Disperato tramonto

Con la tua vita puoi fare quello che vuoi, acquistare bambini per darle un senso o ammazzarti perché il senso non lo trovi. E’ il disperato tramonto del laico senza certezze, che pensava di potere comprare la felicità, equivocando sul significato di valori.

Le bubbole nelle quali credeva sono scoppiate: contenevano il nulla. Si atteggiava a uomo superiore, adesso si definisce animale. Ha un sussulto solo quando gli viene indicato il nuovo demone da abbattere: il fascista, l’omofobo, l’obiettore, l’inutile carcassa umana, il politico che infastidisce il potente che detta la linea. Allora si scatena, veste i colori di guerra. Manca poco per raggiungere la perfezione, solo ancora una persona da far sparire.
Urla, manifesta, scrive insulti su twitter. Non si accorge di essere morto.

Avesse almeno qualcuno a cui chiedere perdono.

Advertisements

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 7 marzo 2017 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 17 commenti.

  1. contro tutte le ideologie, contro tutte le religioni, contro tutte le filosofie. abbiamo liberta’ di fare tutto il possibile. liberta’ di vivere come vogliamo e morire quando vogliamo, liberta’ di fregarcene dei posteri, liberta’ di non creare posteri. noi decidiamo il bene e il male. godiamo del presente come piu’ ci piace. non potete fermarci. voi siete la spazzatura della storia. la storia finisce con noi. noi siamo felici e orgogliosi del nostro ruolo perche’ sappiamo che dopo di noi non ci sara’ nessuno.

  2. Il nulla. La libertà e la felicità che volevano è il nulla.

  3. MenteLibera65

    xberlicche .
    scusa ma dove sarebbero queste folle di disperati sull’orlo del suicidio ? non ti sembra di descrivere un mondo grottesco e surreale ? Il laico senza certezze , proprio perché non ha certezze , non si prende mai così sul serio ne nel bene e nel male. Dove stanno tutti questi laici pronti ad ammazzare i malati ed a comprare i bambini? quanti poi effettivamente lo fanno poi nella realtà, in percentuale rispetto a chi non lo fa ?

  4. noi tolleriamo le vostre illusioni perche’ sono i vostri mezzi per raggiungere il nostro stesso scopo. ma noi viviamo la realta’ autentica e godiamo di piu’. non ci vergogniamo di rappresentare quello che gli illusi chiamano decadenza. noi lo sappiamo e ne siamo compiaciuti. piu’ ce lo dite, piu’ noi godiamo. ci fate godere senza sforzo, lo fate voi al posto nostro. questo mondo e’ diventato bellissimo. per voi e’ il nulla, per noi e’ tutto. godiamo della vostra insoddisfazione. se questo mondo invertira’ la sua tendenza al declino, noi godremo di questo ritorno. se andra’ peggio, noi godremo del peggio. noi siamo gli unici al mondo a conoscere la via della salvezza umana.

  5. Tutte balle.
    Tutti quelli che hanno detto “la storia finisce con noi” sono morti e sono finiti.
    La storia continua.

  6. Quelli che lo fanno, e quelli che applaudono quelli che lo fanno.

  7. “La storia finisce con noi” lo intendo che quando moriranno, non resterà nulla. Nemmeno loro. ;-)

  8. non ci importa se non saremo gli ultimi uomini. godiamo pensando che possiamo esserlo. abbiamo tutte le carte in regola. non abbiamo vergogna. non abbiamo sensi di colpa. sono inibizioni dannose. sappiamo di essere giudicati male. siamo sempre noi. sappiamo predicare bene e razzolare male. viviamo alla giornata. programmiamo solo per noi stessi. non amiamo il prossimo. amiamo il prossimo per godere. non vogliamo futuro. non facciamo figli. siamo egoisti. siamo cattivi. facciamo figli per dispetto a essi. godiamo del male. godiamo del bene. siamo buoni. siamo generosi. vogliamo un futuro. siamo quello che siamo.

  9. E questo da dove è uscito?

  10. Caro “uomo”, la cosa tragica è che stai contando un sacco di balle. Li conosco quelli che fanno come dici tu. Non sanno neanche godere, sono annoiati, cattivi, e finiscono malissimo e disperati. Ne conosco un sacco; ne conoscevo un sacco. Si contano balle per tentare d non morire.
    Di davvero felice non ne conosco uno.

  11. xVanni: credo sia una vecchia conoscenza…

  12. “Si contano balle per tentare d non morire.”

    magari tu potresti passare alla storia come il primo a riuscirci. auguri!

  13. R&S, io so che morirò. Non ho bisogno di contare balle, e quindi non lo faccio. Questa è la differenza.

  14. [Scusate. Commento di servizio, per iscrivermi al thread.]

  15. “R&S, io so che morirò.”

    ah. ti sei rassegnato? non vivrai in eterno?
    che peccato; ma benvenuto fra gli adulti, comunque.

  16. R&s: Oh, io so che morirò ma spero che vivrò in eterno; a sentirti tu sembri avere la convinzione opposta.
    Se gli adulti sono così, cinici e cattivi, credo che rimarrò ancora un po’ tra i bambini; di animo, se non altro.

  17. Oggi il mio pensiero va a una donna.
    Una donna che mi (ci) ha fatto capire come il male possa conservare tutto il suo devastante potere diabolico, mantenendo il basso profilo di una grottesca (mi verrebbe da dire “fantozziana”) banalità.
    Quella banalità trasferita alle masse (laiche?), ma incarnata nel potere tecnico delle scienze e delle burocrazie politiche post-ideologiche contemporanee.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: