Qualcosa che ci sfugge

Due parole sulla genesi del racconto di ieri.
Pensando ai sottili getti letali che determinati oggetti cosmici possono per loro natura rilasciare avevo immaginato, già parecchio tempo fa, un racconto di fantascienza in cui un genocida professionista ne adopera uno per distruggere un pianeta. Come tante altre idee l’avevo messa da parte per altri giorni.
Poi ieri mi è capitato l’occhio su questo articolo che mi ha fatto fare un salto sulla sedia.
Quante probabilità ci sono davvero che i getti in uscita dal centro della nostra galassia puntino direttamente a noi, come questi ricercatori affermano? Per intenderci, sarebbe come se spediste una matita oltre Saturno e poi scopriste che quella matita così distante punta esattamente alla vostra fronte. Forse anche più improbabile.

Di fronte ad una scoperta del genere, ci sono solo tre possibilità.
La prima, si sono sbagliati. Non ci sarebbe da stupirsi o scandalizzarsi. La scienza avanza anche tramite errori.
La seconda, che si tratti davvero di una coincidenza incredibile.
Ma la ragione suggerisce una terza possibilità. Che questo allineamento abbia un qualche significato che a noi sfugge. Che sia altamente significativo per la nostra stessa esistenza, casuale o no. Non bisogna subito pensare alla mia ipotesi cinica e disperata: potrebbe essere il motivo stesso per cui esistiamo, potrebbe essere l’occhio di Dio su di noi. Un dono misterioso di cui non possediamo, ora, il senso.

Certo, ci hanno insegnato che non siamo niente di speciale nell’Universo e adesso ci troviamo inesplicabilmente al centro del riflettore cosmico. Qualcosa non torna.
Ma c’è molto altro che non torna, ci sono tante cose che ci dicono non contare niente e invece sono la struttura stessa della vita, e altre a cui è data la massima importanza che sono più vuote del vuoto tra i soli.
Sappiamo ancora così poco di chi siamo e dove siamo. La realtà, la verità ci parla con parole inattese. Teniamo gli occhi aperti, ma soprattutto il cuore.

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 24 gennaio 2019 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. Non sembrerebbe l’unico “fucile puntato” sul nostro pianeta. Anche un lampo gamma “covato” nei segreti recessi di una stella a circa ottomila anni luce di distanza da noi, sembrerebbe prontoo ad annientarci, perché direzionato — sempre secondo i calcoli degli addetti ai lavori — verso la Terra. Qui un riassunto dello scenario che ci si prospetta, con molta probabilità (almeno secondo alcuni astrofisici e i calcoli da loro eseguiti):
    http://www.nibiru2012.it/wr104-pericolo-letale-la-terra/

    Gli alieni K sembrano tipacci molto solerti, ma c’è chi si diverte, molto più di loro e per nostra fortuna, “a rovesciare i potenti dai troni” e che ha un debole irrevocabile per noi terrestri.

  2. Maria Cristina

    Stat Crux dum volvitur orbis.
    La Croce resta salda mentre il mondo gira.
    Motto dei Certosini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: