Dire, fare, lettera, testamento

Non è chiaro se la proposta di legge sul testamento biologico, che sta per giungere nelle aule parlamentari con le usuali forzature radicaleggianti dei finti democratici, sia in realtà un mezzo per cercare di eutanasizzare – se mi passate l’orrido neologismo – il governo o ricompattarlo. Perché se da un lato il tema dell’eutanasia, di cui questa proposta è chiaramente anticipatrice ed esplicito grimaldello, è un tema per così dire “caro” ad una sinistra mortifera, dall’altra è senza’altro possibile che si tenterà di sfruttare i prevedibili malumori per mollare una stoccata all’esecutivo. Un casus belli per apparire puliti.

Le unioni civili, quella indiscussa porcata di legge che è l’unico lascito degno di nota del fu governo Renzi, furono utilizzate per ricompattare un partito mugugnante contro il “nemico comune”. Quale nemico? quel cattolicesimo che ha costruito e costituito la civiltà occidentale. Se si vuole sostituirlo con una nuova ideologia è indispensabile liberarsi del suo retaggio. Per tornare al paganesimo che fu, e anche più in giù. Che poi anche alcuni esponenti formalmente cattolici si siano accodati dietro congruo compenso alla “nuova” morale progressiva la dice lunga sui danni che può fare la politica quando è staccata da un ideale da raggiungere.

I pochissimi civiluniti certificano l’ampiezza della menzogna sull’urgenza di quel provvedimento e il favore popolare pressoché nullo; i successivi pronunciamenti, ampiamente previsti, di giudici compiacenti, ridicolizzano gli sbandierati risultati della finta opposizione. Ma temo che da ciò non si sia imparato niente.

Possiamo sgolarci affermando che il caso di quel poveretto che è andato in Svizzera ad ammazzarsi non c’entra niente con quanto si vuole passare in aula: quello è stato puro suicidio. Non servirà, ma almeno serve a chiarire cosa si vuole ottenere in realtà, al di là di tutte le parole false che ci riversano addosso.

Avremo un bel dire che, una volta aperta la porta alla morte, sarà difficile richiuderla. Non ci saranno molti che presteranno orecchio a quanto accaduto in altri stati, dove si è partiti come qui con parole di dolce morte e si è finiti a trattenere con la forza vecchietti che cercavano di resistere a chi li sopprimeva. O a far fuori bambini, malati mentali, persone non autosufficienti, senza più neanche addurre scuse. Nel silenzio complice, persino nell’indifferenza.

Un poco di orrore da queste parti ancora quelle pratiche le suscitano. Quella parte politica che adesso spinge il provvedimento è, nominalmente, la stessa che esecrava la barbarie nazista, non così differente quanto a volontà di eliminare ciò che riteneva improduttivo. Almeno senza l’ipocrisia di dire che lo faceva per il loro stesso bene.

Perché quanto il padrone decide che è ora di sopprimere i pesi morti o tu hai una ragione per dirgli di no, per dire che quello non è una zavorra ma un essere umano vivo, oppure obbedisci. Anzi, porti avanti quella battaglia per la morte come se ne andasse della tua vita.
Attento, servitore del nulla. Cosa ti accadrà quando al tuo padrone non servirai più?

E noi, che pensiamo la vita sia sacra e non oggetto di mercato, che dobbiamo dire? Che dobbiamo fare? Dobbiamo farci sentire perché il nostro modo di vedere il mondo non divenga lettera morta. Non è ancora venuto il momento di scrivere il testamento biologico della fede.

Advertisements

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 13 marzo 2017 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 18 commenti.

  1. Non dimenticare “baciare”… se scrivessimo il testamento biologico della fede saremmo tutti come Giuda…

  2. Quello era appunto il solo bacio che mi veniva in mente in merito.
    L’ho omesso apposta…

  3. Non senza sorpresa (!) leggo su “la Domenica” di ieri, quella bella preghiera a San Giuseppe che Leone XIII pose a chiusura dell’enciclica Quamquam pluries il 15 agosto 1889, nella quale emerge, per sconvolgente attualità, quest’invocazione:

    “… allontana da noi, o Padre amatissimo, la peste di errori e di vizi che ammorba il mondo; assistici propizio dal cielo in questa lotta contro il potere delle tenebre…”

    Quel “da noi” mi inquieta, perché contro certe pestilenze i vaccini non bastano.

  4. ToniS,

    sono piacevolmente sorpresa io nell’apprendere che questa bella preghiera, a me nota da tempo grazie a Radio Maria che da decenni la pone a coronamento del rosario (insieme col “Salve Regina”), sia stata composta dal santo pontefice Leone XIII.

    Nemmeno sapevo prima d’ora che fu proprio S. Leone XIII con l’enciclica “Quamquam pluries” a consacrare il mese di marzo al santo patriarca di Nazareth, come già aveva fatto per quanto riguarda il mese di ottobre, consacrato alla Ss.ma Vergine del Rosario.

    Grazie!

  5. Matteo bravissimo. Se mi avessero dato l’articolo i. Word anziché in link firmato avrei scommesso sulla paternità berlicche. Hai scovato un suo sosia

    Mi complimento con te

    In Sicilia si direbbe M’INCHINO !!!!

    😄

  6. MenteLibera65

    Cito il pezzo :
    “Avremo un bel dire che, una volta aperta la porta alla morte, sarà difficile richiuderla. Non ci saranno molti che presteranno orecchio a quanto accaduto in altri stati, dove si è partiti come qui con parole di dolce morte e si è finiti a trattenere con la forza vecchietti che cercavano di resistere a chi li sopprimeva”

    Mi si potrebbe portare un caso CERTO e PROVATO di un qualsiasi paese dove qualche vecchietto sia stato soppresso mentre cercava di resistere, il che sarebbe un omidicio “tradizionale”.
    E mi si potrebbe portare per favore il link al testo di legge di un qualsiasi paese, dove sia stata adottata una qualsiasi forma di testamento biologio o eutanasia, e che preveda in modo esplicito la possibilià di sopprimere qualcuno contro la sua volontà ?

    Di queste cose o si hanno le prove, oppure sarebbe più opportuno evitare proprio di citarle, altrimenti si giustificano pure quelli che, col fatto che un prete è stato scoperto pedofilo, dicono che tutti i preti lo sono.

    Chi è contro l’eutanasia o il testamento biologico lo deve essere per il principio, non per le presunte e leggendarie deviazioni (pare , sembra , così dicono, me lo ha detto il parroco, il diacono , un mio amico che vive in belgio, la figlia della sorella di una mia parente olandese, etc etc, etc).

  7. https://www.lifesitenews.com/news/dutch-govt-panel-hopes-case-of-forced-euthanasia-committed-in-good-faith-ca
    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-leggi-sul-fine-vita-i-malati-nelle-mani-dei-giudici-19179.htm
    “Esplicito”? “Contro la sua volontà”? Se la volontà non c’è si suppone che ci sia; Nel caso dei minori, ad esempio si possono sentire i minori ma la loro opinione non è vincolante.
    Ti suggerirei di andarti a leggere anche questo link. Magari rende più chiaro cosa sta succedendo.
    http://restellistoria.altervista.org/pagine-di-storia/giorno-della-memoria/ausmerzen-lo-sterminio-dei-bambini-disabili-nel-terzo-reich/

  8. MenteLibera65

    xberlicche : tu hai scritto “si è partiti come qui con parole di dolce morte e si è finiti a trattenere con la forza vecchietti che cercavano di resistere a chi li sopprimeva”
    Poi parli di “casi dove ad esempio si possono sentire i minori ma la loro opinione non è vincolanti”
    Ma gli esempi concreti che porti sono dei casi controversi in cui evidentemente il malato non è assolutamente in grado di esprimere il suo parere in modo consapevole . e ci sono delle battaglie legali tra medici e parenti.
    L’idea che medici o sistemi legislativi democratici siano costruiti per uccidere consapevolmente persone indifese e non consenzianti è una visione ideologica e anche assurda degli uomini e delle leggi. Nessun politico o medico peraltro costruirebbe mai delle regole del genere dove un giorno potrebbe cadere se stesso o qualche componente della sua famiglia.
    Mettere sullo stesso piano leggi prodotte da regimi democratici attraverso decine di letture parlamentari e leggi naziste prodotte da un regime genocida significa fare solo un’opera di disinformazione peraltro così goffa da essere palesemente controproducente.

  9. Amico, una legge criminale è tale anche se approvata democraticamente. Non è l’iter burocratico che rende “buona” e “giusta” una legge.

  10. MenteLibera65

    x Ago86. Non afferrare il discorso. finché continuerete a contestare queste leggi descrivendole in modo surreale esagerato e grottesco , non si otterra’ mai Nulla.
    Chi non ha una idea chiara sull argomento, leggendo certe assurdità e poi confrontandole con i fatti veri si convincerà della poca credibilità dei siti cattolici e finirà per dare retta agli altri. E questo non vale solo per l’eutanasia ma per tutto l’approccio che molti siti cattolici hanno nei confronti delle libertà civili o presunte tali.

  11. Mente libera, cerca di liberare la mente. Casi controversi? Hi provato ad andare un pochino ad esplorarli, quei casi controversi? In quegli articoli ci sono citazioni: le hai seguite?
    I casi sono controversi semplicemente perché chi ha ammazzato sfrutta le incertezze per andarsene senza conseguenze. Si chiama “impunibilità”: quella degli arroganti protetti dal potere. Sei, a quant pare, disposto a credere ad ogni pallida scusa pur di restare della tua idea.
    Usi la parola “democratici” come se fosse uno scudo che rende impossibile il male. Hai un’idea veramente ingenua della storia e della politica, se lo pensi davvero. Se io convinco la maggioranza dell’opinione pubblica che i malati mentali devono essere, per il bene della partia, soppressi, come fecero i nazisti, quesllo diventa un bene? Vorrei che tu andassi per bene a vedere cosa chiedono ora gli “estremisti” laddove l’eutanasia è già legale; e lo confronti con quanto chiedevano venti anni fa. Hai la mente veramente libera, o credi solo che lo sia?
    Leggiti per bene l’articolo seguente, e poi guarda i tre minuti di filmato.
    http://lanuovabq.it/it/articoli-quando-i-vescovi-tuonavano-contro-l-eutanasia-19129.htm

    Disinformazione? Mio caro, la fanno quelli che non vogliono che queste cose si sappiano.
    PS: tanto per dirne una, su google è molto difficile far venire fuori certi risultati….

  12. dall’omelia dell’arcivescovo Von Galen sopra linkata:
    “Cristiani riuniti in preghiera! […] mai, in nessuna circostanza si può uccidere un innocente, se non in guerra o in caso di legittima difesa».

    come si fa a uccidere un innocente per legittima difesa?

    …me lo spieghi tu, isaia?

    oh, non lo dire “leggiti bene” così alla leggera, che magari poi qualcuno esegue…

  13. L’unico caso in cui l’aborto è permesso è quando la gravidanza mette in autentico pericolo di vita la madre. Poi ci sono le sante che mettono a rischio la propria per quel bambino.
    Basta come esempio, Acaz?

  14. sinceramente, no: non mi è chiaro il quadro di “legittima difesa”, evidentemente.

    ma ammetto che rispetto alla media di ciò che si apprende qui è abbastanza ragionevole.

    (e per giunta, finalmente un “si si, no no”!)

    grazie, vecchio mio.

  15. Mente libera: “gli esempi concreti che porti sono dei casi controversi in cui evidentemente il malato non è assolutamente in grado di esprimere il suo parere”: credevo proprio che la fattispecie dell’”omicidio tradizionale” comprendesse non solo il caso che si sopprima “qualcuno che cerca di resistere” ma pure “qualcuno che non esprima il suo parere”.

  16. MenteLibera65

    x M (e anche gli altri) : avete capito benissimo quello che intendo parlando di persone che non possono esprimere la propria opinione. io cerco di fare un discorso logico e serio , affrontando ogni sfaccettatura di queste vicende, invece mi sembra che qualcuno faccia finta di non capire le mie parole.
    A ‘M’ , rispondendo al suo post , potrei pure io far finta di non capire quello che dice e poiché lui mette solo stesso piano l’uccisione di chi è esplicitamente contrario insieme a quella di chi non può esprimersi ( per esempio in coma irreversibile da anni) , io faccio il vago e dico che allora lui sostiene che l’uccisione di chi invece ne fa esplicitamente richiesta in modo libero appartenga ad una categoria a parte e non sia quindi un omicidio.
    quindi in pratica M sarebbe favorevole alla eutanasia .

  17. Mente libera: non mi sembri così tanto logico. Quando dici che un “omicidio tradizionale” è sopprimere qualcuno “mentre cerca di resistere”, so che non intendi escludere dall’omicidio l’ammazzare qualcuno inconsapevole alle spalle o avvelenandolo ecc., ma qualcuno inconsapevole in quanto menomato nelle sue
    facoltà (non solo “in coma irreversibile”, perché non si riducono a questo gli esempi che respingi). Solo che l’onere di essere preciso sarebbe tuo, perché per me le due cose sono quanto meno pericolosamente vicine, se non si equivalgono, e tanto più pericolosamente in quanto vedo molta faciloneria in chi si lascia convincere dagli argomenti “tanatisti”: è questa faciloneria che stigmatizzo nel fare evidentemente il verso al tuo discorso.

    La sacralità, o l’intangibilità (per chi è allergico ai termini di origine religiosa), della vita umana – che è quella che ci garantisce tutti, esattamente al rovescio di ciò che sostenevi più sopra (accanimento/#comment-80207) – dovrebbe cedere il passo, da un lato alla volontà personale, per chi può esprimerla, ovviamente a prescindere da ogni valutazione del caso (se ci fondiamo sulla libertà personale sarebbe contraddittorio far prevalere il parere di altri); dall’altro alla valutazione dei medici e/o volontà dei parenti per chi viceversa non può esprimere una volontà personale. Se non lo vuoi, perché ti ci vorrebbe; se non ti ci vorrebbe, perché lo vuoi: ma si può stare tranquilli, se lo dici tu…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: