente no. Tutti saremo pesati e giudicati come meritiamo e con in più la misura della misericordia, se la imploriamo. Ma per chi non la chiede, non la vuole, non la riconosce, perché neanche riconosce il proprio errore, non ci sarà salvezza.Preghiamo per la conversione di coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio.

  5. Ora non avevo più motivo di dubitare. Mi sarebbe stato più facile dubitare della mia esistenza, che dell’esistenza della verità, la quale si scorge comprendendola attraverso il creato.
    (Sant’Agostino, Confessioni 7, 10)
    Motivo? qualcuno mi indichi un motivo per favore, cioè qualcosa che esista per se stesso e sostenga :’Sono un motivo!’ altrimenti non è che una definizione della mia mente, un attribuire un suono a caso a qualcosa che non ha nulla a che fare con quel suono, suono che in se stesso non ha alcun significato!
    Fate lo stesso, vi prego con: dubitare, mia, esistenza, verità, scorgere, comprendere,creato.

    E’ come mostrare questa frase ad un mongolo, senza tradurla, il significato reale è uguale a quello che comprenderà lui.

  6. Nada, magari se leggi le Confessioni capisci.
    Se poi è la realtà che non comprendi, so che si organizzano corsi di recupero.

  7. Quello sopra e il fondamento della linguistica
    esiste da meno di cent’ anni ma sta facendo passi da gigante
    cerca in internet.

  8. Le confessioni le conosco…

  9. A questo punto ti consiglierei il libretto della vita perfetta di Silesio…

  10. Caro Nada, asserire che niente esista e scriverci su internet è la pura contraddizione di una mente che sceglie di non vedere il vero.
    Usare le parole sostenendo che non hanno significato vuol dire ingannare se stesso se si è convinti di avere ragione, ingannare gli altri in ogni caso.
    Se sei convinto di quello che dici, scrivi in mongolo.

  11. Ottima risposta
    Ma non sostengo che niente esista esiste perché ci siamo messi d’accordo di chiamarla cosi!
    Quindi qualsiasi esistenza è relativa!
    Anche le parole hanno il significato che gli attribuiamo, e non hanno niente a che fare con la realtà oggettiva
    Queste sono le basi della linguistica!
    Consiglio sempre Silesio.

  12. E come abbiamo fatto a metterci d’accordo, in mancanza di una realtà oggettiva comune? Se non esistesse non potremmo comunicare in alcun modo.
    Vedi, Nada, contraddici con ogni parola quanto affermi. La tua è esattamente la ferita di cui parla il post: la menzogna che nega il reale, e quindi fa vivere peggio.
    Come si dice “vivi la realtà” in mongolo?

  13. Tu non comunichi a mezzo della realtà con la quale in verità non hai nulla a che fare ,ma a mezzo di parole cui abbiamo attribuito un significato . (in principio era il verbo)
    Se per caso dico mela ti appare in mente l’immagine di una mela,
    se vedi qualcosa che le assomiglia ti verrà in mente la parola apple, ma è a livello delle parole che pensi e ricordi ed osservi il mondo!
    Esempio: noi parliamo di legno,bosco, boschetto,macchia,foresta,giungla…….
    Un inglese vede solo legno… Wood….
    Noi parliamo di piatti, tazze ,bicchieri, teiere,coppe,vasi da fiori….
    Un inglese solo pot.
    Il modo in cui lingue diverse suddividono la ‘realtà’ è diverso!

    Linguistica in internet!!

  14. бодит бодит байдал

    Sei in grado di leggere questo? Ha qualcosa a che vedere con la realtà?

  15. Comunque non preoccuparti troppo Berlicche!
    Un celebre psichiatra francese (Lacan) sostiene che la gente impazzisce cercando di capire quanto sopra!

  16. Nada, stai dinuovo spammando OT.
    Visto che per te quanto dici è falso e non ha niente a che vedere con il reale, smettila pure e torna nella tua immaginazione.
    Perché qui il vero e il reale sono le sole cose che interessano e di cui vale la pena scrivere.

  17. Certo che per scorgere l’esistenza della verità attraverso il creato, ci vuole un atto d’immaginazione forte, oggi molto impegnativo. L’ateismo o anche il buddismo, l’esoterismo o l’ecologismo sono facili, richiedono una scarsissima immaginazione.
    La realtà tecnologica poi, promette tutto e non chiede nulla alla nostra fantasia, se non una mera dipendenza di tipo infantile.

    La verità è un libro impegnativo, forse impopolare, che sembra comunque non interessare molto. Per questo è messo da parte, sostituito con qualcosa di più facile, fruibile senza sforzo da un’umanità incapace di immaginazione complessa.

    Così si spaccia come verità una menzogna dopo l’altra, come fosse una tattica di vendita, la soluzione pratica a un problema di mercato.

  18. Spesso chi si lamenta genericamente della menzogna , lo fa perché ha una propria idea della Verità. Se tale idea pero’ non viene concretamente espressa , come è possibile per gli altri giudicarla giusta o sbagliata ? Si corre io rischio di discutere del sesso degli angeli.
    Sarebbe quindi opportuno che fosse fatto qualche esempio concreto di menzogna e verità, perché non è affatto certo che tutti siano d’accordo sulle stesse cose.
    C’è poi il vizio umano di confondere fatti , deduzioni ed opinioni, attraverso la menzongna (consapevole o inconsapevole).
    L’iniziatore è sempre il demonio che indusse Eva a mangiare dell’albero attraverso la deduzione che non mangiare di quello fosse come non poter mangiare di nessun albero.

  19. Cioè
    Hai inventato un termine ‘vero’ e lo hai immaginato con molte caratteristiche positive.
    Hai scelto un termine ‘Reale’ e lo hai immaginato come ‘concreto’,’vero’.
    Ti arrabbi se qualcuno ti fa notare che sia il Vero che il Reale non sono che vuote parole cui hai imposto un significato da te scelto e temporaneo.

    Nelle prime pagine del libretto di Suso indicato sopra li dove si afferma che tutto nasce e muore nell’unità è affermato qualcosa che col tuo metodo non arriverai mai a comprendere!

  20. “””Vedi, Nada, contraddici con ogni parola quanto affermi. La tua è esattamente la ferita di cui parla il post: la menzogna che nega il reale, e quindi fa vivere peggio…….”””

    Ora sono diventato OT?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: