Stiamo ai fatti

Facciamo un po’ di fact-checking (controllo dei fatti, per dirla all’italiana) sulle ragioni del no al referendum.

“Non è vero che si risparmia così tanto”
Un soldino risparmiato è un soldino guadagnato. Ad esempio, i soldi risparmiati nel primo anno riusciranno a ripagare quasi per intero la pubblicità che il governo ha fatto per il “Sì”. In cinque anni l’Italia si ripaga forse pure il referendum stesso.

“Non è vero che le leggi saranno approvate più rapidamente, già adesso solo una piccola percentuale delle leggi hanno più delle letture minime”
Sì, ma tutte le leggi che ora non sono neanche sottoposte al Parlamento perché tanto si sa che non passerebbero? Dopo le modifiche, chi è al potere potrà fare votare quello che vuole perché l’opposizione non ne potrà niente. Perché la volontà dei tre quarti degli italiani dovrebbero poter bloccare una legge, se il partito di maggioranza decide così?

“Si perde in sussidiarietà, federalismo, e si va verso uno statalismo centralista”
E’ un vantaggio: i nostri statisti a Roma potranno finalmente dedicarsi al bene comune senza essere distratti da istanze locali.

“E’ scritta male, pesante, farragginosa”
Ma andiamo! Avete dato un’occhiata alle altre leggi? E poi, siamo onesti: normalmente, chi le guarda?

“Il Governo potrà imporre quello che vuole, con il controllo del parlamento, del potere giudiziario e dei media”
Realismo. Ha già imposto i decreti e le leggi che voleva, i giudici sono già proni e la RAI è già a senso unico senza che si vedano scioperi, cortei o manifestazioni per denunciarlo. Non potrà cambiare di molto.

“Il sistema adesso funziona, perché cambiarlo?”
Ha portato al governo Renzi, no?

Spero siate convinti, adesso…

boh

 

 

 

Advertisements

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 3 dicembre 2016 su diavolerie e cattiverie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 8 commenti.

  1. Uno che chiede la fiducia per i pruriti di Scalfarotto e Cirinna’

    Nonostante i gravi problemi interni ed esteri che ha

    Se ne deve proprio anda’

    Punto e basta

  2. @Mario

    Approvato e sottoscritto.

  3. Berlicche,

    ti confesso che raramente, quando prego con l’antichissima formula che suggerisci nella tua home page (in basso a sinistra: Sotto il tuo manto…) penso al bene dell’Italia e non al mio personale, ma oggi come vedi mi ricordo di pregare…

    PER LA SALVEZZA DEL NOSTRO POPOLO
    Sotto la Tua protezione ci rifugiamo, Santa Madre di Dio
    Non respingere le preghiere che Ti innalziamo nelle necessità
    Ma salvaci sempre da tutti i pericoli,
    O Vergine Gloriosa e Benedetta

    E, visto che l’8 dicembre è molto vicino, spero di non dimenticare anche il resto del tuo suggerimento.
    Buona giornata!

  4. Oggi preghiamo… e votiamo.

    Domani, lunedì, è S. Giulio.

    Il dado è tratto.

  5. Chi ha invocato Maria e ha pregato, è stato ascoltato;
    perché la dissolutezza non da certezza di governo.

    Grazie.

  6. Perché “deposuit potentes de sede”.

  7. Omigosh.Travaglio ha detto le stesse cose. Adesso sono davvero inquieto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: