La vita degli uomini

Avendo già oltrepassato da un pezzo la metà della mia vita, almeno statisticamente parlando, mi sono trovato a interrogarmi più volte su quel mistero che attende tutti noi. Grande Mistero davvero. La morte di un uomo è qualcosa di immenso e irrimediabile. Tutto ciò che ha visto, tutto ciò che ha imparato, tutto quello che ha fatto e che avrebbe potuto fare sono persi per il mondo in cui ha vissuto. La memoria di cose accadute svanirà, perché di tanti di esse era l’ultimo, l’unico testimone. Quante cose non si sapranno mai, quante non si potranno mai sapere; e, anche ne venissimo in qualche modo a conoscenza, anche questa nostra coscienza è destinata un giorno a svanire allo stesso modo.

Cosa ne sappiamo perciò della vita degli uomini? Quale ricchezza custodiscono, irripetibili, dentro la loro anima? Quali abissi di gioia, bellezza, e quali vuoti, quali terribili mancanze, quali mali innominabili? Non riusciamo a comprendere nemmeno noi stessi, tanto più persino le persone che ci sono più vicine e care: i nostri genitori, i nostri figli, i nostri sposi. Rimangono entità misteriose, che non conosciamo davvero e non conosceremo mai nella loro verità. Quanto, allora, i veri sconosciuti?

Se ogni momento del tempo non fosse consegnato all’eterno, se il tempo di ogni uomo andasse per sempre perduto, che sarebbe valso vivere? Che senso avrebbe l’istante, così fuggevole che è già svanito quando ci accorgiamo di esso? E ognuno di noi, che varrebbe?
Eppure ci siamo, esistiamo, non siamo nulla; e questo è il mistero più grande. Non andiamo sprecati, perché qualcuno ci ha voluti, ci ha desiderato, dal profondo del tempo.

Non siamo perduti. Non lo saremo.

 

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 7 febbraio 2018 su tra lassù e quaggiù. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. Bel post che condivido. Un caro saluto. Isabella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: