Le acque dentro il buio

KAWAAKARI: in giapponese, lo scintillio di un fiume al crepuscolo, o durante il buio.

Vi sarà capitato, forse, di passare accanto ad un fiume nell’oscurità. Non riuscite a vederlo, ma riuscite a sentirlo: onda che si muove, come il fruscio di una grande bestia, di un indicibile animale che si snoda nel buio. C’è odore d’acqua: e di tanto in tanto un riflesso, come la scaglia di un serpente.

Il fiume scorre anche se non lo vediamo. C’è. Non si ferma, non si arresta. Tutto quello che possiamo cogliere è questo scintillio. Le stelle gli brillano dentro, il loro riflesso trascinato dalla corrente. Un’istante, è andato.
Giungerà l’alba: quello che ora è solo intuito riapparirà con la prima luce dell’aurora. E capiremo quanto il fiume è profondo.

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 14 gennaio 2019 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Maddalena Cassinari

    Bello! Grazie Maddalena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: