Società di orfani

Impressiona il livello – basso, per non dire di peggio – delle critiche al convegno di Verona sulla famiglia. Ci si domanda dove certa gente sia cresciuta. Si ha quasi l’impressione che abbiano subito un forte trauma infantile, orfani per abbandono. Potrebbe essere: accade quando i genitori smettono di educare. Quando dicono, fai le tue esperienze, tanto è lo stesso, non scelgo per te. Quando sono assenti, fisicamente e no. E il figlio si trova da solo in un mondo troppo grande.
Mentre il ruolo dei genitori è proprio dare loro una strada sicura da seguire, fino al giorno in cui sapranno sceglierla da soli.

Poi arriva il momento in cui il figlio si rende consapevolmente orfano, compie il parricidio, il matricidio virtuale: la crisi dell’adolescenza. E’ il momento del distacco, il momento in cui la famiglia è rifiutata perché l’adolescente deve imparare come costruire la sua famiglia. Rigetta gli insegnamenti ricevuti per poterli capire, e farli suoi. Il comprendere cosa sia davvero la famiglia coincide con l’età adulta. E’ una questione di esperienza.

Ma che accade quando questa esperienza non giunge? Quando l’adolescenza è insegnata, perpetuata, voluta, e diventa ebbrezza di potere, vizio, decisione? Se gli adolescenti sono al potere maledire la famiglia non è più ribellione, è conformismo. Il linguaggio e i modi dei “critici” di cui sopra ricordano troppo quello dei bulletti perché ciò sia casuale.
Per questa generazione è giunto il momento di crescere. Ma da quale padre possono ritornare?

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 21 marzo 2019 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 6 commenti.

  1. Federico Fasullo

    Al di là delle critiche tipo “sono un gruppo di dementi” che non sono per nulla costruttive,da quello che ho visto pare che di famiglia non parli nessuno, ma proprio nessuno (neanche quelli che difendono il convegno di verona, poffare), è la solita battaglia per i diritti delle donne e degli omosessuali. Che noia.

    Federico

  2. Trovo solo notizie contraddittorie, non esiste un sito con le tematiche trattate??? Per parlarne con cognizione di causa anche solo in familgia! ;)

    Ciao, Fior

  3. Paolo Bellamoli

    Sito della manifestazione:
    https://wcfverona.org/it/

    Ciao. Paolo

  4. Più che il livello delle critiche ciò che mi sgomenta è l’isteria delle reazioni. Altro che dibattito, qui è impossibile anche solo aprire bocca senza trovarsi contro gruppi ideologizzati che non si stancano mai di vomitare slogan ed insulti. Questo clima è assurdo e insostenibile.

  5. @ ago86

    “qui è impossibile anche solo aprire bocca senza trovarsi contro gruppi ideologizzati che non si stancano mai DI VOMITARE slogan ed INSULTI.”

    Ma nessuno se ne accorge — a parte l’attentissimo Federico Fasullo –, perché Famiglia Cristiana non ha ancora pubblicato una copertina ad hoc, come quella tutta dedicata all’ “altro” (sempre troppo “altro”) vicepremier.

    Ma perché parlarne, del resto? Meglio guardarsi, in silenzio, un bel film: “Silence”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: