Dalle ceneri

“Don! Le devo parlare, con urgenza!”
“Uff, cosa c’è? Ancora con i tuoi dubbi da tradizionalista? Non ho tempo adesso.”
“Ma, Don! La chiesa è in fiamme!”
“Oh, che esagerazione! Sì, è vero, ci sono alcuni scandali, ci sono delle discussioni, ma vedrai che tutto alla fine si risolverà.”
“Va bene, ma…”
“Devi imparare la pazienza. Sì, adesso ti pare che la fede così come tu la pensi sia minacciata, ma questa è la normalità della storia. La Chiesa ha sempre affrontato crisi, questa è solo l’ultima di una lunga serie… vedrai che si risolverà. Su, adesso lasciami lavorare.”
“Quello che volevo dirle è che rischia di andare tutto in cenere…”
“Oh, e che vada! Questi sono tempi nuovi, dobbiamo smetterla di aggrapparci alle vecchie idee per far spazio alle nuove. Dobbiamo ascoltare ciò che ci dice il mondo…”
“… se mi ascoltasse…”
“Massì, ascolteremo anche te, ma devi renderti conto che non sei più importante degli altri. Tutti devono dire la loro.”
“Quello che volevo dire…”
“Lo so, lo so quello che volevi dire, è sempre lo stesso. Devi imparare a lasciar perdere le tue convinzioni, devi farti interrogare dalle sfide del nostro tempo, con un linguaggio nuovo.”
“C’è l’eucarestia, nella…”
“…nella Chiesa, che è minacciata. Lo vedi che so cosa vuoi dire? Ma anche qui, devi considerarla più un simbolo, che…”
“Bisogna salvarla!”
“E lasciami finire! Che, sebbene importante, non è che una delle manifestazioni del Cristo, che per esempio nei poveri trova…”
“AAAGH! DON, LA CHIESA BRUCIA!”
“E’ questo il modo? Calmati, l’hai già detto.”
“Non mi capisce. La chiesa, la sua chiesa, sta bruciando. Se si sporge vede il fumo. C’è un incendio.”
“INCENDIO! E perché non l’hai detto subito?”

***

“Non si è salvato niente, Don. Se mi avesse dato retta subito, se avesse chiamato subito i pompieri…”
“Oh, quante storie. In fondo è meglio così: era troppo grande, era sempre vuota. Ora dalle ceneri potremo ricostruire una chiesa nuova, ho già delle idee…”

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 25 luglio 2019 su diavolerie e cattiverie, fiaboidi. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 8 commenti.

  1. Terrificante.

    Grazie a Dio: “Non prevalebunt”
    o come si scrive.

  2. Non è che quel sistema antincendio, che in passato aveva evitato il completo disastro ma da decenni in disuso, recentemente sia stato completamente smantellato?

  3. Funzionava a pane e vino. Recentemente, l’hanno sostituito con bevande gasate e mortadella

  4. Entro un paio di anni il signor Papa sarà ispirato dall’ultimo libro del teologo Quinzio e dichiarerà il dogma del fallimento del Cristianesimo.

  5. Carmela Mastrangelo

    E’ impressionante vedere come fior di preti e di vescovi si siano lasciati abbindolare da Francesco, credendo che veramente avevano sbagliato tutto fino a poco tempo fa e che ora che Francesco lo dice, lo capiscono. La verità è che chi trascura l’adorazione e la preghiera a cuore a cuore con Cristo, non è più luce ed è un sale che ha perso il sapore, e quindi non si avvede dei pericoli insiti in questa attenzione al mondo. San Giovanni dice: “l’amore al mondo è odio a Dio”. Preghiamo

  6. apertis oculis

    Il Papa Emerito, prima di essere fatto emerito, rappresentava un problema per l’occidente mondano secolarista, perché Benedetto xvi è un maestro del pensiero e della teologi, e da pontefice riusciva a dire cose scomode e vere al mondo laico usando la ragione contro i razionalisti relativisti, e usando la teologia contro i preti modernisti meaculpisti. Papa Benedetto parlava ai politici e diceva tutto con coerenza e precisione, era una guida vera. È stato fatto fuori dall’alleanza di laicisti mondialisti e preti mondanisti e al suo posto hanno messo un gesuita terzomondista, mediaticista, cerchiobottista, scetticista e forse anche comunista. Bergoglio parla ai politici con untuosa diplomazia, non dice niente di forte come la verità, parla come se Dio non esistesse e Cristo fosse un modello immaginario e ormai tramontato. Bergoglio non è cattolico, un cattolico pone innanzi a tutto la verità di Cristo e della Chiesa. Bergoglio sembra un rappresentante aziendale che va a scusarsi e a dire banalità per non offendere nessuno con la verità. Ci crede lui alla verità se la mortifica così? All’inizio pensavo che la sua strategia fosse temporanea ed evangelica, astuti come serpenti e innocenti come colombe, ma non ha più cambiato stile e ora si è appassionato alla commedia del papa irrilevante, astuto come una colomba e innocente come un serpente. La Chiesa sta perdendo tutto. Non prevarranno le forze delle tenebre sul piano divino ma sulla chiesa terrena hanno prevalso e la grande apostasia è atto. Anche se la profezia di Malachia è un falso bisogna riconoscere che la coincidenza di Bergoglio con Pietro II sarebbe stupefacente. ESTOTE PARATI, OREMUS! Il katechon è dissolto, i tempi della messe sono giunti.

  7. Ecco, e io che mi lamento delle mie scottature. Vergogna!
    (che bello però, dirmelo da sola, stavolta).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: