Servi della morte

Dove sono tutti gli strenui difensori della libertà? Dove sono quelli che “la volontà del paziente prima di tutto”, nel caso di Alfie Evans, come in quello precedente di Charlie Gard o dei tanti altri che non hanno conquistato l’onore delle cronache perché i protagonisti sono stati schiacciati o la censura e la disinformazione hanno impedito di conoscerli?

Non si sentono. Il loro silenzio è però più eloquente dei fiumi di parole che ci hanno riversato addosso in altri casi. Rivelatore.
Le loro battaglie di libertà non sono al servizio di un signore qualsiasi.
La battaglia per la libertà di “morire con dignità”, al servizio della morte.
La battaglia per la “libertà di decidere della donna” di uccidere il proprio figlio, al servizio della morte.
La battaglia per la libertà delle droghe, al servizio della morte.
E non di una morte qualsiasi. Della morte procurata, della morte innaturale.

Quello lo stendardo.
Chi il loro capitano?

 

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 19 aprile 2018 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 12 commenti.

  1. Burato Massimo

    …ma anche: dov’è l’esercito del cavaliere bianco? Di fronte ai crimini già perpetrati e che ancora hanno la pretesa di avere posto nel mondo, chi avrà la lucidità, il coraggio e la retta coscienza di opporsi senza fermarsi alle parole?
    C’è chi si autodenuncia dopo aver privato un uomo della sua vita, noi siamo pronti se necessario a donare la nostra per il prossimo?
    Colui che ci ama non ha avuto dubbi.

  2. «Mancando di un fondamento trascendente, la libertà ha preso per oggetto e fine se stessa: è diventata libertà vuota, libertà della libertà, legge a se stessa, perché libertà senza legge che non sia l’esplosione degli istinti o la tirannia della ragione assoluta ch’è poi il capriccio del tiranno. Il pensiero moderno, nelle sue forme più coerenti, rifiutando la metafisica ha distrutto ogni morale, poiché la morale esige la distinzione assoluta fra il bene e il male, fra il vero e il falso: ma questo a sua volta esige una verità ed una bontà assoluta, la quale è lo stesso Essere assoluto che gli uomini, come nota S. Tommaso, hanno chiamato Dio (S. Th. I, q. 2, a. 3)» (Cornelio Fabro, Un maestro di libertà cristiana: Josemaría Escrivá de Balaguer, in «L’Osservatore Romano», 2 luglio 1977).
    Da qui

  3. “…il credente ha già qui, sulla terra, la sua ricompensa. Questo è il punto. Il credente, stando con Dio, affidandosi a lui, vive nelle braccia del Padre e così vive bene, al sicuro. Ecco il premio, ecco la ricchezza.” Questa frase, che possiamo leggere qui grazie ad Aldo Maria Valli (e a Berlicche, ovviamente, grazie!) è rassicurante e rasserenatrice (non poco di questi tempi). Direi che mi ricorda, in ambito sportivo, quello che provo quando penso che sono juventino.

  4. Ho letto poco fa che la corte suprema inglese ha negato ai genitori di Alfie la possibilità di dibattere ulteriormente il suo caso e questo ovviamente nel silenzio tombale dei media. E anche della sentenza attesa per oggi riguardo a Vincent Lambert non si sa ancora nulla. Mi vergogno di quanto ho scritto nel post precedente ma in questo tempo nel quale ci viene detto che è bello e giusto cercare il nostro “miglior interesse” e che lo possiamo trovare anche nella morte di chi lo ostacola (fosse pure il nostro stesso corpo come nel caso di Dj Fabo o quello del piccolo Alfie nel caso dei medici dell’ospedale) il mio desiderio di pensare ad una realtà diversa si fa ossessivo. Scusatemi per favore.

  5. L’ha ribloggato su Betania's Bar.

  6. Una volta, tanto tempo fa, i cavalieri crociati (anche i britannici) si affollavano presso i porti della Puglia, non lontano da un’antichissimo santuario scavato nella roccia del Gargano, compatti sotto i loro vessilli e al grido di “Per San Giorgio e per San Michele!”

    San Giorgio martire, san Michele arcangelo, pregate per noi.
    Soprattutto per gli Evans, piccoli e grandi.
    Amen

  7. Marilù!!!… e tutti,
    Sono 8 ore che il bambino respira da solo. Ha faticato tanto, ma adesso ha un bel colorito… leggete la cronaca di Benedetta Frigerio sulla Nuova BQ, e pregate. Thomas chiede di pregare fino alle 9 ora italiana, quando potrà parlare di nuovo col giudice.

    Berlicche ha scritto “Dove sono tutti gli strenui difensori della libertà? Dove sono quelli che “la volontà del paziente prima di tutto”, …? ”

    Risposta: non me ne frega un #azz* di dove sono !
    (sarà poco cristiano?)

  8. Francesca,

    a me invece importa, non tanto dove siano adesso, quanto che ci siano, e siano tanti e capaci di convincere. Possono parlare su Repubblica o tacere (che è un diverso modo di parlare) sulle reti RAI. A chi non si allinea resta la rete e poco altro. Teniamoci cari spazi come questo e il tuo blog! Grazie per l’informazione che mi hai dato proprio qui tempo fa sui giovani ebrei.

  9. Grazie a te (anche se io di attualità scrivo poco o niente sul mio blogghino… ma può essere che in futuro cambi. Al momento leggo talmente tanto, anche per reperire informazioni come quelle del mondo ebraico, che mi resta poco tempo per scrivere).

    L’affermazione qua sopra l’avevo detta in un altro senso…
    Quello che dici tu (con Berlicche) rimane sempre vero, e lo stiamo vedendo anche dalle informazioni che stanno passando su rainews in queste ore. Dicono che al piccolo è stato “riattaccato l’ossigeno”, come se fosse tornato alla situazione precedente.
    In realtà (lo dico con cautela ma lo dico) stiamo assistendo ad un miracolo: da circa 20 ore il bambino respira da solo, con soltanto una mascherina per l’ossigeno che i genitori hanno finalmente ottenuto.
    Ora: delle due l’una: o è un miracolo o è un errore dei medici (diagnosi sbagliata: doveva morire in 15 minuti secondo la diagnosi fatta sul suo cervello). Siccome il miracolo non lo ammetteranno, devono ammettere l’errore medico. Il ché è comunque un miracolo (per Alfie), e nel contempo dimostra (per tutti) i metodi nazisti di quel sistema.
    Speriamo che il bambino venga a Roma.
    È accaduto un tale… capolavoro di tempistica che a me riesce più facile pensare ad un miracolino 😊😊
    Un’ultima nota: da diverso tempo sono ammirata a guardare la semplicità e la forza cristiana di quei due genitori ventenni (per correttezza di info: padre cattolico e madre anglicana).
    Te Deum.

  10. Non è stato un errore dei medici: avevano indicato 15 minuti perché contemporaneamente al distacco dell’ossigeno avevano previsto la somministrazione di fentanyl, un potente analgesico (100 volte più della morfina). Questa somministrazione non ha avuto luogo soltanto perché il padre di Alfie ha minacciato di denunciare alla magistratura non l’ospedale ma personalmente il medico o l’infermiere che l’avesse fatto e nessuno si è assunto questo rischio (o si è avvalso di questo motivo per eludere un ordine ripugnante).

  11. Eppe. Grazie delle informazioni.
    Avevo letto la cronaca accorciata della Bussola senza scendere nei dettagli
    (e infatti mi chiedevo se gli avessero fatto o no il “trattamento” coi medicinali).

    Da altre letture si evinceva che fossero proprio i medici a dire che le funzioni cerebrali per la corretta respirazione fossero compromesse (in sè e per sè) e che quindi non consentissero un’autonomia dai “tubi” di oltre 15 minuti.

    Quel giovanissimo padre ha una determinazione impressionante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: