Corteo

E’ una delle più grandi manifestazioni di sempre, gongolano felici gli Organizzatori. Milioni di studenti che, grazie ad una raggiunta consapevolezza globale, decidono di saltare un giorno di scuola per protestare pubblicamente contro l’inazione della società. Guardateli, mentre i professori insegnano loro cosa urlare, come tenere gli striscioni, alzare cartelli e ritmare gli slogan con i fischietti. Una manifestazione spontanea così accuratamente preparata non può che essere un successo. Sì, gli Organizzatori possono essere giustamente orgogliosi del loro lavoro, d’altronde hanno decenni di esperienza nel concepire e realizzare questo tipo di eventi. Accuratamente fuori vista ascoltano sorridenti i ragazzi più fotogenici enunciare sicuri il loro credo. Giornalisti e fotoreporer estatici pendono dalle labbra di questi adolescenti che affrontano con sicurezza argomenti di cui professori universitari con molta più esperienza di loro discutono con dubbio e incertezza. Sicuramente quei ragazzi in questo istante stanno ponendo le basi per folgoranti carriere di cui i loro genitori possono essere giustamente orgogliosi. Non ci si improvvisa facilmente ingenui idealisti, occorre un serio lavoro e una solida organizzazione mediatica alle spalle.
Ma guardateli, con che allegra determinazione questi giovani, questa nuova generazione, marcia inalberando i propri cartelli. Ci sono certo cadute di gusto, slogan salaci, blasfemi, insultanti, ma è nella natura delle cose, sarebbe strano il contrario. L’importante è che ripetano i concetti che hanno appreso, o quantomeno orecchiato. Contro cosa manifestano? Oggi contro le fasi lunari. Non è possibile, dicono, che non si sia fatto ancora niente in proposito. Da quando l’imperialismo ha raggiunto anche il nostro satellite stiamo andando verso il disastro; la fine del mondo che potrà essere evitata solo impegnandoci tutti insieme con una coscienza ecologica globale. Reclamano nuovi fondi per fermare le maree, convegni e comitati e assemblee sul progressivo decrescere della luna, e agire ora! Soprattutto ce l’hanno con la vecchia generazione, i loro genitori, che hanno ignorato il problema e hanno lasciato a LORO un mondo così di merda. Sono i vecchi che invece di preoccuparsene, di inseguire un ideale, hanno preferito assicurare loro un letto, cibo, istruzione, e questo è insopportabile. Deve cambiare. Vale la pena saltare la scuola per questo, persino smettere di andarci del tutto. Per fortuna ci siamo qui noi, dicono, cantano, gridano i giovani. Noi faremo la rivoluzione, siamo la rivoluzione. Tra di loro, gli Organizzatori non sanno trattenere una lacrimuccia. E’ come ai nostri tempi, la stessa cosa, si dicono. E’ così bello non crescere mai.

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 15 marzo 2019 su diavolerie e cattiverie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 13 commenti.

  1. Marina di Marino

    Ma io lo avevo scritto
    Di chi è la colpa… Tutti questi che mi bliccano
    Di chi è la colpa

  2. Marina di Marino

    È nevicato in paese e sulle cime dei monti
    Poi un bizzarro sole ha sciolto la neve.. Un vento dispettoso ha convinto a bloccare le bidonvia.. Non si può sciare sulle alture..
    Il sole tiepido sembra sorridere nel cielo blu
    Come lo valutiamo questo sole che scalda..
    È un tepore che scioglie le ossa oppure un sole dispettoso che impedisce le ultime sciate di marzo
    Di chi è la colpa
    Tua.. Che mi guardi dallo specchio..
    Si certo proprio tua..
    Ora rompo lo specchio…

  3. Corsi e ricorsi storici.
    Odio generazionale fomentato dalla macchina della propaganda, che ha bisogno che ogni generazione odi la precedente per riscrivere la storia.

  4. “Greta ha detto due cose molto interessanti al Corriere. La prima è che non sa perché molti politici e grandi della terra esaltino il suo impegno “visto che manifestiamo contro di loro”. La seconda è che non parteciperà al megasummit degli esperti sul clima di New York perché “non prendo aerei e sarebbe complicato raggiungere New York”. Fa bene, tanto ci sono gli adulti a veicolare coi loro social quello che pensano di aver capito della sua dottrina green: il migliore è “Greta è più saggia di noi, è vegana e non prende aerei”, ma sono belli anche quelli che inneggiano al suo manicheismo da sedicenne, lo stesso modo di vedere le cose che se non applicato al clima viene bollato a capocchia come “fascismo”.”

    La prima cosa che ha detto è molto interessante: è in pratica la conferma di quanto sostiene il post di Berlicche.

  5. Visto l’inquinamento crescente con cui stiamo soffocando il pianeta, molti ironici commentatori immagino saranno felici di lasciare la Terra a topi e blatte.
    Perchè questi ragazzi saranno pure ingenui e pilotati, ma il problema che evidenziano è enorme.

  6. Un conto è l’inquinamento, un altro conto è il cambiamento climatico, e ancora un altro conto è l’origine antropica del cambiamento climatico. Se confondiamo queste tre cose non capiamo nulla.

  7. Come dice una manifestante intervistata, è colpa dello spread…

  8. In fatto di clima e inquinamento atmosferico, la Terra oggi sta decisamente meglio di ieri. Si sa ma non si dice.

    http://www.brunoleonimedia.it/public/BP/IBL_BP_175-Clima.pdf

  9. @ago86: non so quanto possa essere la componente antropica su eventuali cambiamenti climatici, ma so per certo che stiamo riducendo il pianeta ad una schifosa discarica.
    Se continuiamo così, non ci sarà bisogno di un disastro climatico per suicidarci.

  10. Mi piacerebbe chiedere agli studenti che hanno scioperato se siano disposti a compiere qualche sacrificio personale per ridurre l’inquinamento.
    Sono disposti a rinunciare o, quanto meno, a non cambiare frequentemente gli smartphones , posto che l’attività di estrazione delle terre rare è altamente inquinante e il loro basso prezzo, come quello di molti oggetti tecnologici , incorpora una diversa sensibilità ambientale?
    Sono disposti a rinunciare , o almeno , a diradare, i piacevoli voli a basso costo che li portano intorno al mondo, considerato che gli aerei inquinano?
    Le ragazze sono disposte a rinunciare a cambiare guardaroba, ad ogni cambio di stagione , accumulando caterve di indumenti , comprati a poco, ma certamente prodotti, in spregio delle più elementari norme di rispetto per l’ambiente?
    Che i telefonini siano costruiti e d i vestiti cuciti sfruttando la manodopera , cioè esseri umani , sembra non importi niente a nessuno.
    Certo la situazione ambientale , in occidente è migliorata, ma anche perché le attività inquinati sono state esternalizzate!

  11. Naturalmente la colpa non è di queste migliaia di adolescenti per i quali, quando si tratta di saltare lezioni, vale sempre la nota espressione di Enrico IV. L’indignazione senza costi né in entrata né in uscita, è diventato il modus vivendi degli intellettuali e dei giornalisti (ai quali è richiesta solo immediatezza). Se questo modus si è travasato nel popolo, di che meravigliarsi?

    L’inquinamento (concetto già di per se sfuggente) rappresenta uno dei più complessi problemi da comprendere, quel tipo di problemi per i quali non esistono soluzioni che non presentino effetti negativi anche pesanti su altre questioni vitali per i singoli e per la società nel suo complesso. Problemi che di tutto hanno bisogno meno che il voler “fare qualcosa comunque, agire subito costi quel che costi”, perchè un conto è prendersi cura efficacemente dell’ambiente, un’altro é fare dell’Ambiente l’idolo al quale sacrificare anche un solo uomo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: