Bel fico

Caio e Sempronio ciondolavano al sole del meriggio, guardando la strada seduti nel portico. Accanto alla casa un gruppo di ragazzini chiassava e rideva, prorompendo in sonore bestemmie, ad ognuna delle quali le risate scoppivano più alte e sonore.
“Beh, sono ragazzini”, disse Caio che, al contrario del suo amico, di fede ne aveva pochina. “Non sanno che non è educazione. E poi è un’opinione, no?”.
Ad un tratto uno richiamò gli altri. Al riparo di una piccola tettoia ombreggiata da un fico aveva scoperto una gatta con i suoi micini. Il gruppo si mosse. Qualcuno, seguito da tutti gli altri, cominciò a tormentare i gattini con dei rametti.
“Oh, non sono cattivi, vogliono solo giocare”, disse Caio. “E’ nella loro cultura, è della loro età sperimentare con le cose. Mi ricordo che anch’io, una volta…”.
I ragazzini cominciarono a prendere a calci e calpestare i cuccioli, incoraggiandosi l’uno con l’altro, fino a ridurli in poltiglia.
“Certo, può sembrare eccessivo”, disse Caio, “Ma considera che forse è meglio per tutti. Così ci sono meno randagi in giro. Sono solo un fastidio, meno male che ce ne hanno liberati. Dovremmo ringraziarli”.
La gatta miagolava e soffiava orribilmente, giuardando il massacro dei suoi piccoli. I ragazzacci raccolsero frutti marci dalla piante dei fichi e cominciarono a tirarli all’animale.
“Bel lancio quel fico” Caio sogghignò, poi aggrottò le ciglia. “Ehi, se fanno così sporcheranno il muro!” Disse Caio. “Quella è casa mia!”
“Basta, smettetela”, urlò l’uomo. I teppisti, per tutta risposta, cominciarono a lanciare anche contro di lui i proiettili vegetali e poi, terminate le munizioni a portata di mano, insultando, bestemmiando e ridendo corsero via.
“Maledetti bastardi!” Ringhiò Caio “mi hanno macchiato tutto!”
Sempronio scosse la testa. “Il fico non è poi così attraente quando sei tu il suo bersaglio, vero?”

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 13 settembre 2017 su fiaboidi. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: