Viva la salute

Ormai il giornale lo leggo solo più al bar. Lo sfoglio mentre sorseggio il cappuccino, in questo assonnato lunedì mattina. Una notiziola mi attrae lo sguardo: “Trump taglia i fondi federali alle cliniche pro aborto

Per quelli che frequentano come me certi siti di notizie è una vecchia novità. Ma mi colpisce il taglio del pezzo. “Il provvedimento colpisce in particolar modo “Planned Parenthood”, l’organizzazione senza scopo di lucro che fornisce servizi per la salute, tra cui l’aborto, e riceve sino a 60 milioni di dollari l’anno in finanziamenti…

Quasi mi va per traverso la brioche. “Planned Parenthood” senza scopo di lucro? Come no, tanto che  per mettere da parte qualche soldino vendeva i pezzi dei bimbi abortiti. “Con questi mi compro la Lamborghini“, gongolava un dirigente.
Che poi tra i “servizi per la salute” sia compreso anche uccidere i bambini, è una convinzione che forse anche alcuni sindaci e attivisti nostrani condividono: tipo quelli che si offendono a dire che una mamma aspetta un figlio e non un grumo di cellule cancellabile a piacere, o si risentono se si fa notare che selezionare le femmine abortendole è pratica diffusa. Mi domando la salute di chi.

Qui, come nei due o tre altri pezzi che ho scovato in giro che approfondiscono la notizia in senso negativo, è insinuato chiaramente che da pare di Trump si tratta di mossa politica. Oh, può essere: era nel programma del Presidente USA, erano mesi che ci tentava, adesso forse c’è riuscito. Ha fatto una promessa e ha dimostrato di avere le palle per mantenerla.

Avercene qui, di politici così.

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 21 maggio 2018 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 16 commenti.

  1. Se proprio la vogliamo dire tutta l’aborto non è un toccasana per la salute della donna, quindi servizi alla salute della donna, non credo. Neanche la ru è una passeggiata, a volte ci si muore.

  2. ILe palle di Trump‼️ aveva ragione il Battista che Dio anche dalle pietre riesce a tirare fuori figli di Abramo. Palle come pietre ed effettivamente qualche figlia e qualche figlio di Abramo sono stati tolti dalle grinfie di Parenthood, di Ilary Clinton e di Cirinna’ . Shalom a questi figli di Abramo grazie a Trump e lode a Dio.

    CARAMELLINA APOLOGETICA

    Nel giorno di Ognissanti del 1943, con tanti altri compagni, mi trovavo in un grande Lager, in una landa lontana e tristissima. Sotto un cielo plumbeo e nevoso, il cappellano ci raccolse a Messa e al Vangelo ci lesse le Beatitudini. Lentamente, senza commento, nel più assoluto silenzio e sotto lo sguardo delle guardie che dall’alto delle torrette ci tenevano puntate le mitragliatrici. Noi eravamo come la grande folla ai piedi del monte delle Beatitudini: ogni parola entrò nel nostro cuore e ci sentimmo immensamente più liberi delle nostre guardie.

  3. A quanto pare, da una brevissima ricerca, il video è falso. Ma tipo tutta l’accusa mossa dalla CMP è falsa.
    Non che sia qui a difendere Planned Parenthood, ma giusto per dovere di cronaca.

  4. Hai fatto una ricerca troppo breve, Fasullo: il video è verissimo, come pure tutte le accuse.

  5. Quando uno inizia con “A quanto pare” non dovrebbe scrivere “è falso” ma “sarebbe falso”. Fa piacere comunque vedere oggi Federico Fasullo che si assoggetta ad un dovere e non che reclama un diritto…

  6. Ma grazie a Dio che Trump è stato eletto. La Clinton avrebbe quadruplicato i fondi a quei macellai…

  7. B, hai qualche link che possa essermi utile? Tipo le pubblicazioni dei video integrali.

  8. Berlicche,
    sì, sono entusiasta e strabenedico Dio e il suo Santo Spirito che hanno ispirato a Trump questa promessa elettorale e poi la fermezza granitica per tenere ad essa fede.

    Però, mi perdoni Lei e anche il buon Dio, in un angolino della mia mente permane un’ombra sottile di tristezza: è possibile mai che, negli States, come da noi, come — sospetto — ormai un po’ ovunque nel mondo, per ottenere che un politico vari finalmente misure come questa bisogna poi sorbirsi dal medesimo “potente” in questione, una frenesia quasi amorosa per la vendita all’ingrosso di armi e armamenti supermoderni a personaggi non proprio raccomandabili in caffettano e capo velato, così come pure decisioni unilaterali e iraconde come la cancellazione di quello che avrebbe dovuto essere il prossimo summit di pace a Singapore, il 12 del mese venturo?

    Non mi fraintenda: non ho la minima intenzione di beatificare con un “santo subito” l’interlocutore nord-coreano di quegli incontri in programma fino a ieri e ora cancellati, ma mi sarebbe piaciuto che almeno Mr. “you are fired!” aspettasse di aver provato a parlargli e a stringere questo benedetto accordo, prima di allargare le braccia desolato e riconoscere che “no, we can’t”.

    E comunque, visto che ho biasimevolmente dimenticato di fare a Lei e a tutti i non meno cari e preziosi frequentatori di questo blog (be’, quasi tutti) i miei più fervidi auguri di buona Pasqua, colgo adesso l’occasione per farLe/farvi , per dopodomani, quelli di buona, gioiosa solennità della Santissima Trinità, unica, vera e indistruttibile fonte e dimora della nostra Pace.

    Ad altiora semper!

  9. Marilù, quello di Trump è un gesto da vecchio marpione della negoziazione. L’incontro l’avrebbe cancellato il coreano, obbligando Trump ad inseguire; Trump gli ha sfilato il tappeto da sotto i piedi. Non è finita, state a vedere.

  10. Ciao Marilù. Grazie 💐💐💐
    Auguri a te per tutta la bella successione di feste post-pasquali.

  11. Cara Marilù,

    La invito a leggere il testo originale della lettera con la quale il Presidente statunitense declina l’invito del Presidente nordcoreano, per esempio qui:

    http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2018/05/24/ecco-lettera-trump-kim_k2y3Po6fWE943WoIKC005K.html

    Colgo al suo interno qualcosa di più di un “gesto da vecchio marpione della negoziazione”, giudizio che condivido, così come condivido totalmente la chiusa di questo post di Berlicche: “ … Ha fatto una promessa e ha dimostrato di avere le palle per mantenerla. Avercene qui, di politici così”.

    Quanto poi al tuo giudizio negativo sulla “frenesia quasi amorosa per la vendita all’ingrosso di armi e armamenti supermoderni a personaggi non proprio raccomandabili in caffettano e capo velato” mi permetto di farti notare che purtroppo la storia ci insegna che le guerre si scatenano soltanto quando una potenza è convinta di sopraffare facilmente l’antagonista mente un equilibrio di forze è purtroppo il solo deterrente a che questo avvenga. In quell’area abbiamo, oltre allo Stato di Israele, due potenze (Iran e Arabia Saudita) e due concezioni dell’Islam che si fronteggiano con una grande ostilità sempre meno dissimulata e contenuta. E l’Iran, grazie all’insipienza, se non alla malafede, del predecessore Obama, avrà in qualche anno la possibilità di sviluppare il suo armamento nucleare a meno che non venga fermato in tempo, per esempio con un nuovo accordo negoziato dal “vecchio marpione della negoziazione”.

    Grazie di cuore, infine, per gli auguri per la prossima solennità della Santissima Trinità, sentitissima in quel di Venezia ma non soltanto (la Comunità Pastorale che raccoglie alcune parrocchie della città in cui vivo si chiama Santissima Trinità d’Amore, ed il nome fu scelto perché vincente in un referendum tra i parrocchiani…)

  12. Ehi Eppe! Paesano! Qui Treviso 😊😊😊

  13. Mi spiace (per me), Francesca, ma sono soltanto tuo connazionale, non paesano…. Sono infatti brianzolo.

    «È quindi communemente considerato per Brianza tutto quel delizioso paese che è conterminato dal fiume Lambro a ouest e dall’Adda all’est, dal torrente Ravella e dalla Vallemadrera a nord, e da quella Via postale che da Canonica di Lambro mette a Vimercato e da questo borgo a Imbersago e Brivio lungo l’Adda. Due terre dette Santa esistono appo questo paese, l’una presso Monza, l’altra oltre Civate. Una cicloidale che, da questa ultima Santa passando per Sala, Oggiono, Dolzago, Barzanò, Monticello, Missaglia, Osnago, Usmate, Arcore, poi nella Santa di Monza, Iascia ad ouest la Brianza comasco-milanese e a nord-est quella bergamasco-milanese»

    (Francesco Cherubini, Vocabolario milanese-italiano, Vol. 5, Stamperia Reale Milano, 1814)

  14. A Berlicche: ha colto nel segno e fatto centro. In caso ne avessi proprio bisogno, qualche numerino della lotteria sarebbe disposto a suggerirlo?
    :–)

    A Eppe: grazie mille del link col testo della lettera di Trump. In effetti, in quel documento Trump riesce bene nell’intento di far le fusa da stregatto, in abile controcanto al ringhio minaccioso, dietro un mezzo sorriso, del suo vice Pence (la volpemaga?).

    Mi trovo tuttavia ad avere qualche perplessità circa l’applicazione dell’idea secondo cui “le guerre si scatenano soltanto quando una potenza è convinta di sopraffare facilmente l’antagonista mente un equilibrio di forze è purtroppo il solo deterrente a che questo avvenga”. La situazione di Afghanistan e Iraq stanno lì a dimostrare, purtroppo, non solo che questo è vero, ma che questo principio è stato ripetutamente sfruttato, a proprio vantaggio, precisamente dai capi politici (Trump incluso) di quella superpotenza che vorrebbe presentarsi come arbitro e paciere internazionale, tutto dedito a scongiurare atrocità del genere. Senza contare la doppia, contemporanea tragedia di Siria e Yemen, quest’ultima definita la “guerra dimenticata”, scoppiata proprio per iniziativa di uno dei paesi confinanti più inquieti e turbolenti, oltre che abbondamentemente riforniti di armi per l’appunto dal “gigante buono” atlantico e dalle nostre stesse imprese militari e presidenti del consiglio, temporaneamente designati come loro solerti e proficui A.D.

    Questo, da noi a Roma, significa “fare l’amico del giaguaro”. Con buona pace di stregatti & Co.

    Un sorriso e un caro saluto,
    marilù

  15. @ Eppe.
    Avevo dedotto (erroneamente) dal tuo post che tu “vantassi” origini veneziane.

    Praticamente ti avevo già immaginato così – che cantavi una canzone come questi signori di Venezia :

    (scherzo)

    … Secondo me però i suddetti non intendevano il card. Sarah 😄😄😄

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: