Ma io sono cattivo

Cosa farei se fossi un politico che ha governato male e che, trombato in qualche maniera dai cittadini, volessi far ripartire la mia carriera? Ve lo dico: mi tirerei nobilmente da parte, e nel frattempo sceglierei tra il mio seguito le peggio mezze figure, i più inutili, antipatici, invisi. Questi sacrificabili, assetati di potere come ogni politicante o semplicemente incapaci di capire, li spingerei al governo. Avrei la loro gratitudine servile e la garanzia di una pessima amministrazione in grado di far dimenticare ogni mio precedente fallimento. Si stava meglio quando si stava peggio, si dice così, no? per quindi poi ritornare come salvator di patria. Due piccioni con una fava: pesi morti eliminati, verginità politica ricostruita. Tanto si sa che l’elettore medio ha la memoria di una trota.
Eh, farei in questo modo. Ma io sono cattivo, lo sapete.

bad6

Advertisements

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 12 dicembre 2016 su diavolerie e cattiverie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 3 commenti.

  1. Machiavellico. Un po’ come i grandi baroni della medicina, capaci di scegliere a bella posta un buono a nulla come delfino, a cui far assegnare una cattedra di minima importanza perché non ha una quota di letti di ospedale associata.

  2. Cavaliere di San Michele

    A pensar male si fa peccato… ma in genere ci s’imbrocca, diceva Andreotti o chi per lui.

  3. Cattivo? Machiavellico?
    No no no: proprio diabolico.

    Eppoi ha anche il coraggio di affermare che non considera la coerenza una virtù. (!!)
    A questo punto potrei anche aggiungere: civettuolo.
    : –))

    Ps: comunque a me Gentiloni non pare per niente un ripiego e uno scarto. Tutt’altro. Sarà il fascino discreto della sua ascendenza aristocratica? Mah. Comunque in quel partito, e soprattutto con quel segretario, stona come una campana tibetana in un quintetto di Schubert (il forellen quintett, sa? Parlando di trote…). O viceversa.
    Ergo: non ci casco (o ricasco), perché non c’é casco che tenga, con simili ruzzoloni e capitomboli, o ribaltoni che dir si voglia (tutti quelli cogli “oni”, direbbe Benigni).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: