I candidati

Una volta ho visto gli stambecchi lottare tra loro. In uno spiazzo sperso in mezzo alle pietraie si sfidavano a turno: si alzavano sulle zampe posteriori e scontravano le corna con un rumore che risuonava come uno sparo in tutta la valle. Lottavano per le femmine che, sdraiate da un lato, valutavano i contendenti ruminando piano.

E ho letto degli uccelli giardinieri. Sono piccoli uccelli passeriformi che, per impressionare le possibili compagne, creano dei nidi bellissimi e inutili. Le loro creazioni sono incredibili, uniscono frutta ad erbe piegate a sassi levigati disposti secondo geometrie misteriose.

Così, del presente momento non mi sorprendono affatto i lavori stradali per ogni dove, le ritinteggiature frettolose di edifici pubblici, gli asfalti nuovi; e manifestazioni e contromanifestazioni, grandi proclami, dibattiti e battibecchi, emergenze di ogni tipo, genere e specie, come se il mondo si fosse appena svegliato da un lunghissimo sonno. E’ periodo elettorale.

Come per l’accoppiamento di stambecchi e uccelli, il candidato ha bisogno di impressionare chi dovrà di lì a poco compiere una scelta; e se la natura ha dotato di corna maestose quelle capre delle rocce e di un senso estetico inarrivabile volatili con il cervello delle dimensioni di una nocciola, non vedo perché dovrei negare a dei politici l’opportunismo malizioso dei lavori dell’ultimo minuto.

Una cosa sola, a pensarci, mi inquieta di questo paragone: cosa accade, in natura, a chi ha operato la scelta, da parte dell’eletto, dopo che la decisione è stata presa.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 10 maggio 2019 su diavolerie e cattiverie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 3 commenti.

  1. XD

  2. Questo è un giallo degno delle farfalle monarca, che potrebbero apparire migranti o pendolari, a seconda dei punti di vista.

  3. Quando sento parlare di “sensibilità estetica” o “culturale” attribuita e una specie animale, solo perchè esibisce qualcosa che da una visuale antropocentrica può giudicarsi “bello” (oggi poi, col metro sgangherato della cosidetta “arte contemporanea”) mi viene l’orticaria.
    A ogni modo, sappiamo che l’animale è guidato dall’istinto, non ha scelta; e quando più fattori istintuali sono coinvolti, l’animale non si pone un problema di regole, è “costretto” a seguire quello più forte. Che potrebbe anche procurargli un danno; ma non ne trarrà “giudizio”, semplicemente alla prossima occasione prevarrà un diverso fattore di costrizione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: