Tra Kamapuaʻa e Anubi

Sono in una sorta di chat con alcuni bestemmiatori seriali. Ogni volta che qualcosa va storto sono invocazioni alla divinità seguite o precedute da nomi animali. Dopo alcuni vani tentativi di richiamare ad un maggior rispetto mi sono rassegnato alle intemperanze verbali. Se uno non comprende il fastidio che possono dare certe pratiche non sarà certo un pistolotto moralistico a fargl cambiare idea; anzi, servirà piuttosto a rendere ancora più cattivo gli interventi, per pura malizia. Così ora mi sono risolto a ricorrere a strategie diverse.

Ad esempio suggerire che probabilmente, in un’ottica di mancanza di fortuna, paragonare il Dio creatore di tutte le cose ad un suino non è una buona tattica per ottenerne di più: o non esiste, e allora perchè insultare il nulla, o esiste, e allora in bocca al lupo per la tua arroganza. E anche se pensi che le probabilità siano maggiori sulla prima ipotesi, te la senti di scartare la seconda con assoluta certezza?

Altro argomento è che questo tipo di lamentele con il divino fanno somigliare molto a quel tipo umano noto come”bimbominkia”. Bambocci che si atteggiano a duri con parole sconce, ma che frignano per ogni contrattempo; l’antitesi di quel guerriero di un tempo che sopportava ogni rovescio in silenzio. Altro genere di eroi rispetto a quelli oggi in voga.

Sortisco qualche effetto? Boh. Così silenziosamente dico, per ogni bestemmia letta, una preghierina per il suo estensore. Dicendomi che per loro, di fede confusa o nulla, è come invocare Kamapuaʻa e Anubi, che quel nome di dio da loro urlato è solo quello un idolo incosciente. Ma che dolore per loro, bambini smarriti senza accorgersi di esserlo. Sì, potrei andarmene: ma chi resterebbe ad indicare il Dio vero?

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 2 febbraio 2019 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Anubi e Kamapua’a: degni rappresentanti di un panteon onnicomprensivo quanto vago, una sorta di emporio di idoli per tutti i gusti, o anche, come si suol dire, per “cani e porci”.

    Il che mi riporta al famoso consiglio evangelico: “Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.” (Mt. 7,6)

    Ma non è il solo brano neotestamentario che mi ricorda. C’è anche questo dell’Apocalisse di San Giovanni, al capitolo 22:

    [13] Io sono l’Alfa e l’Omega, il Primo e l’Ultimo, il principio e la fine. [14] Beati coloro che lavano le loro vesti: avranno parte all’albero della vita e potranno entrare per le porte nella città. [15] Fuori i cani, i fattucchieri, gli immorali, gli omicidi, gli idolàtri e chiunque ama e pratica la menzogna!

    L’unico e vero antidoto è sempre il solito: il …bucato nel Sangue divino. E il più efficace filo di prolunga necessario a mettere in funzione la … lavatrice o persino, in certi casi, il solo efficace è anche quello insostituibile: la preghiera, condita con fioretti, qua e là, e molto cuore. Cuore ardente, insistente e tenace a tutta prova, ma silenzioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: