Verrà il giorno

Verrà il giorno, ed è questo, in cui ci uccideranno con il sorriso sulle labbra, come si sorride all’animale macellato; e, come l’animale, non capiremo perché.

 

(Rassicuratevi: per loro, dopo, verrà la noia)

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 28 luglio 2017 su diavolerie e cattiverie, meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 89 commenti.

  1. Se Dio m’assiste, sarò tra quelli che sapranno perché.

  2. “Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare”.

    Cercate di difendere la libertà di tutti e difenderete anche la vostra.

    ML65

  3. Perché dunque gli atei non lo fanno?

  4. Faccio notare la realtà dei fatti: i favorevoli all’eutanasia hanno ammazzato Charlie Gard, fregandosene della sua vita – e quindi del suo diritto a vivere. Tra i pochi ad averlo difeso, ci sono molti cattolici. Devo proseguire, ML65?

  5. In un mondo dove ogni giormo muoiono 24.000 bambini per le conseguenze della malnutrizione ed un numero imprecisato per aborti legali o clamdestini, è davvero surreale pensare di difendere la liberta di tutti scegliendo il caso cosi particolare e controverso di un bambino destinato a morte certa senza autosuffucenza di alcun tipo e senza alcuna autocoscienza di esser vivo.
    Charlie Gard è il tipico caso con cui tante persone (cattolici e non cattolici) si puliscono la coscienza pemsando di aver lottato per una giusta causa, e ben guardandosi dall’avere reale misericordia per resto del mondo che muore ma vorrebbe e, sopratutton potrebbe vivere se solo fosse aiutato con decine di euro e non milioni.

  6. Faccio notare che Charlie Gard è stato assassinato, non è morto di malnutrizione. Seguendo il tuo “ragionamento”, dato che nel mondo ci sono persone che muoiono, allora è lecito uccidere.

  7. La “morte certa” è un dogma indimostrato. La cura preparata dal dott. Hirano poteva funzionare, forse, a provarci in tempo. L’ospedale ha perso volutamente 7 mesi per evitare il rischio di essere, passatemi il termine tecnico, sputtanato.

    Anche le menti libere hanno dogmi?

  8. continuate imperterriti a parlare di un singolo caso di cui nella realtà nessuno sa nulla di preciso e tutti riportano le parole di altri.
    Tra il dito (charlie) e la luna (tutti gli altri bambini che muoiono nell indifferenza generale, a questo punto direi anche la vostra ) continuate a parlare del dito.
    Se il mondo vede che i cattolici non si fanno in quattro per salvare i bambini che muoiono di stenti , come potrà poi dare credito agli stessi cattolici che poi gli parlano di eutanasia e di charlie ?
    Cerchiamo di togliere la trave dal noatro occhio e poi ci vedremo meglio quando si tratterà di togliere la pagliuzza nell occhio degli altri.

  9. ML65 è chiaro che a lei non interessa avere risposte ma solo seminare zizzania con le sue domande capziose. Secondo me però farebbe più onore alla sua intelligenza se smettesse di frequentare questo blog, visto il livello degli argomenti che porta. Tempo fa qualcuno parlò di chiacchiere da bar, se il bar la offende diciamo chiacchiere da scompartimento ferroviario, ma siamo lì. Io personalmente non le darò più spago tranne quest’ultima volta.
    Perché ci scaldiamo tanto per un bambino difettato mentre ce ne sono tanti che muoiono di fame nell’indifferenza generale?

    Potrei ricordarle che la maggior parte delle poche eccezioni alla “indifferenza generale” è cristiana, di ogni denominazione. Invece preferisco ricordarle che a nessuno di noi sono stati dati né poteri per risolvere i problemi del mondo né l’obbligo di tentare di farlo. Ci è solo chiesto di fare quel povero piccolo quasi nulla, quella briciola che ciascuno di noi può fare secondo le sue forze. E stia tranquillo(a?) che i frequentatori qui del blog il loro minimo sindacale lo fanno, e magari qualcuno anche qualcosa di più. Poi ci sono i santi, come Marcello “da ricco che era” Candia o Padre Aldo Trento, o altri di cui neanche conosciamo il nome che fanno molto di più e non hanno tempo di passare da Berlicche.

    Detto questo, mi scusi ma dove ci porta il suo ragionamento? Siccome non possiamo aiutare tutti, per non fare ingiustizie non dobbiamo aiutare nessuno?

  10. Siccome non potete aiutare tutti allora scegliete di aiutare l unico che è gia condannato e quindi non ha bisogno di aiuto ma semmai di preghiere silenziose per lui e per i suoi genitori.
    Invece di utilozzare questi blog per fare un forte movimento di opinione per aumentare ( per esempio) la quantità di PIL che l occidente utilizza per il sostegno economico alle imprese che portano lavoro e svilupoo nelle aree depresse del pianeta non se ne parla. come pure di utilizzare sempre i medesimi blog per stimolare il sostegno economico al volontariato.
    Tutte imprese fattibili ma che comportano un impegno continuativo ed anche economico per salvare qualcuno che non è neppure cristiano e non vi dira forse mai neppure ‘grazie’.
    E siccome la mia denuncia è troppo clamorosamente giusta , e voi lo sapete benissimo , dovete provare a ridicolizzarla perche sia mai che venga fuori che sotto sotto non siete quei cristiani perfetti che molti , nei blog, si sentono di essere.
    Resto ancora in attesa della risposta esplicita alla domanda principale : “perche certi argomenti non si discutono mai sui blog cristiani”
    Purtropoo la risposta la so , ma mi piacerebbe che qualcuno la dicesse esplicitamente.

  11. Mentelibera, ti è stato risposto – più volte – ma evidentemente sei troppo occupato ad ascoltarti.
    Ti è già stato anche detto: porta la tua esperienza personale in merito, la esporrò. Ma tu non hai una esperienza personale. Sembra che il tuo unico intento sia spargere letame per cercare di distrarre l’attenzione dai tuoi signori che tanto ammiri, come fossi una mosca. Aumentare il PIL per le imprese…ma sai di cosa stai parlando? Evidentemente no. Come, se non ti fossi distratto, avresti capito che non era per Charlie la nostra battaglia, ma per tutti coloro che i suddetti signori vorranno ammazzare d’ora in avanti, perché -tue parole- “già condannati”. Dai tuoi amici giudici. Non sei giovane, potrebbe capitare anche a te.
    Capisco che per te le preghiere debbano per forza essere silenziose, per non disturbare i manovratori. Ma risparmiaci i ronzii.

    PS: se avessi guardato nella barra laterale sinistra, avresti visto dei banner per la Siria (tra l’altro ormai obsoleti); se avessi spulciato il blog, avresti trovato inviti a raccolte fondi, o narrazioni di amici che là dove tu sai per sentito dire ci vanno veramente. Così questa è davvero la mia ultima risposta a questo tipo di OT da parte tua. Forse, prima di denunciare gli altri, dovresti provare a fare qualcosa tu. Ma temo non ti interessi veramente.

  12. Non solo loro lo faranno con il sorriso, ma già oggi cercano di convincerci con lo stesso sorriso che è giusto e buono così. Perché in fondo funziona così: oggi come ai tempi dei nazisti. Devono convincere quanto più possibile la gente che il male si può chiamare bene. Solo così potranno realizzare il loro paradiso in terra (che si rivela e rivelerà come inferno). Per cui verranno ad ucciderci, ma molte delle vittime saranno convinte che sia giusto così.

  13. sotto sotto non siete quei cristiani perfetti che molti , nei blog, si sentono di essere.
    Resto ancora in attesa della risposta esplicita alla domanda principale : “perche certi argomenti non si discutono mai sui blog cristiani”
    Purtropoo la risposta la so , ma mi piacerebbe che qualcuno la dicesse esplicitamente.

    Ci provo io

    Perché tutte le cose che hai elencato sono le mance per le caramelle e c’è bisogno di Una sola cosa importante per quanto riguarda Gesù fra noi. Tutte le cose che hai elencato hanno bisogno di grazia e di Cesare e il Signore vuole che queste cose Cesare e non altri le faccia davvero. Ci sono stati Cesari che hanno accolto anche la grazia a loro disposizione ed hanno fatto cose meravigliose nel tuo elenco dove i cristianacci complici di berlicche e di altri sito cristiani evitano di parlarne. Poi ci sono Cesari che l’hanno respinta (la grazia di Dio per fare bene le opere di Cesare e ogni domenica si prega per tutti i cesari che ci governano, non so se lo sai) e le tragedie di questi cesari senza Dio le vedi da solo. La chiesa e i suoi blog hanno da diffondere ben altra notizia e l’autore di questo commento cui sto replicando (al commento non all’autore sennò berlicche mi da fuoco ai capelli) addirittura dopo 20 anni di scrutatio biblica ancora non sa per quale motivo Gesù si e’ incarnato, ha subito la croce, e’ morto ed e’ risorto. Il vizietto dell’ex seminarista Odifreddi e’ sempre in agguato a quanto pare !!!!’ Gesù ha anche detto che i poveri li avremo sempre tra noi e io ho capito il perché e in due millenni i fatti gli stanno dando ragione. E nel futuro sognato dai frequentatori non cristiani di questo blog altamente cristiano, cosa accadrà in futuro?

    Accadrà che Quando la merda avrà valore allora i poveri nasceranno senza culo.

    Mio cari, non ti resta che pregare per i poveri e per i Cesari e non venire a grattare la panza ai siti cristiani

  14. Ringrazio Mario per il tentativo di risposta , ma ammetto di averla compresa con difficolta ed ho dovuto leggerla piu volte.
    Il discorso sulla vera fede e su dove sta veramente il cuore di qualche cristiano sarebbe lungo.. sinceramente sono intervenuto piu volte ed ogni volta un po frainteso.
    Forse Mario pensa che io non sappia la differenza tra la bibbia scritta e la “parola di Dio’ , cioè la parola proclamata, che non puo tornare al cielo senza aver dato frutto. Invece la so…mi chiedo se invece la sappiano tutti qui dentro , insieme alla effettiva conoscenza della pratica della “scrutatio” , che non è il leggersi la bibbia a capitoli come un romanzo rosa.
    Riguardo al Cesare che dovrebbe fare quello che noi non facciamo ho da dire 3 cose :
    1) seppure dovesse essere Cesare a risolvere i problemi da me descritti , non vedo perché i blog cattolici non dovrebbero parlarne assiduamente per stimolarlo a farlo.
    2) una immensa quantità di cattolici ogni giorno si alza e , senza tener conto di blog o altro, svolge il suo lavoro di volontariato nella vigna del signore. Senza aspettare che Cesare lo faccia. Sono forse stupidi ? sono soltanto insufficienti. andrebbero sostenuti ed aiutati senza se e senza ma. È scandaloso che chi si definisce cristiano parli di loro col contagocce o li consideri sotto dei poveracci che non avendo niente da fare hanno trovato come passare il tempo.
    3) Quando il buon samaritano incontra il bisognoso, lungo la via, non va dalla polizia a dire “guardate che ci sta uno la che sta poco bene , io ho da fare ma voi intervenite”. Si china su di lui e CAMBIA IL PROGRAMMA DELLA SUA GIORNATA PER AIUTARE UNO SCONOSCIUTO. Si sporca le mani ed i vestiti per sollevarlo insaguinato. Devia dalla sua strada e spende i suoi soldi per curarlo. Tu Mario pensi che la missione del cristiano sia “ben altro” perché forse anche tu, come tutti (e me per primo), non vuoi sporcarti le mani e farti portare dal Signore lungo una strada che non hai programmato. “Che ci pensino gli altri”, dici. “io gia faccio molto e pago tutte le tasse”.
    Perche erroneamente pensi che il povero abbia biosgno di te. Ma non è cosi ! Sei tu (sonp io) ad aver bisogno del povero per la nostra salvezza ! Per dimostrare a Dio di avere un cuore di carne e non di pietra.
    Tantissimi santi sono divenuti tali proprio per essersi lasciati deviare dalla propria strada ed aver scoperto la propria incapacità di amare concretamente gli altri rinunciando a se stessi. Se non avessero deviato dalla propria strada non sarebbero diventati santi e forse neppure sarebbero rimasti cristiani.
    Quale è il solo comandamento lasciato da Gesù? Ama il prossimo tuo come te stesso. Nessuno di noi si rende conto di quanto sia difficile rinunciare al nostro tempo , ai noatri soldi , alla nostra vita , per aiutare chi sta peggio. E poiche non sappiamo farlo (perche senza l’aiuto di Dio è IMPOSSIBILE farlo veramente) allora cerchiamo tutti i modi per stravolgere questo comandamento cosi chiaro, finendo col banalizzarlo e fare centinaia di distinguo ed eccezioni.
    Ma esso non è una condanna. È solo una strada. che quando viene peecorsa porta vicino a Dio e quando viene scartata porta lontabo da Dio. Ed il saggio sa che la felicita’ viene dall’essere vicini a Dio.
    Salve.

  15. Ma al tirar di tutte le somme, oggi 31 Luglio tu sei un amico o un nemico della chiesa?

    Non oso sperare che tu mi risponda si o no 🇮🇹 ma temo una valanga di distinguo🙉 da parte tua

    Che palle !

    🅾⭕️🔘💮⚫️⚪️🔴🔵🌐🌍🌚🌝🎳🏉🎱🎾⚾️⚽️🏀🏈

    La mia domanda finisce qui e fa leva sulla tua correttezza

    Anziché chiudere ti racconto un aneddoto fuor di domanda

    Tempo fa si parlo’ di una storia fra un Berlusconi sull’onda magna del successo e una ragazzina di nome Noemi. Qualcuno disse che ciò (ancora non era divorziato) gli avrebbe fatto perdere voti cristiani. Si noti che i cristiani non avrebbero molte ragioni per votare Berlusconi ma se l’alternativa e’ baffone o Occhetto o altri eroi falce e martello (Veltroni) tanto vale votare Berlusconi. Si cerc’ di apprezzare questo calo con un sondaggio con 3 domande in fila indiana

    Hai votato Berlusconi alle ultime votazioni (no off)❓ e lo rivolterai alle prossime (no pesante si pesante)❓

    Ma (e l’ho lasciata per ultima ma era la prima domanda anch’essa no-off cioè se NO neppure ti chiedo il resto)

    Domenica passata sei andato a messa❓❓❓❓

    Ecco per l’istituto di sondaggi cosa significa essere cristiani‼️

    De visu l’avrei chiesto anche a te e non potevi fregarmi poiché di rimando ti chiedevo quale era il vangelo proclamato

    By berlicche channel puoi ingannarmi e ti chiedo in tal caso

    Siccome non mi è molto chiaro
    MA TU AMI LA CHIESA SI O NO?

    Continuo dopo la tua onestà risposta

  16. MenteLibera65

    Mai votato berlusconi.
    Si andato a messa
    Certo che amo la Chiesa , ed il Papa.
    Anzi su questo ultimo punto , essendo stato per molti anni lontano alla stessa prima di tornarvi , mi è stato spiegato che il Papa non è sempre infallibile in quello che dice (solo ex chatedra) ma possiede un discernimento speciale, e pertanto cio che dice va sempre rispettato. Quando c erano GVII e poi BXVI qualche volta non ero molto daccordo con quanto dicevano ma mi veniva detto : E’ il Papa che parla , scelto dallo spirito santo per questa epoca. Cosi mugugnavo ma obbedivo. Poi è arrivato Papa Francesco e gli stessi che mi dicevano “E’ il papa che parla , lo spirito lo ha scelto” , hanno cominciato a massacrarlo ad ogni parola detta , prima col sorriso e poi im modo sempre piu virulento. Cosi ho scoperto che nella Chiesa ci sono molte migliaia di persone che le cose le farebbero meglio del papa che i Papi somo di 2 categorie : quelli con cui si é d’accordo ( che sono Papi con la P) e quelli con cui non si è d accordo ( che sono papetti). Ciao :-)

  17. Che bella storia! Sono quasi sicuro che queste persone di cui parli esistono davvero e non sono state inventate ad hoc per questo raccontino moraleggiante!

    Vorrei davvero conoscerle e sapere dove stanno, perché la realtà in cui siamo immersi noialtri dice esattamente il contrario: anticlericali ed eretici, che prima sputavano sul Papa e sulla Chiesa, adesso predicano la Francesco-latria e bastonano chi osa manifestare qualche perplessità e ricordare che il Papa è infallibile solo a certe stringenti condizioni.

  18. Caro freemind

    Domani avrò tempo per una risposta comunque breve.

    Prima però toglimi un dubbio che non mi va di ricordare male ed eventualmente mi scuserei in anticipo

    Trovo tra i miei appunti il seguente pezzo che mi pare ritagliato da questo blog dove il buon Tonys attacca e te (oppure no❓ Ma attaccava un altro fatto comunista) usando il seguente specchietto che ho catturato fra le mie cose preziose e che ti ripropongo in copia incolla

    ——————

    Sinistra versus Chiesa.

    1 – la sinistra, che grazie alle sue più o meno cruente vittorie rivoluzionarie, a partire dal 1789 ha “progressivamente” liberato il mondo dal pensiero unico cristiano, ha tutto il sacrosanto diritto di imporre ora il proprio.
    2 – La sinistra al potere, a differenza della Chiesa cristiana, ha sempre operato a fin di bene: dunque, tutto il bene di cui il mondo oggi può godere, sono dovute alla battaglie della sinistra.
    3 – Alla luce della storia, se a causa della democrazia non fossero sopravvissute troppe “scorie” (come Mario) le rivoluzioni della sinistra avrebbero già restituito a tutti gli uomini il paradiso perduto.
    4 – In particolare, le rivoluzioni omo-trans-poli-sessualiste dei giorni nostri, i nuovi diritti assoluti all’aborto all’eutanasia e al consumo di droga, sempre grazie alla sinistra, permetteranno al mondo di raggiungere quel traguardo di “superiore civiltà” che la Chiesa, per interesse ignoranza e stupidità, ha sempre osteggiato.

    ————— eri tuum paio di mesi fa?

    Ciao ci sentiamo domani

  19. MenteLibera65

    Ciao Mario
    Probabilmente si riferiva a me, ma non capisco perchè la descrizione surreale fatta da Tonis dovrebbe riguardare me e te!
    Lui ha fatto una descrizione falsa e ideologica di quello che secondo lui penso io!
    Se vuoi chiedermi come la penso io, chiedilo a me , e non a Tonis!

    Ora ti rispondo:
    Tonis dice che io penso :
    “1 – la sinistra, che grazie alle sue più o meno cruente vittorie rivoluzionarie, a partire dal 1789 ha “progressivamente” liberato il mondo dal pensiero unico cristiano, ha tutto il sacrosanto diritto di imporre ora il proprio.”
    —> E’ fuor di dubbio (ed un fatto storico), che le aggregazioni dei lavoratori a partire dall’800, rappresentate da quelle parti politiche che via via presero il nome di “sinistra”, sono stata determinanti per cambiare il rapporto tra lavoratore e datore di lavoro, e per arrivare a conquiste di cui oggi tutti godono (previdenza sociale, sanità pubblica, garanzie scritte di orario e salario ad esso commisurato, orari di lavoro compatibili con la vita umana, limitazione dei privilegi ereditari e di casta. E’ altrettanto un fatto storico che fino al 1800 il pensiero “cristiano” fosse maggioritario in europa e condizionasse la mentalità di moltissime persone, inclusi i governanti. Fatti questi presupposti, rilevo soltanto che solo adesso alcuni cattolici si accorgono dell’importanza della “libertà” di pensiero, mentre fino a 200 anni fa erano ben contenti di imporre il proprio. Io sono per la libertà SEMPRE (per tutti, cattolici e non cattolici). Se Dio esiste ci penserà lui a far prevalere il suo pensiero, chi pensa di farlo prevalere con la forza o la furbizia o il potere si sostituisce al disegno di Dio, che ha voluto che la fede fosse trasmessa con la stoltezza della predicazione (S. Paolo).

    “2 – La sinistra al potere, a differenza della Chiesa cristiana, ha sempre operato a fin di bene: dunque, tutto il bene di cui il mondo oggi può godere, sono dovute alla battaglie della sinistra.”
    —> Mai detta o pensata una sciocchezza simile. La sinistra, ed il comunismo (che NON è la sinistra) , ha fatto al potere cose buone e sfaceli incommensurabili !
    Un conto è la teoria, un conto l’applicazione della stessa.
    Peraltro il liberismo economico sfrenato sta evidenziando i suoi limiti e i nostri figli o nipoti o pronipoti si troveranno a dover cercare altri modi di sviluppo che consentano un benessere diffuso, pena il ritorno a società piramidali dove pochi privilegiati controllano la ricchezza di quasi tutti gli altri. La redistribuzione del reddito è “IL” problema del futuro in tutte le società capitalistiche.

    “3 – Alla luce della storia, se a causa della democrazia non fossero sopravvissute troppe “scorie” (come Mario) le rivoluzioni della sinistra avrebbero già restituito a tutti gli uomini il paradiso perduto.”
    –> Mai detta o pensata una sciocchezza simile. Nessuno può restituire alcun paradiso perduto. Si può solo tentare di vivere in una realtà dove ci siano più libertà accanto a più responsabilità, ed ognuno abbia la possibilità di esprimersi come meglio crede, nel rispetto della libertà altrui. Ma questa è una utopia, che va anche condita di limiti e regole. Un punto di arrivo teorico. Il Paradiso è altro, e non è restituibile da nessuna politica.

    “4 – In particolare, le rivoluzioni omo-trans-poli-sessualiste dei giorni nostri, i nuovi diritti assoluti all’aborto all’eutanasia e al consumo di droga, sempre grazie alla sinistra, permetteranno al mondo di raggiungere quel traguardo di “superiore civiltà” che la Chiesa, per interesse ignoranza e stupidità, ha sempre osteggiato”
    —> Mai detta o pensata una sciocchezza simile. Intanto mettere insieme aborto, droga ed eutanasia è un sistema per dire tutto senza dire niente e fare solo confusione.
    Per essere preciso :
    Unioni Civili tra persone delle stesso sesso : SI
    Adozione dopo Unione Civile tra persone dello stesso sesso : NO
    Aborto : NO
    Eutanasia: Troppo complicato discuterne con un SI o con un NO, già solo parlarne in questo modo è banalizzante. Sono però sempre convinto che ognuno abbia il diritto di decidere per la propria vita come meglio crede, commettendo errori e pagando in prima persona per questo. Questo , a livello di fine vita, ma regolamentato in modo rigidissimo, altrimenti meglio di NO.
    Consumo di Droga : NO – Depenalizzazione del Consumo SI – Libertà di consumo delle droghe leggere NO (Se però vietano anche l’alcool ) SI (se invece l’alcool continua ad essere consentito. O ci vogliamo continuare a prendere in giro?). Sul punto invito chi non lo avesse fatto mai nella vita a farsi uno spinello, ed a scoprire che la sua efficacia è di gran lunga minore di un abbondante bicchiere di Limoncello.
    Per quanto concerne la chiesa, è vero che ha osteggiato tante “rivoluzioni” ma ora , a distanza di 50, 100 o 200 anni dalle stesse, riconosce che il popolo e l’umanità era pronta per l’abolizione di alcune applicazioni “obbligatorie” della parola di Dio,
    D’altra parte nella libertà di peccare risiede anche la libertà di NON peccare, il che consente alla grazia di operare ed agli uomini di poter ammirare la sua opera.
    —————————————————————————
    Questi di Tonis sono argomenti Strow Man (argomenti fantoccio) . ti posto la definizione : “L’argomento fantoccio (dall’inglese straw man argument o straw man fallacy) è una fallacia logica che consiste nel confutare un argomento proponendone una rappresentazione errata o distorta.”
    Mi mette in bocca delle assurdità per poi confutarle.
    Ora ti ho riportato (in parte) il mio vero pensiero.

  20. Come possiamo facilmente constatare, le nefaste conseguenze del cattolicesimo alla “mentelibera” (che, occorre dirlo, non essendo apparentemente eretico, è di fatto assai pericoloso per la fede dei semplici e dei giovani), si ripercuotono sulla società intera attivando il fuoco del laicismo, e così contribuendo all’infelicità che una società si autoinfligge perseverando nella sua dissennata corsa dentro un deserto generatore automatico di effimeri miraggi.
    E’ un cattolicesimo che giudica la bontà di una legge col metro provvisorio della correttezza tecnico-scientifico-giuridica, che fa a meno del Verbo quando Questo contrasta con le proprie convinzioni, e ritiene addirittura ingiusta prevaricazione, negare allo Stato l’autorità di porsi al di sopra del bene e del male insito nella verità eterna della legge naturale, istituita dal Creatore e riaffermata nel Suo piano di salvezza per il quale si è immolato il Figlio (vero Dio e vero uomo) in cui diciamo di voler “credere”.
    Non c’è che dire, un cattolicesimo che cede spazio al mondo allontanandolo da Dio.

  21. MenteLibera65

    Caro Tonis , non sono io ad aver detto “il pungiglione della morte è il peccato e la forza del peccato è la legge” , ma San Paolo. E questo non perché la legge fosse sbagliata , ma perche imporre con le leggi umane le leggi divine non porta alla salvezza ed al evitare il peccato ma , anzi, ad acuire la concupiscienza e l’attrazione verso il peccato stesso.
    Quindi solo uno stato genuinamente laico può garantire che la fede ed il rispetto dei comandamenti sia sincero e quindi efficace. D’altra parte la stessa cosa vale per la beneficenza : “non sappia la mano sinistra cosa fa la destra” (cioè: fai la carità in totale segreto). questo per evitare che il “grazie” del povero o l ammirazione della gente siano la ricompensa. la vera ricompensa infatti arriverà da chi vede nel segreto, cioè Dio.
    Quindi impedire le unioni civili , o addirittura punire i rapporti omosessuali , non salva gli omosessuali e condanna noi , che ci perdiamo nel peccato di giuduzio contro costoro ed impediamo che qualcuno di loro rinunci per grazia di Dio ( e non per paura della prigione) ai propri atti.
    Solo chi non ha Fede in Dio ha paura della libertà.
    Chi ha fede sa che la fede stessa viene trasmessa con la testimonianza personale e con la stoltezza della predicazione ( sempre San Paolo).

  22. No, caro MenteLibera.
    Come sai Cristo non si ferma davanti ai muri, visita i carcerati e li riempie della Sua Grazia.
    Nella detenzione, come nell’infermità fisica e nella malattia, l’uomo può cogliere un’occasione unica e speciale di scoperta o riscoperta di Dio.
    Chiedere a Mark Wahlberg, Paola Senatore, e tanti tanti altri noti e meno noti che hanno incontrato Cristo, cominciando a distinguere nella loro vita il bene dal male, proprio in (e direi anche proprio grazie al) carcere.
    SanPaolo poi va letto e accettato per intero, non solo per le parti che ci comodano.

  23. Prima lettera ai Corinzi, capitolo 6:

    O non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri, [10]né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio.

    La legge morale c’è e va rispettata. Ecco perché esistono leggi ingiuste e comportamenti dannosi per la società. Questo a prescindere da ogni rivelazione: è semplice constatazione razionale.

  24. Caro MENTElibera

    Quando hai cominciato a frequentare questo blog eri sulle barricate e tutte le tue affermazioni ti sono state onorate di costruttiva chiarezza da 100 persone che avendoti disarmato ti ha fatto cambiare stile e sei diventato un pacioso e felpato Giulio Andreotti. Però ogni tanto non ci hai convinto come nuova appartenenza alle figlie di Maria e te ne sei accorto e allora sei passato al Regina apostolorum e mi hai garantito che vai a messa e hai insegnato al volgo la interpretazione della scritture e che più cristiano di te non c’è neppure Nicki Vendola o il cristiano adulto Romano Bruno Littorio Prodi (il suo estratto di nascita e’ su internet). Io sono romano ma di origini ciociare (quando dico …. al mio paesino ….. vi alludo)

    Al mio paesino dicono che tu stai facenno ndrenno ndrenno a comme a zi’ frate (cioè tu stai prendendo un po’ alla volta una qualche libertà che non ti compete in questa casa cristiana dichiarata *)

    In tutte le analisi nell’intervento che hai fatto ancora una volta tenti a volerci convincere che la merda è bona (usual copyright Verdone’s compagni di scuola / cenetta’s scene).

    Ma non e’ così. Il buono sta solo e soltanto nel più bello e nel più buono dei figli dell’uomo e nella sua santa chiesa senza rughe e senza macchia (cioe quella che lo segue senza necessità di dire sempre Signore Signore). Marx e CHE Guevara e Togliatti e Beppe Grillo e gli ex fascisti Ingrao Napolitano Fo e tutti i sobillatori di gente che subisce altrui peccati contro facitori di peccati non hanno liberato un ca@@o ma hanno solo scambiato ruoli e attori, e non parlare di benessere connesso alla lotte poiché questo nasce da tecnologia ricerca investimenti profitti libertà intelligenza e non da massacri che tra l’altro non sono cose al di fuori di 2000 anni di chiesa a parte i massacri. Ho apprezzato la frase che il comunismo (bestia campata 80 anni con 182milioni di morti) non è la sinistra. Povero Veltroni. Pensava di essere l’unico a fare questa dichiarazione ma tu lo hai defenestrato. Veltroni sindaco non comunista (mai stato) andava alla via Crucis di Ratzinger al Colosseo è alla benedizione non si faceva il segno di croce. Onore a D’Alema che presidente del Consiglio in cerimonie con il Papa si segnava.

    Una buona sintesi per mettere fra parentesi le cose che vuoi propinarci la trovi qui

    http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=4797

    L’autore è un grande economista cristiano cui certa chiesa che non mi sembra segua le impronte dei piedi di Gesù ha anche emarginato (per non dire perseguitato) dando poi la colpa a papa Ratzinger che invece non ne sapeva niente.

    In queste sue parole vedo il mio punto di vista sui nostri problemi e sulla corsa ai meriti e alle soluzioni da adottare.

    Buona lettura ai cristianucci impauriti e a te

    —————
    (*) Casa cristiana dichiarata

    Cosa è? È un luogo dove Gesù Cristo e non altri è il primo e ha la chiavi di casa e del mio cuore

    Con accento di tristezza, l’imperatore si rivolse a loro dicendo:«Che cosa posso fare ancora per voi? Strani uomini! Che volete da me? Io non lo so. Ditemelo dunque voi stessi, o cristiani abbandonati dalla maggioranza dei vostri fratelli e capi, condannati dal sentimento popolare; che cosa avete di più caro nel cristianesimo?». Allora simile a un cero candido si alzò in piedi lo starets Giovanni e rispose con dolcezza: «Grande sovrano! Quello che noi abbiamo di più caro nel cristianesimo è Cristo stesso. Lui Stesso e tutto ciò che viene da Lui, giacché noi sappiamo che in Lui dimora corporalmente tutta la pienezza della Divinità. Da te, o sovrano, noi siamo pronti a ricevere ogni bene, ma soltanto se nella tua mano generosa noi possiamo riconoscere la santa mano di Cristo. E alla tua domanda che puoi tu fare per noi, eccoti la nostra precisa risposta: confessa, qui ora davanti a noi, Gesù Cristo Figlio di Dio che si è incarnato, che è resuscitato e che verrà di nuovo; confessalo e noi ti accoglieremo con amore, come il vero precursore del suo secondo glorioso avvento». Egli tacque e piantò lo sguardo nel volto dell’imperatore. In costui avveniva qualche cosa di tremendo. Nel suo intimo si stava scatenando una tempesta infernale, simile a quella che aveva provato nella notte fatale. Aveva perduto interamente il suo equilibrio interiore e tutti i suoi pensieri si concentravano nel tentativo di non perdere la padronanza di se stesso anche nelle apparenze esteriori e di non svelare se stesso prima del tempo. Fece degli sforzi sovrumani per non gettarsi con urla selvagge sull’uomo che gli aveva parlato e sbranarlo coi denti. A un tratto sentì la voce ultraterrena a lui ben nota che gli diceva: “Taci e non temere nulla”.

  25. Vedi, mentelibera, il tuo ragionamento fa un pochino acqua. Perché impedire l’omicidio? Perché impedire il furto? Non salva i ladri e gli omicidi e condanna noi…
    Il ragionamento varerbbe solo se tu credessi che unioni civili eccetera sono cosa buona. Il che farebbe di te, viste le citazioni, quantomeno un ipocrita.
    Il tuo problema è che non credi che la legge divina sia buona, che sia per il bene dell’uomo. E la tua concezione dello stato è assolutistica.
    Ti ricordo che chi tace di fronte al male è complice del male. Figurarsi chi lo incoraggia.

  26. MenteLibera65

    Ci vuole molta pazienza ed un certo spirito masochista per parlare con molti di voi , ben sapendo che continuate a ripetere all infinito concetti che fuori di qui sono consideati ridicoli.
    Tutti infatti sanno benissimo che vi somo dei reati che sono contro la pacifica convivenza tra le persone. Per questo motivo l omicidio , in furto , la vendita di droga e tanti altri reati sono consideati tali in tutte le nazioni del mondo ed in tutte le culture del momdo.
    Vi somo invece delle azioni moralmente discutibili che sono però considerate reato solo in alcune parti del mondo, mentre in altre sono considerate come libertà personali. Non vado oltre perché i post di Mario li capisco con difficoltà, e gli altri post sono capziosi e maliziosi. So soltanto che Mark Wahlberg e Paola Senatore sono finiti in prigione per reati comuni ( furto e spaccio di droga) e non per reati contro la morale cattolica. Come spesso accade “la croce” è un luogo privilegiato per incontrare Gesù e questo è capitato anche a loro. Non c’entra nulla pero col finire in prigione per reati morali.
    Se poi non sapete capire il passo di San Paolo sulla legge ed il peccato , mi spiace ma non è un mio problema ma semmai vostro. Non troverete mai nelle mie parole qualcosa che contraddica il CCC nel suo significato. Io posso criticare il CCC in alcune parti , ma mai farò finta di non capire cosa viene affermato sul CCC.
    Una nota su Mario : certametne è colpa mia ma faccio fatica a seguire il tuo modo di esprimerti.
    Uma nota su Berlicche: Tu e molti altri siete convinti che dove non arriva la fede debba o possa arrivare la legge. C’è stato un tempo in cui i precetti morali cattolici erano obbligatori per legge. Quel tempo è finito e grazie a Dio oggi siamo liberi di essere Non cristiani , e quindi siamo liberi di essere cristiani. Le unioni civili sono un contratto tra liberi cittadini di cui la Chiesa non si sarebbe dovuta occupaee fin dall’inizio. Per la chiesa infatti l unico matrimonio è quello in chiesa tra uomo e donna. Gli altri ‘matrimoni’ , come per esempio quello in comune tra uomo e donna , non sono considerati matrimonio ma solo un contratto civile e gli sposi sono considerati come conviventi nel peccato. Quindi perche dare cosi importsnza al contratto di unione civile , e dare cosi la sensazione che fosse un matrimonio? Le unioni civili sono l ultimo dei problemi, riguardano pochissime persone che in ogni caso avevano gia scelto di vivere senza preoccuparsi della dottrina cattolica , e hanno impatto zero sui veri matrimoni. Osteggiarle è stato un atto politico e controproducente , in quanto illogico e quindi evidentemente ideologico.

  27. Caro Mentelibera, CVD.
    Non so se è per tua mancanza, ma se pensi che s.Paolo con “Legge” intenda “legge degli stati”, allora tutti i tuoi millantati “studi biblici” sono stati un po’ sprecati. Se poi di Paolo pretendi di scegliere solo le parole, manco i concetti, che ti aggradano, allora il giudizio che esprimevo poco sopra è perfettamente confermato.

  28. Non ci credo che non mi capisci. Sei troppo intelligente per collocarti in questo nostro scissione così a buon mercato. Spesso offrì anche a me risposte fiume perché stai in gran forma e ti sentì forte nel busto. Adesso dici che non mi capisci e io non ci credo. Esiste il copia incolla di un ritaglio cui potresti aggiungere

    Me lo spieghi ?

    E io te lo spiegherei. Nel mio intervento precedente , il nucleo finale e’ il romanzo ANTICRISTO di Solovev abbastanza famoso. Il resto e’ “senza di me non potete fare niente” affermazione limpida e vera di Gesù il quale tanto per cominciare ti indica cosa e’ bene e cosa e’ male. Il male rimane male con qualsivoglia leggina cancellamale tu crei o con qualsiasi nuova filosofia ti inventi per definirti libero pensatore in credito di diritti senza sapere che cavolo sono i doveri. L’autore del mio link spiega ciò da grande cristiano e da grandissimo economista. Tu stesso forse per la prima volta vedi applicato il concetto di peccato all’economiA o almeno applicato con tanta competenzA

  29. MenteLibera65

    Berlicche nel momento che si chiede allo stato di fare leggi che rispettino la morale cristiana, con conseguenti pene , esse rientrano a pieno diritto nell’insegnamento di San Paolo ( non a caso in israele le leggi della Tora e quelle dello stato coincidevano) E rientrano anche teologicamente perché il concetto “non rispettare la legge”=”inferno” fa il paio con il concetto “non rispettare la legge”=”carcere”. In entrambi i casi si impone il rispetto della legge per paura della punizione e non per conseguenza dell’amore di Dio , dimostrato da Gesù, per noi.
    Solo se si è inondati di amore si puo profondamente compredere il perche dei comandamenti. La parola comandamenti d’altra parte deriva da “come andare” cioe quale è la strada da prendere per la salvezza. E questo non perche chi prende le altre strade viene incenerito , ma semplicemente perche le altre strade NON portano a Dio. Si tratta di una libera scelta , se infilarsi da soli all’inferno o se scegliere la strada stretta ma per il Paradiso. Se però qualcuno toglie la possibilità di scegliere la strada per l’inferno, che merito avremmmo nello scegliere l altra ? lo faremmo non per amore ma per paura o costrizone. E non sono io ad aver detto che alla fine dei nostri giorni saremo giudicati sull’amore. Buona Domenica.
    (P.S. Per Mario. poi mi rileggo tutto , ora sto col telefono ed è tutto piu difficile)

  30. Ribadisco il concetto, mentelibera. La tua interpretazione è errata sotto ogni profilo, storico, teologico e politico. E ancora una volta ti richiedo: perché furto e omicidio no, essendo anche quelle leggi divine?
    Sai, quando cominci a fare ecceZioni su qualcosa, finisce che fai del l’eccezione la tua Legge. Ovvero, definire giusto ciò che pare a te invece di ciò che pare a Dio.

  31. MenteLibera65

    E vabbè Berlicche mi tocca risponderti : Perché peccati come l omicidio , il furto . etc etc comportano un danno contro in terzo (l ucciso , il derubato, etc) E questo vale anche per gli atti che danneggiano la comunità nel suo complesso (lo spaccio di droga per esempio costituisce arricchimento illecito per la criminalita e alimenta la malattia del drogato, quindi produce un danno doppio).
    Tutti questi reati non potranno mai essere legalizzati , perché mettono a rischio la pacifica convivenza dei popoli ( tu rubi , nessuno ti punisce , allora il derubato ti viene a cercae e ti ammazza , poi i tuoi parenti reagiscono e cosi via)
    Invece i peccati che non coinvolgono altre persone ( per esempio sesso prematrimoniale tra 2 adulti consenzienti e liberi) sono completamente differenti e riguardano aspetti etici e morali personali.
    La prossima volta ti metto il link ad un libro di Introduzione al Diritto Pubblico e Privato , cosi tu leggi bene il significato di reati contro la persona , contro il patrimonio , etc etc. e magari scopri che la Giurisprudenza non è una idea venuta al primo che si è alzato ma si fonda su precise basi logiche.
    Ora non dire più che non te l ho spiegato , perché non siamo solo noi a leggere questo blog e insistendo su questo punto , che è chiaro a tutti, non ci fai bella figura.

  32. Caro MenteLibera, è imbarazzante constatare come continui a non renderti assolutamente conto dell’ininfluenza, ai fini delle questioni trattate, dei distinguo che fai tra reati.
    Anche se, in fondo è anche comprensibile date le premesse.
    Al netto di qualche trascurabile dogma infatti, il tuo cattolicesimo, diciamo così, liberaldemocratico, che peraltro esclude dalla salvezza chi rinuncia al peccato per timore del castigo (transitorio o eterno che sia), è (valutando un po’ all’ingrosso) del tutto simile a quel cristianesimo socialdemocratico che ha colonizzando le chiese riformate del nordeuropa distruggendole, riducendole a pie confraternite ormai in via d’estinzione, contribuendo politicamente e moralmente alla costruzione di una società radicalmente atea e individualistica, dove i valori morali sono crollati, la violenza in tutte le sue forme e a tutti i livelli è esplosa, e dove diventa ogni giorno più difficile garantire una certa armonia e un qualche ordine alla collettività.
    Complimenti, ottimo risultato!

  33. Cari cristianucci impauriti, in un commento precedente sono stati elencati molti peccati universalmente ritenuti gravi poiché lesivi verso terzi e quindi rubricati Anka (come Paul Anka) come reati in tutte le giurisprudenze del mondo. Poi quel commento indica UN SOLO peccato destinato a rimanere folclore poiché non si diffonde come un cancro sociale ma resta attaccato a chi li fa come una suola che incontrasse una cacca e la cosa va bene pourquoi il resto del mondo ne é fuori. Teoria interessante che a corredo ha avuto un solo esempio cioè prendere il pisello e tenerlo buono e lontano dalla futura sposa. Se qualcuno di voi sa perché bisogna arrivare al matrimonio nella castità per piacere lo dica. Deliberatamente non lo voglio spiegare io poiché in questo contesto di questo momento sarebbe dare le perle ai porci, e sottolineo perle e sottolineo porci

    Quel che farò invece e’ allungare l’elenco dei peccatucci fessi che al pari della violazione alla castità prematrimoniale (Noi scopiamo e siamo entrambi consenzienti onde 🏊 che male ti Fo?) mai e poi mai potrebbero diventare reati.

    Elenco che declinerò in alfabetico dalla A in poi tranne la F come Fi….. (Ci siamo 💋 capiti) il cui posto lo lasciamo all’UNICO buon esempio dell’articolo💋

    A- se io sono padre Sosa boss dei gesuiti vado a pregare Buddah in pagoda e che male ti Fo?

    B – Bonino Lippi Fo e altri bestemmiano in TV ma lo fanno tutti e come intercalare anzi Dio e la Madonna mi stanno pure simpatici onde 🏊 che male ti Fo?

    C – almeno quando non lavoro cappuccino e cornetto al bar, poi giornale in edicola e cane a pisciare e tuta per jogging onde 🏊 che male ti Fo?

    D – ma quei due rincoglioniti in una casa così grande e con il rischio che qualche volta lasciano aperto il gas e zompa tutto. Per il loro bene li mettiamo all’ospizio e onde 🏊 che male ti Fo?

    E – ma questa grumo di cacatina più piccola di una caccola del naso ma chi l’ha invitata? Sciò sciò aria non vorrai stare 9 mesi a rompere le palle e poi anche per altri numerosi anni? Il utero e’ mio e me lo gestisco io onde 🏊 che male ti Fo?

    F – come detto vale quanto detto in articolo sulla castità 💋 e se siamo consenzienti onde 🏊 che male ti Fo?

    G – passo

    H – falso? Vero? E chi lo ha deciso? E se io decido diversamente da quella che tu insisti nel chiamare verità onde 🏊 che male ti Fo?

    I – Anvedi che bel mulo!!! Mi piacerebbe dargli una cavalcatina. Quasi quasi glielo chiedo e se mi dice no amen ma se mi dice si onde 🏊 che male ti Fo?

    L – la proprietà privata e’ un furto e se io e Marx sosteniamo questo e siamo d’accordo e rimettiamo le cose secondo giustizia secondo me e Karl onde 🏊 che male ti Fo?

    Per chi non l’avesse capito ho citato i 10 comandamenti ove nessun comandamento e’ reato tranne il 7 (G).

    Solo questa spudorata generazione poteva arrivare alla conclusione che Dio al 90% non capisce un cazzo mentre al 10% ci ha preso

    Mi preme far osservare che anni fa le iene fuori del parlamento fermavano tutti i sedicenti onorevoli cristiani chiedendo loro se conoscevano i 10 comandamenti. Tranne un solo caso perfetto nell’elenco, tutti gli altri onorevoli al massimo arrivarono a 4 presi a caso (senza consecutio) e basta oppure si inventavano comandamenti mai esistiti tanto per arrivare a 6???

    L’unico dicasi unico che li disse alla perfezione fu Giulio Andreotti che poco dopo qualche mese moriva

  34. @Mario

    Lei alle olimpiadi dei bischeri arriverebbe secondo.

  35. MenteLibera65

    Caro Tonis (a mario risponderò successivamente) . Qui non si tratta di fare una Chiesa di successo , che su questa terra detenga il monopolio delle religioni , ma di fare una Chiesa vera , che sia sale e luce per gli esseri umani.
    Rispondi a questa domanda : se si obbedisce per tutta la vita in modo perfetto ai 10 comandamenti , si è certi di andare in Paradiso ? E se al contrario si disobbedisce spesso e per tutta la vita a tutti i comandamenti , si è certi di andare all inferno ? La risposta è NO in entrambi i casi. Questo perché c’è un comandamento riassuntivo che ci lasciato Gesù Cristo : ama il prossimo tuo come te stesso. Si insiste a cercare i peccati nei soli 10 comandamenti , ma noi siamo CRISTIANI ! cioe seguaci di Cristo e chiamati ad amare gli altri per avere la vita eterna. E amare gli altri , spendersi , rinunciare a qualcosa di importante per loro , è di gran lunga la cosa piu difficile e si puo fare solo se ci si sente inondati dall’amore di Cristo. È anche però la sola in grado di farci provare la felicita e la leggerezza di chi si abbandona alla provvidenza , senza fare calcoli continui per il domani.
    Tutte le tue elucubrazioni sembrano una analisi politica , come se la chiesa fosse un partito che deve raccogliere consensi e vincere le elezioni . La Chiesa deve annunciare il vangelo (tutto) e lasciare che sia la parola di Dio a dare frutto secondo i suoi disegni per questo tempo di inizio millennio.

  36. ToniS arrenditi

  37. Caro MenteLibera.
    E cos’è IN PRATICA amare il prossimo se non soprattutto impedire che sia ingannato?
    La Chiesa non potrà mai (purtroppo) impedire allo Stato di promulgare leggi inique, dannose sul piano individuale e/o sociale, ma non potrà mai accettare che questo avvenga col consenso dei cristiani. I cristiani vi si opporranno sempre tenacemente, usando la parola e il voto (finché sarà loro concesso).
    Stessa cosa per il peccato: la Chiesa non potrà mai impedire a qualcuno di peccare!
    D’altra parte, lo Stato che tuttora non ritiene legalizzabile l’atto sponsale tra madre e figlio, a tra tre persone, o tra una persona e un animale, non può impedire che tali orrori morali si verifichino nella pratica, ma si prende l’arbitrio di ribadire e difendere un ordine profondamente fondato sul diritto naturale, negando rispettabilità e diritti a forme “d’amore” indotte da pulsioni sessuali del tutto disordinate.

    Mario, ci sto seriamente pensando…

  38. Caro mente libera, prendo atto che sei più saggio di Dio e che, fosse stato per te, i comandamenti sarebbero stati molti meno. Certo che cosette come desiderare l’altrui coniuge, o portarselo a letto, non ha conseguenze pubbliche, vero? Ti do un suggerimento: prova a guardare la home page di un quotidiano qualsiasi. O a parlare con un figlio di divorziati.
    Guarda che chi vuole la chiesa di successo sei tu, infatti sei esattamente adagiato sulla morale del mondo. Apparentemente la politica ti condiziona, prova a lasciarla perdere. Per essere cristiano occorre Cristo prenderlo tutto, non solo quello che piace. Altrimenti lasci cadere quel cristi, e vedi cosa ti rimane: proprio ciò che tu difendi.

  39. Berlicche : l’altrui coniuge è un essere vivente anche esso dotato di intelligenza e volonta. Quindi se decide di andare a letto con qualcuno esercita la sua liberta ed in caso ne paghera le conseguenze legali o sentimentali. Ma di certo si tratta di atti che non possono essere vietati per legge , cosi come la separazione, altrimenti il matrimonio diventerebbe una forma di possesso di una persona . Qualsiasi contratto umano si puo sciogliere , pagandone le conseguenze ovviamente. Che poi questo sia un peccato davanti a Dio è palese , ma le leggi non possono seguire i peccati.
    Mario in termini generali condivido completamente il tuo post, in democrazia la maggioranza vince, e la minoranza ha il diritto di protestare e continuare a lottare per le proprie ragioni.
    In termini particolari ritengo che leggi che ricalchino le leggi morali cristiane , e costringano quindi tutti ad obbedire alle stesse , siano la negazione della fede e della liberta , e assolutamente controproducenti per i cristiani stessi. Mi sembra che in una italia ancora a maggioranza stra-cattolica il referendum contro il Divorzio sia stato stravinto dai NO anche con il voto cattolico. La virtù ‘costretta’ non serve a nessuno , e crea soltanto tante situazioni clandestine. Nom appena il popolo ha avuto la possibilità di esprimersi , o tramite referendum o tramite elezione dei parlamentari , le leggi di questo tipo sono state abolite ovunque anche nei paesi cattolici. vigono solo in quei paesi nom democratici o con regimi para-democratici.

  40. Divorzio, aborto, matrimonio omosessuale, eutanasia… col consenso dei cristiani.
    Cristo messo da parte, ignorato abbandonato e tradito.
    E qualcuno, che si dice Suo, ha pure in coraggio di dire che va meravigliosamente bene così!
    A questo punto non ho altro da dire, anche perché tanto squallore mi sta venendo a noia.

  41. Caro Tonis, nessuno ti costringe ad Abortire o far abortire, a divorziare, a unirti con una persona del tuo stesso sesso o a far praticare su di te l’eutanasia. Queste scelte (tranne il divorzio, perchè si è in 2) sono PERSONALI, e bisognerebbe evitare di crearsi e creare degli alibi attraverso eventuali leggi che le impediscano. Uccidere e rubare è un reato ed è anche contro i comandamenti, eppure ci sono tanti che uccidono e tanti che rubano, quindi come vedi con la legge umana non si riescono ad impedire comportamenti chiaramente e socialmente illeciti. Figurati impedire comportamenti che riguardano solo le persone che li praticano. E’ tutta una illusione, ed un modo per poter dire “sostenendo i divieti io lavoro nella vigna del signore”. E’ scritto che puoi divorziare ? Ma tu non farlo! E’ scritto che puoi abortire? Ma tu non farlo ! E’ scritto che puoi unirti a persone dell’altro sesso ? Ma tu non farlo! E’ scritto che puoi praticare l’eutanasia (ancora no a dire il vero) Ma tu non farlo! Questo ti dice Gesù. Per il resto scandalizzarsi per le leggi umane ed attribuire a loro la responsabilità di promuovere o meno la fede cristiana è soltanto tempo perso e, qualche volta, ipocrisia.
    La fede si trasmette con la predicazione e la testimonianza concreta QUOTIDIANA con propri comportamenti, nei fatti di tutti i giorni che il Signore ti mette davanti e nelle piccole/grandi scelte che ci sono da prendere. Il buon samaritano non si è andato a cercare da solo la persona da salvare, ma durante il suo percorso di vita lo ha incontrato, e davanti a questo ha fatto una scelta buona.
    Questo chiede chiede Gesù, non altro. Se tutti facessero questo il mondo sarebbe Cristiano anche senza alcuna legge umana scritta.

  42. Gesù si
    Chiesa no

    Non rispondetegli piu’

    E che andasse 40 giorni nel deserto (come già fece suo padre 2000 anni fa) a spiegare le scritture CHE CONOSCE BENISSIMO CON TANTO DI 🎩 dicendo ogni tanto se se se se poiché sta scritto poiché sta scritto poiché sta scritto e allora tu fai o non fai fai o non fai fai o non fai.

    Fine mia risposta al commento teste’ pubblicato.

    Ora ho da fare ma presto, non Spettero’ certo il 15 Santa Pasqua di Maria, per rilasciare una aspirina ai poveri cristianucci impauriti che quando sentono bei ragionamenti e belle parole magari non ci cascano ma il turbamento resta.

    E sappiate che questa qui 🍏 e’ una mela e chi non e’ d’accordo fuori dalle palle per piacere

  43. Nessuno mi costringe ad uccidere, ma è un bene che ci sia la legge che vieti di uccidere.

  44. Per Ago86, leggiti tutti i commenti e vedrai che l argomento è gia stato spiegato. le leggi contro l omicidio o il furto sono leggi per la convivenza pacifica delle persone perche quelli sono reati cotro terzi, e senza di esse ci sarebbe la guerra continua.
    Quindi tutte le nazioni le prevedono, indipendentemente dal regime politico o dalla religione.
    Eppure esse puniscono il crimine ma non riescono a prevenirlo completamete, perché il male a volte è piu forte della minaccia di una pena. La prevenzione la fa soprattutto l’educazione , l’etica , la fede ove esiste.
    Per Mario: se trovi nelle mie parole qualcosa che contraddica il CCC evidenzialo pure. Io non faccio che citare prevalentemente solo 2 testi quando parlo: La Bibbia (coi vangeli) e il Catechismo.
    Cosi facendo posso anche sbagliare ma almeno parto da fonti giuste. Chi invece
    si avventura nei meandri di altre centinaia di fonti , anche sante , deve prima badare di conoscere bene (benissimo) bibbia e CCC o rischia di parlare di acqua senza prima sapere cosa è un solido e cosa è un liquido.

  45. Mentelibera, tu contraddici ad ogni piè sospinto Bibbia e catechismo. Se le leggi che seguono le leggi di Dio sono per te da abolire, e’ chiaro che preferisci leggi che le contraddicono; se poni lo Stato al di sopra del volere di Dio, non puoi dirti cristiano neanche di striscio.
    Ormai l’ultima curiosità che mi rimane su di te è se tu sia serio e reale in quello che dici, o tu sia l’ennesima incarnazione di un certo troll, date le bestialità che spari e la tua tendenza a considerare Dio un mentecatto che da leggi impossibili da seguire e che danneggiano la libertà. Ma mi sa che mi tengo la mia curiosità e ti saluto del tutto.

  46. “Il modo odierno di distinguere religione e politica come ambiti separati di cose umane, a prescindere dalla effettiva storia cristiana che ha introdotto la distinzione, rappresenta in effetti il tentativo di annullarla, facendo della politica, ovviamente liberal-democratica, il nuovo ambito inglobante di vita umana, di una nuova “religione imperiale” che non tollera le religioni che include nel suo “pantheon” se non quando sono disposte a giurare nel suo nome. Lo strano è quanti cristiani, anche tra i cattolici, appaiono disposti a farlo.”

    Giorgio Salzano (docente di Antropologia culturale – Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, autore di “Democrazia regale. Cristianesimo autorità e potere” edito da Marsilio)

  47. Berlicche tu insisti a non saper capire ed interpretare quello che dico. Sei l’unico che fa finta di non capire la differenza che c’è tra leggi contro la persona ( non uccidere) e leggi contro la morale (non commettere atti impuri). Non vado oltre , ho spiegato precedentemente il mio pensiero, tu non sei d’accordo, finicamola li .
    Tonis , nella chiesa ci sono molte voci ma una dottrina sola , un Papa solo ed una sola assemblea dei vescovi. Giorgio Salzano è solo uno dei tanti membri della chiesa , insieme a lui tanti altri dicono cose in modo diverso sulla liberal-democrazia. D’altra parte lui e tanti altri , insieme a te forse , siete accumunati dal difetto base di chi critica la democrazia ed i sistemi attuali : L’incapacità di proporre qualcosa di alternativo che sia effettivamente migliore. Di solito si propongono improbabili quanto nebulosi governi di “sapienti” , non si sa bene scelti da chi e come, che tanto assomigliano a forme mitigate di dittatura o oligarchia. Ovviamente nessuno riflette sul fatto che forme di dittatura “dolce” possono essere anche di segno politico/religioso completamente opposto al cristianesimo, e che gia oggi esistono sotto varie forme. Si fa tanta teoria , senza guardare la storia che è maestra di vita e che in 2000 anni ha piano piano spazzato via le forme di governo non democratiche, e che la democrazia è indicata dalla Chiesa come la forma di governo piu giusta.
    Citando infatti la “NOTA DOTTRINALE circa alcune questioni riguardanti 
    l’impegno e il comportamento dei cattolici nella vita politica” (emessa dalla congregazione della fede e leggibile sul sito del vaticano) si puo leggere “Le attuali società democratiche, nelle quali lodevolmente tutti sono resi partecipi della gestione della cosa pubblica in un clima di vera libertà”.

  48. Dimenticavo : Buona Assunzione di Maria (ferragosto)

  49. Mentelibera, sei tu che fai finta di ignorare che il tuo pensiero è, semplicemente, non cristiano.
    Almeno abbi il pudore di toglierti la maschera.

  50. “leggi impossibili da seguire e che danneggiano la libertà”

    Domanda: come ha fatto, Oscar Schindler, a salvare gli ebrei che ha salvato?

  51. Lo chiedo perché ad esempio il Catechismo insegna, al paragrafo 1753, che

    1753 “Un’intenzione buona (per esempio, aiutare il prossimo) non rende né buono né giusto un comportamento in se stesso scorretto (come la menzogna e la maldicenza). Il fine non giustifica i mezzi. Così, non si può giustificare la condanna di un innocente come un mezzo legittimo per salvare il popolo. Al contrario, la presenza di un’intenzione cattiva (quale la vanagloria) rende cattivo un atto che, in sé, può essere buono (quale l’elemosina).”

    Quindi dovrei dedurne che, agli occhi di Dio, le menzogne di Oscar Schindler dette per salvare gli ebrei siano state odiose, e che non siano giustificate nemmeno dal fatto che le abbia dette per salvarli.

    Ergo che si fa in un caso simile, dove uno non ha la scelta tra bene e male ma solo tra male e male, vale a dire tra mentire e lasciare che degli innocenti muoiano?

    È possibile anche in un caso come questo seguire alla lettera la legge di Dio?

    Anche qui, lo chiedo perché molti cattolici parlano dell’osservanza della Legge come di un assoluto, un imperativo categorico al quale mai venire meno in nessuna circostanza, perché “è sempre possibile seguirla”.

    Quindi, da capo, in un caso del genere è possibile seguirla e fare una scelta tra bene e male oppure si può solo fare una scelta tra male e male, tra male minore e male maggiore?

  52. Oh, non c’è bisogno di scomodare Schlinder. Il Vaticano stesso fornì ospitalità e false generalità a migliaia di ebrei e perseguitati in generale, non solo dai nazisti ma anche da altri regimi. Occorre vedere se in questo caso si sia trattato davvero di menzogna, ovviamente.
    Per chi volesse, qui c’è l’opinione di Agostino a riguardo.

  53. Il punto è che la Chiesa vede la menzogna come un atto intrinsecamente malvagio

    1756 “È quindi sbagliato giudicare la moralità degli atti umani considerando soltanto l’intenzione che li ispira, o le circostanze (ambiente, pressione sociale, costrizione o necessità di agire, ecc.) che ne costituiscono la cornice. Ci sono atti che per se stessi e in se stessi, indipendentemente dalle circostanze e dalle intenzioni, sono sempre gravemente illeciti a motivo del loro oggetto; tali la bestemmia e lo spergiuro, l’omicidio e l’adulterio. Non è lecito compiere il male perché ne derivi un bene.” (Catechismo della Chiesa Cattolica)

    E Sant’Agostino stesso, nel punto 11 dell’articolo da te linkato, insegna che non è mai lecito, in nessun caso, mentire, nemmeno per salvare qualcuno (punto 11) o per evitare mali peggiori (punto 12, che poi è collegato al punto 11, poiché mentire per salvare qualcuno è precisamente mentire per evitare un male peggiore).

    Il punto 6 di Sant’Agostino poi è ancora più chiaro

    “Come quindi non sarà un’enorme perversione affermare che per conservare ad uno la vita del corpo un altro possa lecitamente morire nello spirito? Infatti l’amore del prossimo ha come punto di riferimento l’amore verso se stessi. Dice: Amerai il prossimo tuo come te stesso 20. In che maniera dunque potrà uno amare un altro come se stesso, se per dare a costui la vita temporale, egli personalmente si gioca la vita eterna? In realtà, se per dargli la vita temporale uno compromettesse la sua vita temporale non sarebbe questo un amare come se stesso, ma più di se stesso. E ciò oltrepassa la norma imposta dalla sana dottrina. Molto meno sarà lecito perdere la propria vita eterna dicendo menzogne, per [salvare] all’altro la vita temporale”

    Ergo non si può mentire per salvare la vita a qualcuno, è chiarissimo.
    Quindi io sarei tenuto a credere che Dio abbia detestato ciò che ha fatto Oskar Schindler o gli uomini di Chiesa che hanno aiutato gli ebrei mentendo ai nazisti.

    Sinceramente la mia coscienza non riesce ad accettare una cosa . Insomma io da cattolico accetto l’insegnamento della Chiesa sugli atti intrinsecamente malvagi, ma mi sembra irragionevole e soprattutto impraticabile nella realtà.

    Quando una legge sembra di fatto impraticabile forse bisognerebbe farsi qualche domanda.

  54. “Quando una legge sembra di fatto impraticabile forse bisognerebbe farsi qualche domanda.”

    la risposta è nello StatutoDelClub: “molti sono i chiamati, ma pochi gli eletti”

    fatevene una ragione…

  55. Berlicche, penso che non sia tu che ossa dare patenti di pensiero cristiano o meno. Sono ancora in attesa del punto delle mie parole che sarebbero anti-cristiane , ovviamente corredato dal passo preciso del vangelo o del catechismo che avrei contraddetto.
    Allo stato rilevo soltanto che non uno dei ‘cristiani veri’ di questo blog si è premurato di fare gli auguri per l’assunzione di Maria, pur avendo letto i miei, rivolti a tutti indistintamente dalle opinioni. Vabbè…

  56. Diego , prendi a riferimento ik catechismo dove parla della menzogna : “2484 La gravità della menzogna si commisura alla natura della verità che essa deforma, alle circostanze, alle intenzioni del mentitore, ai danni subiti da coloro che ne sono vittime. Se la menzogna, in sé, non costituisce che un peccato veniale, diventa mortale quando lede in modo grave le virtù della giustizia e della carità”
    Come vedi la gravità della menzogna è tanto minore quanto maggiore è il vantaggio per chi sarebbe stato danneggiato dalla eventuale verità. Quindi si può ben dire che l’eventuale bugia detta ad un malvivente, per salvare un innocente, rientri nei peccati veniali e lievi. Se infatti menti per salvare la vita di qualcuno di certo non commetti ingiustizia o mancanza di carità, ma tutt’altro.
    Se le parole di Sant’Agostino fossero state considerate perentorie , nei suoi esempi , sarebbero state raccolte nel Catechismo . Se non ci sono vuol dire che su quel punto pure Sant’Agostino esagerava.

  57. Vedi, Diego, il problema è che la mentalità del mondo continua a corrodere la nostra mentalità; per cui ci giustifichiamo continuamente, dandoci delle ragioni per cui pretendiamo di essere nel giusto comunque.
    Cosa vuoi che sia, sacrificare agli idoli, all’imperatore, se questo serve a salvare una vita, molte vite? magari anche la mia? Non è che io faccia sul serio, sono bugie innocenti, anzi…
    Dimentichiamo troppo spesso che il nostro corpo di carne è passeggero; e che è lo spirito che conta.

    Detto questo, come ho già detto, occorre capire se fornire false generalità a terzi sia davvero menzogna; e Agostino e altri autori ci forniscono un’ampia carrellata dei modi in cui si può cercare di salvare l’innocente da un potere ingiusto – il caso è esplicitamente contemplato, non so se avete letto – senza per questo mentire. I santi ci riuscivano, altro che impraticabile nella realtà; forse dovremmo prenderne esempio.
    C’è da dire che, come esiste la guerra giusta ed uno può senza peccare prendere le armi, così si potrebbe pensare che in casi particolari dove non sussista un guadagno personale si possa anche non dire tutta la verità. Ma faccio notare che anche questa è una china pericolosa, che può finire a giustificare il terrorismo: perché alla fine, l’uomo essendo l’uomo, troverà sempre nuovi motivi per portare avanti la sua opinione.

    Così, anche tu: secondo te, in quali casi è lecito mentire? Per salvare cento persone? Per salvarne una? Per evitarle una prigionia? Per risparmiarle una bastonata? Per evitarle una figuraccia? Dove la tua coscienza traccia la linea?
    Posso dirtelo con franchezza? Questa tua preoccupazione mi pare un po’ un moralismo. Una menzogna come quella che tu indichi può essere assunta – come dice bene Tommaso – come un peccato veniale; ma commettiamo in continuazione tali e tanti peccati mortali che il tuo argomento mi pare alla fine un sasso gettato con l’intento di far male più che un vero dubbio.
    E in tal caso, se così fosse, altro che menzogna a fin di bene.

  58. Berlicche dimentica di precisare che Sant’Agostino, come pure tutti i padri della Chiesa, incluso San Tommaso, sono una FONTE del magistero, ma non sono IL magistero. I loro scritti, per quanto illuminati, non sono La Chiesa. Per questo esistono la Bibbia , coi vangeli e le lettere degli apostoli , ed il Catechismo che li riassume e li spiega secondo il discernimento illuminato della Chiesa, che si è avvalsa ANCHE delle interpretazioni dei Padri della Chiesa stessa, quando e nei modi in cui lo Spirito gli consigliava di fare.
    Ripeto che la ricerca di altre fonti , per quanto meritevole, è a volte fuorviante, perchè le stesse fonti sono già state vagliate dalla Chiesa stessa, che se ha ritenuto di non utilizzare alcuni concetti lo ha fatto con discernimento.
    Detto questo è fuor di dubbio che le frasi perentorie di S.Agostino sono molto “ideali” ed io , personalmente, non le condivido in alcune parti.

  59. MenteLibera.
    Apprendo con piacere che credi in Maria assunta, nella Sua interezza di anima e corpo, in cielo, realtà di una verità scientificamente impresentabile; quindi sei un cattolico perfettamente “ortodosso”.
    Dunque come si permette il buon Berlicche di dire che di cristiano porti solo la maschera?
    Allora, per chiarirci meglio andando sul pratico, mi viene di farti una domanda:
    se (per ipotesi) il giudice Francis fosse stato pure lui quell’autentico credente che sostieni di essere tu, avrebbe potuto emettere, negando un’ultima speranza a due genitori altrettanto credenti, la sua cinica sentenza in ossequio al dogma laico di un “child best interest” scientificamente giustificato?

  60. Se parli di Charlie Gard , vi sono cattolici molto piu ortodossi e preparati di me che sostengono che nel suo caso la ventilazione forzata fosse un accanimento terapeutico. Io non entro nel merito, perche non sono in grado e non non sono medico. Rilevo però che senza se e senza ma moltissimi commentatori cattolici si sono schierati contro i medici inglesi ed i giudici , senza neppure valutare che (come per l epikeia e per Amoris e Letitia) esistono valutazioni caso per caso che sono totalmente personalizzate sul caso specifico, e che quindi la bonta di specifiche pratiche o cure o scelte non è generalizzabile. Peraltro al bambino venivano somministrati anche farmaci di tutti i tipi , purtroppo non sopravviveva solo grazie alla idratazione nutrizione e ventilazione.
    Una cosa è certa : i genitori non hanno sempre ragione e diritti per definizione , altrimenti dovremmo lasciare la patria potestà a tutti , anche quelli che mandano a prostituire i figli a 12 anni o che ( come i testimoni di geova) impediscono le trasfusioni provocando la morte dei figli. I figli sono prima di tutto persone e figli di Dio , e uno Stato ( pur essendo limitato e non potendo vantare la giustizia di Dio) ha il diritto di cercare di fare il meglio per i cittadini valutandoli autonomamente e non figli di qualcuno.
    Quindi ho il massimo rispetto per Giudici e Medici che (non da soli ma colleggialmente) si sono trovati a valutare questo caso , e poiche di certo sarebbe stato mediaticamente piu conveniente (per loro) decidere di mandare Charlie negli USA a spese sei genitori e del servizio sanitario americano , lavandosene le mani (invece di farsi dare degli “assassini” da mezzo mondo) sono certo che hanno deciso con coscienza su una malattia rarissima su cui improvvisamente mezzo mondo cattolico è diventato espertissimo. E se fossero stati cattolici ma avessero identifucato un accanimento terapeutico , avrebbero dovuto prendere la stessa decisione. Quindi spero che Dio li abbia guidati alla decisione giusta e per principio cattolico prima di tutto ( che è ottimista) rifuggo la malizia con la quale molti cattolici hanno guardato a questo caso , facendone una bandiera sulla pelle del bambino , mentre in tutto il mondk ogni giorno muoiono dimenticati molti bambino che si potrebbero incece salvare.
    Personalemnte ritengo che il demonio agisca anche e forse soprattutto attraverso la superficialità.

  61. P.S. mi scuso con tutti per la quantità impressionante degli errori ortografici , che faccio mio malgrado per colpa del cellulare

  62. Per quanto riguarda poi il mestiere di giudice, è un mestiere dove sei pagato per applicare la legge. Se le leggi da applicare non ti piacciono , l unica soluzione è abbandonare quel mestiere e farne uno diverso . Se un cristiano fa il giudice deve essere pronto ad applicare le norme , in base alla legge e non al proprio essere cristiano o al fatto che le persone che deve giudicare sono a loro volta cristiane. Nessuno lo obbliga a scegliere il lavoro di giudice , se ritiene che le norme da applicare siano anti-cristiane. Se il tuo occhio ti è di scandalo , cavalo ( se il tuo mestiere ti è di scandalo , smetti di farlo). Nessuno vive bene con un occhio solo , come nessuno vive bene avendo studiato per un mestiere e poi dovendo rinunciare. Ma non si puo ingannare gli altri, applicando la legge non secondo il suo spirito ma secondo le norme cristiane. Se si vuole fare qualcosa per Dio , si diventi politici e si lotti per cambiare la legge. Ma i giudici la legge la devono applicare. Questo è il mio pensiero. (ed idem per i medici)

  63. Buongiorno MenteLibera65, nella veste di uno qualsiasi dei “tutti” al quale l’ha chiesto, La scuso volentieri della quantità impressionante degli errori, ma tengo a dirLe che considero Lei unico responsabile, anzi colpevole (visto che preferisce usare questo termine come si evince da quanto ha scritto) di questi errori mentre non attribuisco alcuna colpa al suo cellulare.

  64. Grazie Eppe. Sono interventi come i suoi che fanno riflettere sul destino dell’umanità. :-)

  65. MenteLibera.
    Ho invano sperato che, nella tua risposta, ci avessi risparmiato la solita superflua pappardella scientifico-giuridico-politica laicamente corretta, e avessi risposto con un semplice SI o NO, come dovrebbe fare un cristiano.
    Comunque è chiaro che la tua risposta è un SI, e questo chiarisce fin troppo lo stato confusionale (inavvertito?) nel quale versa la fede tua e di tantissimi altri cristiani, cattolici comuni e chierici compresi.

    (P.S. Sia chiaro, come uomo e come cristiano il sottoscritto non si sente superiore a nessuno)

  66. La tua domanda è stata posta in modo volutamente malizioso, e conteneva gia quella che secondo te doveva essere la risposta del “buon cristiano” . Ma io sono un pessimo cristiano e mi limito a stare sull uscio della casa del signore ripete;ndo “signore abbi pieta di me che sono un peccatore”. Tu hai tutte le risposte io invece preferisco tenermi tutte le domande.
    Ho argomentato la mia risposta, perché mi è stato insegnato a dare ragione delle mie idee. Tu invece parli e rispondi con la pancia , pemsando di parlare e rispondere col cuore. Della patente di buon cristiano rilasciata da te , su questa terra, non mi interrssa nulla. Preferisco il paradiso.
    Salve.

  67. Che l’Onnipotente misericordioso possa scuotere la coscienza del giudice Francis e di tutti coloro che ne hanno favorito l’ignobile sentenza, ma soprattutto possa avere pietà per tutti noi quando, pur avendo ottenuto il dono di conoscere la Verità, ci siamo lasciati ingannare e non abbiamo avuto il coraggio e la forza di difenderla opponendoci al pregiudizio scientista legalista e laicista delle istituzioni che gestiscono il potere nel mondo.

  68. E quale è la Verità (con la V maiuscola) ? Tu come tutti abbiamo appreso questa storia dai giornali e dalle TV, e dopo pochi giormi mezzo mondo si è spacciato esperto di una malattia rara che coinvolge 12 persone al mondo , nella variante che aveva Charlie. E quella letto dai giornali e dalle tv o sui blog sarebbe la Verità? quella grasso che cola che fosse la verità piccola piccola. E fobdandosi su una verità piccola piccola si fanno proclami in nome della Verità! E con tutti i peccati seri e concreti che porteremo davanti a Dio , Dio dovrebbe preoccuparsi di come abbiamo trattato la vicenda di Charlie Gard ? Lo fai prorprio distratto questo Dio….

  69. Federico Fasullo

    Da ottimo non religioso ci tengo a dire che secondo me MenteLibera65 è tutto fuorché cristiano e vi sta trollando (a parte Berli’ che è un po’ più avvezzo ai troll e credo sia della mia stessa opinione).
    Fate voi.

  70. A parte che uno che sceglie come nick “fasullo” si giudica da solo , ma poi non vedo perché esporre liberamente le proprie idee , argomentandole, sia un comportamento da troll. Quando sono d’accordo con quello che si dice qui , lo dico tranquillamente. Il fatto è che qui spesso si trattano temi controversi , dove molti cattolici ( non solo qui) si trovano divisi o in disaccordo. Se si facesse un post sull’importanza della eucarestia o sulla mitezza di maria , stai tranquillo che saremmmo tutti d’accordo. Buona serata.

  71. Se la Verità per te non ha niente da dire e non ha proprio niente a che fare con un bimbo che è stato tra i più poveri al mondo, un bimbo talmente povero che forse solo un miracolo (un “caso”?) avrebbe potuto permettergli di vivere, beh MenteLibera, allora consentimi, c’è davvero qualcosa di strano, di contorto nel tuo “cristianesimo”, oppure effettivamente ci stai trollando.
    Buona notte.
    Per me comunque il dialogo finisce qui.

  72. Mentelibera:
    “i giudici la legge la devono applicare”
    posso star certa quindi che tu ti sia stracciato le vesti per come la cd magistratura creativa o ideologizzata in questi anni ha sgretolato il principio portante del nostro sistema democratico – la divisione dei poteri – per aggredire la legge sulla fecondazione assistita, per introdurre i precedenti per eutanasia, “matrimoni” omosessuali e stepchild adoption (con conseguente legittimazione delle pratiche illegali)?
    “sto sull’uscio”
    Ma quando mai? Finora invece hai insistito a proporre te stesso come campione di cristianesimo cattolico e le tue idee come modello di condotta per i cattolici. Mi sembri come uno che al bivio invece di schierarsi coi bianchi o con i neri o anche di restarsene lì, va tutto imbiaccato dai bianchi a dire “ascoltate me che sono il più bianco di tutti e vi dico che se foste bianchi veri converreste che è bene sottomettersi e plaudire alla legge dei neri”. E francamente preoccuparsi a fronte di questioni gravi dei mancati auguri sul blog mi pare biacca.
    Che poi tu adesso ribalti ancora la frittata e te ne vieni che i tuoi interlocutori sono i non democratici che vorrebbero “nebulosi governi di sapienti… forme mitigate di dittatura o oligarchia” quando sei quello della sentenza di eutanasia a cui piegarsi di buon grado come il meglio possibile che in coscienza medici e giudici scrupolosi riescano ad offrire, e degli illuminati padroni del mondo che dovrebbero amministrare e gestire centralmente le risorse per il bene dell’umanità… Se “democrazia” significa riconoscere vero e giusto ciò che la maggioranza elegge tale, il cristiano assolutamente non è democratico (ma neppure nessuno che ragioni); se significa confidare in forme partecipate e rappresentative di governo, il cristiano può essere democratico, ma allora soprattutto veglierà e democraticamente si batterà perché la democrazia non scada in demagogia, propaganda, dittatura e oligarchia, fedele alla verità che non gli viene dalla maggioranza.

  73. @m
    Grazie, cara m, per la bella sintesi del rapporto tra cristianesimo e democrazia che ha scritto nel Suo ultimo paragrafo, che sottoscrivo “in toto”.

    @MenteLibera 65
    Se vuole può utilizzare anche questo intervento per riflettere sul destino dell’umanità. :-)

  74. Cara m, nella ultima parte concordo con te.
    Il problema è che la democrazia non è un sistema perfetto, ma solo il meno peggio. E poichè stiamo parlando di leggi fatte da umani, interpretate da umani ed applicate da umani, è impensabile che esse siano perfette in tutte le accezioni.
    Preferisco però sempre questo sistema ad un sistema dove qualcuno , pure teoricamente illuminato, possa decidere per tutti.
    Se poi entriamo nei singoli fatti è ovvio che concordo con te che ci sono stati decine di esempi di invasione di campo della magistratura italiana (perchè di quella tu parli) nel campo politico e viceversa. Se le leggi sono scritte male, se sono interpretabili , se non contemplano delle fattispecie reali, anche la politica avrà la sua responsabilità. Una nazione NON può non dare risposte ad un cittadino che faccia una domanda su un caso specifico, e se nelle leggi della nazione la risposta non c’è (ne positiva ne negativa) , è evidente che la magistratura deve supplire al buco, e da nessuna parte sta scritto che essa sia esente da errori o da deviazioni di tipo “politico” , personali o globali. Siamo esseri umani cara M, non abbiamo la verità in mano e non siamo perfetti. Per quanto riguarda i tuoi esempi, si ritorna ad un principio base : Chi ti costringe a seguire quello che la legge( o i giudici) ti consentono di fare?
    Perchè pensi che il diritto di un altro diventi un obbligo per te? Non pensi che questa forma di pensiero sia un modo per deresponsabilizzarsi rispetto alle scelte forti della vita?
    Rispetto a quello che nomini io certamente contro l’eutanasia (da non confondere con l’accanimento terapeutico) e contro la possibilità di adozione per coppie dello stesso sesso . Sulla fecondazione assistitaci sarebbe un lungo discorso da fare, ma in altre occasioni.

  75. Caro Tonis, la verità è che una volta in questi casi si pregava perchè il Signore guarisse Charlie. Ci si alzava di notte (magari senza pubblicità ), si facevano rosari, si dedicavano messe, etc etc.
    Oggi invece il miracolo si “pretende” dai medici, come se il Signore, per farne uno, abbia bisogno di un medico che tira fuori una terapia sperimentale. E quando qualche medico ne propone una , ecco che tutti i cattolici sono pronti a tifare per la sua adozione, senza pensare che magari quei fondi potrebbero essere usati per salvare qualcuno salvabile invece di qualcuno insalvabile oltre ogni lecita speranza.(quando poi non ci troviamo di fronte e vere truffe, tipo il caso stamina).
    Si chiama “scientismo cristiano”, i miracoli per interposta scienza! Quella stessa scienza tanto criticata perchè “non da tutte le risposte”, quando conviene diventa l’unica speranza a cui attaccarsi, più potente della preghiera e della volontà del Signore.

  76. @Eppe
    Grazie del conforto, Eppe (troppo buono!), ma non c’è sintesi sufficientemente sintetica da scampare alla micidiale massa gelatinosa fagocitante del nostro MenteLibera

  77. M. Normalmente sui blog si parla per battute , che è il miglior modo per far finta di aver detto tutto senza aver detto niente.
    Io preferisco essere meno conciso e magari logorroico, per non rischiare che il significato delle mie parole sia alterato, cosa che peraltro avviene lo stesso.
    Certamente replicare come hai replicato tu è l’arma di chi non sa replicare, ma vuol dare ad intendere che non si sporca le mani a farlo…

  78. Scusami Mentelibera, l’altra battuta di là l’avevo già pensata, e non ho voluto rinunciarci ora trovando che mi avevi prevenuto con questa tua legittima rampogna. Assolutissimamente non era mia intenzione darti del prolisso (io lo sono spesso!), ma dire che strenuamente rivolti tutto e confondi le acque. Davvero non so (più) come replicare, ma proverò appena avrò tempo, per ora ci tenevo a prendermi le colpe giuste e non quelle sbagliate.

  79. M , grazie della risposta…io sono il piu prolisso..ma ti ringrazio del tono generale della tua risposta…cerchero anche io di abbassare i toni :-)

  80. Mentelibera, così rabbonito solo perché non ti ho dato del prolisso mi fai sentire in colpa veramente!
    Replico, come reclamavi.
    1. il caso della legge 40 mostra che non si è trattato solo di “vuoti legislativi da colmare” ma anche di “pieni” da abbattere.
    2. la tiritera dei “vuoti legislativi” è il più delle volte una scusa, che ha una parte fissa nel copione che si mette in scena per portare avanti certe campagne a partire da casi suscitati appositamente. Dinamiche che spesso proprio questo blog ha segnalato e smascherato. E comunque non ogni vuoto è solo una “carenza” da colmare e non ogni fattispecie potrebbe mai essere prevista. (Per esempio, era somma malafede quella di quanti argomentavano che nella nostra Costituzione il matrimonio non è specificato nella sua forma eterosessuale e che se essa non lo prevede tra persone dello stesso sesso neppure lo esclude: matrimonio quello significa – ad abundantiam anche etimologicamente).
    3. che i giudici sono uomini e possano essere fallibili o partigiani che razza di argomento è? Mica stiamo decidendo noi quante ere di purgatorio debbano farsi i giudici che agiscono scorrettamente e a fin di male, stiamo invece appunto discutendo se e quali scelte siano sbagliate, scorrette o malvagie.
    4. i diritti altrui non sono un dovere, ripeti: se si riconosce lecito qualcosa cristiani e cattolici possono comunque astenersene. Tu stesso poni come limite a questo argomento che non vi sia nocumento per terzi: e allora perché metti spesso nell’elenco l’aborto? Perché l’eutanasia con consenso presunto o indotto? Ovunque ed anche su questo blog si è discusso tantissimo su quali siano le ricadute e i danni sociali delle varie altre proposte di leggi sulla famiglia (per esempio il riconoscimento di uno status analogo a quello dei coniugi alle coppie di fatto o a quelle omosessuali comporta una mutazione, una diminuzione e uno svuotamento dell’istituto matrimoniale e apre la strada all’assurda rivendicazione dell’”omogenitorialità”). Mi sembra che tu continui disinvoltamente ad ignorare il merito delle questioni, fermandoti agli slogan correttisti.

  81. M: Ma quando mai ho citato l’aborto come Diritto ?

  82. Mentelibera,
    proprio qui sopra (#comment-82420):
    nessuno ti costringe ad Abortire o far abortire, a divorziare, a unirti con una persona del tuo stesso sesso o a far praticare su di te l’eutanasia. Queste scelte (tranne il divorzio, perchè si è in 2) sono PERSONALI, e bisognerebbe evitare di crearsi e creare degli alibi attraverso eventuali leggi che le impediscano. Uccidere e rubare è un reato ed è anche contro i comandamenti, eppure ci sono tanti che uccidono e tanti che rubano, quindi come vedi con la legge umana non si riescono ad impedire comportamenti chiaramente e socialmente illeciti. Figurati impedire comportamenti che riguardano solo le persone che li praticano…
    E’ scritto che puoi divorziare ? Ma tu non farlo! E’ scritto che puoi abortire? Ma tu non farlo ! E’ scritto che puoi unirti a persone dell’altro sesso ? Ma tu non farlo! E’ scritto che puoi praticare l’eutanasia (ancora no a dire il vero) Ma tu non farlo!

    Questo in italiano significa che l’aborto va col divorzio, le unioni omosessuali e l’eutanasia fra le “scelte PERSONALI” (no, il divorzio no, perché si è in due), “i comportamenti che riguardano solo le persone che li praticano” e da cui ci si dovrebbe limitare ad astenersi in quanto cristiani, senza discutere le leggi in materia.
    Così come agli esordi (#comment-80039):
    Avete inteso che è legale fare l’aborto ? Ma voi (se siete cattolici) non lo fate. Avete inteso che è legale il divorzio ? Ma voi (se siete cattolici) non lo fate. Avete inteso che è legale questo e quello ? Ma voi (se siete cattolici) non lo fate. Se quindi i cattolici smettessero di pensare e vietare quello che fanno gli altri…

    All’occorrenza tu, non io che ti riassumo, condensi questo tipo di ragionamento citando la formula dei <> degli altri che tanto non sono obblighi/doveri per il cristiano. Ma vedo che sicuramente sull’aborto hai corretto e precisato qua e là anche il contrario: ritiro “spesso”.

  83. …dei diritti

  84. Cara “m” ormai sei rovinata. Quello lì adesso dal suo specchio magico dove non si ammira (la regina Grimilde di Biancaneve) ma affonda la sua mano materiale lì dentro (Alice) e afferra antimateria e antiparole e antipatia e Antipa (Erode, quello del vangelo) e ti anticiperà tutto quello che è buono per antipasto di anticaglie utili a randellarti. Forse è meglio se ti arrendi. Coraggio “m” fra poco er sor Berlicche torna dalle ferie !!

  85. Cara M , io ho solo elencato leggi edistenti che ti consentono di fare qualcosa, non ho mai detto di essere favorevole a tutte esse. In particolare non troverai mai nulla di mio che dice che sono favorevole alla legge sull’aborto. Le ho solo citate per dimostrare che da sole le leggi non preservano dai delitti e dai peccati. E se nel mio modo di scrivere hai inteso che l’aborto fosse alla stessa stregua di altre leggi , mi scuso per l’imprecisione. L’aborto , essendo una scelta che coinvolge un terzo (il bambino) non potra mai essere un diritto personale, ed infatti la sua legalizzazione è tutt’altro che una scelta laica ma in tutto ideologica. Fermo restando che trattandosi di un delitto che è molto facile da nascondere, si tratta di capire come limitarlo effettivamente e non soltanto formalmente. Ma questo è un altro discorso. Spero di essere stato chiaro

  86. Queste mie parole commentano LE PAROLE DELL’ULTIMO INTERVENTO ML65 e non la sua persona e quindi non credo di meritare il cartellino giallo del padrone di casa

    Affermo che quelle parole sono degne di un vescovo. Se le avesse dette un vescovo gli avrei scritto per complimentarmi in tono devotamente filiale con il suo messaggio.

    Ma non e’ così. La tentazione di esultare per questo contributo e’ forte. Doverosamente si impone una mia prudenza. I fatti sono fatti e sono mesi che senza metterci d’accordo fra noi, decine di noi stiamo contrapponendoci all’autore battagliero oggi investito da un uragano di spirito santo. Basta andare a rileggersi mesi e mesi di contestazioni. Personalmente ho toccato il fondo dei duelli quando me ne sono uscito con

    Aho’ ma che c’è voi convince? Che la merda e’ bona??

    Tratto da compagni di scuola di Carlo Verdone. Ma io sono sguaiato e poco educato. Nel mucchio voglio pescare solo una personcina educata e mite come ToniS cui sono state necessarie le seguenti -almeno – esclamazioni di disappuntofra poco allegate.

    E oggi? Oggi cara “m” abbiamo davanti a noi un vescovo e quindi ci eravamo sbagliati. Viva lo sbaglio e viva il vescovo ma con un minimo di vigilanza a venire.

    Ecco le garbate reazioni di ToniS quando l’investitura episcopale ancora era in pectore e non manifestata

    ////////////

    1 – la sinistra, che grazie alle sue più o meno cruente vittorie rivoluzionarie, a partire dal 1789 ha “progressivamente” liberato il mondo dal pensiero unico cristiano, ha tutto il sacrosanto diritto di imporre ora il proprio.
    2 – La sinistra al potere, a differenza della Chiesa cristiana, ha sempre operato a fin di bene: dunque, tutto il bene di cui il mondo oggi può godere, sono dovute alla battaglie della sinistra.
    3 – Alla luce della storia, se a causa della democrazia non fossero sopravvissute troppe “scorie” (come Mario) le rivoluzioni della sinistra avrebbero già restituito a tutti gli uomini il paradiso perduto.
    4 – In particolare, le rivoluzioni omo-trans-poli-sessualiste dei giorni nostri, i nuovi diritti assoluti all’aborto all’eutanasia e al consumo di droga, sempre grazie alla sinistra, permetteranno al mondo di raggiungere quel traguardo di “superiore civiltà” che la Chiesa, per interesse ignoranza e stupidità, ha sempre osteggiato.

    ////\\\\

    Un bimbo è stato sottratto ai suoi genitori ed è stato ucciso “nel suo interesse”.
    Ora dunque, grazie al sacrificio di una vittima designata e alla vittoria del potere medico-giuridico, si dispone del precedente perfetto per imporre in tutti i Paesi “progrediti” l’eugenetica il suicidio assistito e l’eutanasia “nel suo interesse”.
    Con la complicità di una massa di cattolici da salotto che, disquisendo verbosamente e +o- finemente, finiscono ogni volta con lo stare dalla parte di colui che da sempre ha in odio la Verità.

  87. Mario , mi sembra che sia gia la seconda volta che citi le parole di Tonis che descrivono me, come se Tonis fosse il l’oracolo di Delfi. Penso che puoi giudicarmi senza far uso delle arbitrarie frasi di Tonis , che sono il tipico argomento strow man ( si mette in bocca a qualcuno qualcosa che non ha mai detto , per poi attaccarlo).
    Io non mi sono mai contraddetto perche non ho mai detto le cose che voi sostenete io abbia detto , e rileggi tutti i miei interventi non ne troverai uno che sostiene che la sinistra sia perfetta o che il mondo attuale sia perfetto. Io sostengo solo che anche grazie (ANCHE e non SOLO) alla sinistra ed alla social democrazia sono stati introdotti nell agenda politica del mondo quei problemi che prima non erano neppure considerai tali e che ora fanno parte del DNA di ognuno di noi senza che neppure ce ne accorgiamo (per esempio la redistribuzione del reddito , in un nondo che fino al 1700 era governato economicamente dal “chi ha ha , e chi non ha sono affari suoi” , e dove l unica forma di redistribuzione era la beneficienza dei signori.
    Con questo la sinistra si è macchiata di nunerosi delitti nella storia non meno della destra . Per quanto riguarda la Chiesa , essa non è un paritto politico ed è una benidizione a mio parere che non sia piu un potere temporale.

  88. ToniS e’ uno su 20 cui hai fatto venire il Mal di fegato e la chiesa senza potete e’ il massimo delle benedizioni e se un potere la chiesa in passato ha avuto trovi solo boccioli di fioriture a parte gli scritti deliberatamente denigratori dei figli di satana cioè dei suoi nemici. Il fatto che sei passato da avanti popolo al te deum mi riempie di gioiA al 85-90% poiché se il sospetto venne ad Anania al cospetto di San Paolo cieco e caduto da cavallo sulla via di damasco chi sono io per avere una fiducia superiore ad Anania sapendo che davanti a me ho ML65 il cui spessore di santità e’ mille volte meno di San Paolo? Ti giuro che non ti attacco più e vivi tranquillo. La mia clacque fatta di cristianucci impauriti e la tua fatta di attenti analisti che sanno ben pesare le tue parole (giuro che non sto scherzando) sapranno porre in essere il loro discernimento semmai la tregua che inizia da oggi venisse infranta. Ciao

  89. Mario …vivevo tranquillo pure se continuavi ad attaccarmi :-)
    Comunque sei troppo “oltre” : alcune tue espressioni non le comprendo proprio nel loro significato lessicale. Sei troppo prodigo di doppi e tripli sensi teologico-arrabiatologici. Davvero…è difficile comprenderti ed è un peccato perche secondo me siamo daccordo su molte piu cose di quelle che credi nella sostanza, come pure con “m” , che saluto e spero non ci abbia abbandonato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: