Buttati via

Ho un mio sospetto: che lo ius soli, quella legge farlocca di cui non voglio entrare nel merito, non sia che fumo di copertura per ciò che veramente sta a cuore laggiù, vale a dire la legge del trattamento di fine vita. Ovvero l’introduzione dell’eutanasia e del diritto al suicidio nella nostra repubblica, mascherate per ingannare i gonzi ma inequivocabili a lettura attenta.
Tutti a concentrarsi sui poveri immigrati a cui è negato il diritto di essere italiani, e nel mentre zitti zitti, senza piazze contrarie, si introduce la norma che consentirà di ammazzare il nonno. Oh, avete voglia a dirmi che non è così: vogliamo fare una scommessina, di qui a tra cinque anni? La legge proposta è un pastrocchio tale che qualunque leguleio saprà sfruttarla al peggio.

Resta da capire perché la nostra civiltà abbia tanta fregola di suicidarsi. Credeste ancora, potrei dirvi che è perché il male esiste. E non gli si sfugge uccidendosi.
Ma siccome avete ormai stabilito che la vita non ha un senso, e tanto vale buttarla via appena possibile, che ve lo dico a fare? La logica conseguenza è che nessuna decisione umana ha senso.
Non trovate ironico che i soli che difendono l’inviolabilità di questa vita terrena siano coloro che pensano che ciò che davvero conta sia quella eterna?

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 6 dicembre 2017 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 14 commenti.

  1. Condivido. Isabella

  2. In occasione del suicidio assistito del povero dj Fabo, risulto’ da un sondaggio del GR1 che ben il 76% degli italiani fosse favorevole ad una forma attenuata di eutanasia…e credo proprio che ci si muova, ahime’, in questa direzione. L’articolo di Berlicche e’ centrato: ma non si diceva forse che al diavolo non e’ dato conoscere il futuro?

    📉

  3. Anche la gerarchia sotto sotto è d’accordo…in seminario il prof di morale fece un paragone di questo tipo: insistiamo perchè la tecnica sia al servizio del mantenimento in vita di una persona, ma non vogliamo che la tecnica serva per la generazione di un bambino. Per dire che se non siamo d’accordo con la tecnica che “costruisce” un bambino, non possiamo poi essere d’accordo nell’usarla per “salvare” una vita. Che pastrocchio!

  4. a berli’, ma me voi proprio obbliga’ a mette’ da parte 15mila leuri pe’ anna’ in svizzera? e senza conta’ lo sbattimento.

    mapperché me voi così male?

    (e nun di’ che è pe salvamme l’anima – grazzie ma tanto all’inferno, dovesse esiste’, ce vado pe’ altre vie, fidate)

  5. R&s, trovati un ponte e buttati di sotto. Risparmi un sacco, e sai poi dopo che ci fai con quei soldi?
    Niente.

  6. (ma io quelli leuretti mi’i magnerei PRIMA…)

    berli’, qualcuno dovrà puli’, sotto a quer ponte. quarcuno dovrà cambià strada, farà tardi a lavoro, magari ‘o licenziano. misericordia pe’ quelli, gnente? nun so’ fiji deddio?

  7. Certo. Anche loro vittime di chi ha scelto di buttare via la vita.
    Oh, ma sta sicuro, in Svizzera o altrove con i cadaveri c’è chi guadagna. Perché tanto impegno, se no? Foss’anche solo l’amico cornuto là sotto, da cui si sceglie di andare.

  8. no, berlicche: sono vittime dei promotori/protezionisti del ponte: TU.

  9. r&s, Guarda che la demenza in Italia non è ancora scusa per il suicidio. In ogni caso, che te ne frega? Non hai rispetto per la tua vita, figuriamoci quella degli altri. E poi tanto sei carne morta, cibo per vermi: secondo il tuo credo, nulla.

  10. La legge sul c.d. ius soli (perché di ius soli non si tratta) riguarda il fatto di dare la possibilità alle seconde generazioni di immigrati che hanno fatto gli studi in italia di prendere la cittadinanza.
    Questi bambini devono fare un sacco di paura ad un sacco di persone. Dev’essere veramente terribile.

    Ho sentito un intervento ridicolo di Lupi che diceva che voleva prima accertarsi che queste persone condividessero i nostri valori. Ma io nn condivido i valori di Lupi, devo essere cacciato dall’Italia?

    Mah.

  11. “Non trovate ironico che i soli che difendono l’inviolabilità di questa vita terrena siano coloro che pensano che ciò che davvero conta sia quella eterna?”

    Non trovi che la stessa frase abbia una paeticolare doppia lettura ?

  12. Fasullo, la cosa che mi colpisce sempre – nella trafila seguita per far passare tutte queste leggi “leggi imprescindibili di civiltà” è l’incommensurabile disprezzo per i cittadini che trapela dalle argomentazioni, dal battage pubblicitario messo su per farle passare.
    Va fatto per i bambini, per i vecchietti soli, per le malmaritate, per le violentate, per quelli che se li facessimo nascere sarebbero un peso, per coloro che si amano ma non osano dirlo, per ridare dignità, per non sporcare, per non inquinare, per non disturbare. E appena l’avremo ottenuto sarà tre volte Natale e Pasqua tutto l’anno. Fino al prossimo traguardo di civiltà…

    Poi ti accorgi che magari tra le pieghe dello ius soli “per le creature” c’è anche la sanatoria per gli adulti in età elettorale, e se proprio non vivi nel paese delle meraviglie cominci magari a farti qualche domanda sul perché di questo sublime slancio umanitario, da conseguire – per carità – prima dello scioglimento delle Camere.

    Perché in fondo, oltre che ingenua come colomba mi si raccomanda di provare a essere prudente come serpente, e a dire il vero, non posso far a meno di notare che le conquiste di civiltà ottenute qualche decennio fa hanno avuto notevoli ripercussioni non particolarmente positive sul nostro vivere, il nostro paese, il nostro modo di fare, perfino la nostra economia e la generale nostra salute mentale e fisica.

    E per di più l’anno dei tre Natali e della Pasqua continua è ancora di là da venire. Io quasi quasi comincerei a dire “Attenti al lupo!”
    E tu?

  13. Contro l’ignoranza sembra quasi inutile combattere.
    Basterebbe vedere quanti voti hanno perso i promotori di una legge cosi impopolare come questa versione di IUS SOLI è, per capire che manco se si regolarizzassero 3 milioni di persone, e votassero tutti per i promotori ovviamente, si andrebbe pari.
    Inolte non sta scritto da nessuna parte che se il figlio diventa italiano lo debbano diventare pure i genitori. la legge non lo prevede e chi lo dice mente, per fregare gli elettori sfruttando la paura dell’uomo nero.
    Intanto paesi di certo piu avanti di noi e di certo non poveri , hanno queste legislazioni :

    Germania

    Il diritto di base che viene seguito per l’attribuzione della cittadinanza è quello di sangue, ma dal 2000 sono tedeschi anche i figli di stranieri nati in Germania, purché almeno uno dei due genitori abbia il permesso di soggiorno permanente da almeno tre anni e viva legalmente nel Paese da almeno otto. Entro 5 anni dopo la maggiore età, poi, devono decidere se mantenere la nazionalità tedesca o quella del Paese d’origine dei genitori.

    Francia

    A Parigi vige una sorta di doppio ius soli. Un bambino nato in Francia da genitori stranieri nati in Francia può diventare cittadino più facilmente. La cittadinanza, altrimenti, può essere acquisita dai 18 anni (ma ci sono delle condizioni).

    Regno Unito

    Il bambino che nasce su territorio britannico è automaticamente cittadino del Regno Unito se anche solo un genitore ha la cittadinanza britannica o è legalmente residente nel Paese a certe condizioni (si deve possedere l’Indefinite leave to remain, Ilr, oppure il Right of Abode).

    I tedeschi hanno piu di 6 milioni di turchi sul proprio territorio , nessuno si preoccupa di cosa votino, e basta guardare la nazionale di calcio tedesca o franceseo o inglese per capire che tedeschi , francesi e tedeschi si diventa perche nati e vissuti in quel territorio,
    D altra parte noi abbiamo i nostri bei miiioni di italiani residenti all’eatero che in realta non hanno mai visto l’italia , che habno un nonno mezzo italiano, che parlano con 3 parole di italiano e l’accento degli anni 40, che pero votano alle elezioni italiane e che , nazione dove non pagano le tasse , e il loro voto vale quanto il nostro che qui ci viviamo da sempre.
    Se per voi quelli sono piu italiani dei ragwzzi che invece sono nati qui e frequentano le nostre scuole parlando la nostra stessa lingua meglio di noi , pensatela come vi pare.
    Mi pare che la Chiesa (che evidentemente per voi è una entità astratta che vale solo quando scrive encicliche sulla sessualità, ma per il resto non va seguita) fosse molto daccordo con questa legge. il resto è fuffa.

  14. Strano che tu, Mentelibera, sia d’accordo con la Chiesa solo quando concorda con i tuoi padroni.
    Non per niente avevo detto che non avrei parlato di ius soli: perché sapevo che ci sarebbe stato il solito troll che l’avrebbe tirato fuori per fare fuffa e distrarre dall’argomento del post.
    Non mi ero sbagliato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: