C’è tensione

Quando scocca la scintilla? Quando c’è differenza di potenziale.

Sto parlando di elettricità, è chiaro. Se gli elettroni fossero esseri viventi, potremmo dire che ritengono desiderabile muoversi. C’è tensione, e scattano.

Ciò che è vivo funziona così: si muove quando vede, quando cerca qualcosa di più desiderabile. Chi glielo fa fare, altrimenti? Il gatto sta bene acciambellato sul divano, il ragazzo arrotolato intorno alla Playstation. Non si sposteranno se non per uno stimolo maggiore: la ciotola di croccantini, la madre che richiama ai compiti.

Per questo il potere vuole omologare tutto, distruggere ogni differenza. Tra lingue, tra nazioni, tra sessi, tra pensieri. Perché ciò che è tutto uguale non ha movimento, è statico, senza sorprese, è facilmente dominabile.

Ma quale maggiore differenza di potenziale che quella tra noi e l’infinito? Non possiamo non essere attirati dall’infinitamente vario.
Il paradiso è l’opposto della noia, perché è il regno della possibilità infinita. Per contro l’inferno è la mancanza di tutto ciò che è appetibile e desiderabile, lo zero assoluto del vero, del giusto, del bello.
Nonostante quello che il re della menzogna, che odia ogni creazione e ogni creatore, cerca di farci credere, l’inferno è la vera morte, la staticità senza fine, il vicolo cieco di ogni divenire.

Mentre lassù il cielo è pieno di lampi, di vortici, e salendo ancora di soli e sereno.

 

 

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 8 novembre 2018 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 3 commenti.

  1. Grazie caro Berlicche, è così! Andiamo, corriamo, cerchiamo ciò che è Buono. Arriveremo in quel Cielo, in Paradiso! E se a volte giocano a nascondino le nostre Intenzioni Buone, cerchiamole e trasformiamole in sorrisi, mani tese, Pensieri e Preghiere!

  2. Bella questa riflessione.

    Mi viene in mente che il peccato originale é proprio credersi Dio annullando così la differenza di “potenza” rendendo impossibile quindi il travaso dell’infinito amore sanante di Dio in noi.

  3. Concordo pienamente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: