Capito tutto

Un ultimo post sulle conseguenze dell’elezione negli Stati Uniti e poi basta, visto che probabilmente cominciate anche voi ad averne le scatole piene.

L’altro giorno, prima della notte elettorale, scrivevo, a proposito dei soloni vaticinanti una vittoria a valanga di Hillary, che nel caso di una sua sconfitta

“… ci metterebbero lo spazio di un minuto a cambiare registro. A rinfacciare il populismo, la plebe che niente comprende. Pronti per il prossimo mito.”

Profezia facile. Lo stiamo vedendo accadere. Devo ammetterlo, ho goduto come un riccio a vederli lividi, boccheggianti e senza parole nel momento in cui hanno capito che il loro modello era andato in frantumi. Per qualche secondo. Il giorno dopo rieccoli, intervistati come esperti su quello che hanno appena dimostrato di non avere per niente compreso.
Per comodità, raggrupperò le loro reazioni in tre categorie.

1-Democratici contro la democrazia.
Frase: “La democrazia è troppo importante per lasciarla in mano alla gente”
Tag: #Notmypresident

Sono coloro che sostengono che il popolo non capisce niente, quando si parla di politica, e non dovrebbe essere lasciato decidere. Sono loro a dire chi può governare e chi no, loro sanno cosa fare, sempre. Se la realtà è troppo differente da quello che vogliono, meglio negarla e pretendere che si adegui, in fretta.

2-Non vedenti
Frase: “C’eravamo ma non abbiamo visto”
Tag: #Orahocapito

Questi ammettono di non avere saputo prevedere il momento, di non avere visto la rabbia che montava. Quindi fanno una bella analisi sociologica a posteriori utilizzando esattamente gli stessi modelli di prima. Sono gli orfani di Marx, della lotta di classe, di cui riciclano le categorie. Ma non è questione di rabbia, è questione di cosa è vero. Che continuano a negare, che continuano a non voler vedere.

3-Riciclati
Frase: “Impazienti di collaborare
Tag: #Hillarychi?

Questi non ammettono di essersi sbagliati, se qualcuno ha pensato che sostenessero Hillary si è trattato di un malinteso. In realtà sotto sotto a Trump hanno sempre creduto, non osavano però dirlo per timore. Il loro cuore è popolare, e guardano con ansia al momento in cui potranno rendersi utile al nuovo potere. Al presidente eletto fanno le loro più sincere congratulazioni. Nel loro caso, naturalmente, “le più sincere” fa un po’ ridere.

Divertitevi a mettere il vostro intellettuale di fiducia, il vostro giornalista, il vostro politico nella casella che più si adatta. Ho lasciato fuori, consapevolmente, la categoria di coloro che hanno saputo davvero mettersi in discussione. Ce ne sono, probabilmente. Basterebbe trovarli.

whitehouse

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 11 novembre 2016 su diavolerie e cattiverie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 30 commenti.

  1. Un socialista acceso s’è fatto una risata
    Ha detto “al mio paese la gente è disperata
    chi va a destra, chi a sinistra, chi va sulla via maestra”
    Fior di ginestra
    “Io vado dove è pronta la minestra”

    Citazione da una vecchia canzonetta degli anni ’30.

  2. Accetto l’invito di Berlicche e provo a divertirmi anch’io mettendo lo pseudonimo di qualche nostro amico virtuale:
    #Notmypresident: Ricco&Spietato
    #Orahocapito: Cachorroquente
    #Hillarychi?: Federico Fasullo
    Spero si riprendano presto dallo shock e ci spieghino perché gli americani hanno sbagliato tutto.

  3. L’altra notte ho visto today su tv2000 dove veniva intervistato Furio Colombo, che ha elogiato il lavoro di Obama, che ha elogiato tutto quello che ha fatto la Clinton e non ha fatto altro che denigrare Trum, il tutto senza un contraddittorio. Mi domando, ma tv2000 è ancora una tv della Cei ho è diventata la tv di renzi e della sinistra radical-scic?

  4. Giuste le 3 categorie, ma fanno tutti capo a una categoria principale, la più perniciosa, quella dei MARZIANI FUNAMBOLI che, vivendo su un altro pianeta, anzi peggio, nel MONDO CHE NON C’E’, credono di poterlo creare loro come degli dei. Speriamo che queste folli menti annichiliscano quanto prima.

  5. @Max: preghiamo piuttosto che rinsaviscano, per quanto la cosa ci possa sembrare improbabile.

  6. Speriamo che sia l’Arma Letale.

  7. A giudicare dalla maniera con cui stanno affrontando il dopo-elezioni ad esempio i giornalisti nostrani, direi che li abbiamo persi. Ha ragione chi dice che non è questione di non aver visto, ma di non voler vedere e consciamente mentire.

  8. A proposito di prenderci nelle previsioni, permettimi di farmi un po’ di pubblicità, visto che dopo anni e anni finalmente ho più o meno il mio blog in piedi, dopo uno sbuffare tutta l’estate a mettere cose a posto… e diciamo che questa storia di Trump avrei dovuto pubblicizzarla prima…
    http://blumudus.it/2016/perche-ho-scommesso-su-trump-nel-2015/

  9. Qui parlo (in anticipo, eheh) della clamorosa sconfitta dei padroni delle opinioni:
    http://blumudus.it/2016/trump-ha-vinto-le-elezioni-di-martedi-prossimo/

  10. @ AlphaT, ti ho messo nella cartella “Amicale”.

  11. Ci sono un sacco di motivi per protestare contro Trump. Te le chiami opinioni ma quello è un criminale che ha organizzato un sistema di truffe spacciandole per università. Ha sottratto i soldi alle sue stesse fondazioni di beneficenza. Per non parlare del fatto di passare per un misogino e razzista. Ti senti veramente di biasimare le persone che non lo vogliono?

    Inoltre per colpa del sistema di votazione americano risulta paradossale il fatto che le città più popolose contino meno nei voti di quelle più piccole. Quattro voti a San Francisco valgono come uno solo in Ohio.

    Poi sì, te ce l’hai con l’elite snobbista etc etc ma il cittadino singolo (e ti sto riportando l’opinione di cittadini americani che conosco) è veramente indignato del risultato delle elezioni (per quanto non ho trovato una singola persona che abbia votato la Clinton per il suo programma ma solo perché era l’unica alternativa a Trump).

    In 11.000 hanno votato per Harambe che sono confluiti nel 45% della popolazione votante che non ha votato o non ha espresso preferenza per i due partiti principali. In pratica Trump rappresenta a fatica una persona su quattro in America.
    Alla luce di questo, ti senti veramente di biasimare i protestanti? Lasciando stare un attimo i giornali ed i politici.

  12. Fasullo, finché ragioni con “il cittadino singolo è veramente indignato del risultato delle elezioni” ti stai già identificando come un “tipo 1”.
    Stai assolutizzando quello che ti dicono i tuoi amichetti del tuo giretto, esattamente come quei sondaggisti e opinionisti. Non “il cittadino singolo”, “alcuni che conosco”. Caro “cittadino singolo”, le regole del gioco erano chiare: non hai vinto, e ora fai il piagnisteo? Cresci.
    Ti faccio una domanda. Se avesse vinto la Clinton con esattamente lo stesso risultato ribaltato, lei che è davvero una criminale corrotta e capace di tutto, e che potrebbe avere anche dei morti sulla coscienza (oltre a quelli che ha causato con la sua attività politica intendo), avresti protestato oppure no? Onestà intellettuale, please.
    PS: sei per caso nel libro paga di Soros? Perché buona parte dei contestatori, quantomeno a livello di organizzazione lo sono. Se non lo sei, ingenuo. Fatti pagare, almeno.

  13. Fasullo, veramente indignati dovremmo essere tutti per la demenzialità della martellante manipolazione mediatica cui siamo stati tutti assoggettati per mesi (qui un bell’esempio http://www.huffingtonpost.it/2016/09/16/reazione-bambina-incontro-con-donald-trump_n_12046312.html).
    Ma ti fa piacere che qualcuno ti prenda per talmente scemo da mandar giù roba di questa fatta? (e “fatta” la uso a ragion veduta).

  14. Sono contento che tutti i numerini che ho scritto sopra siano stati ignorati.
    Persino Scott Adams li ha ignorati.

    Oh, please, dimmi perché la Clinton è una criminale. Perché manda le mail dal server sbagliato?

    @senm_wenders: nn ti (vi) sto dando torto su quello, è stato messo alla gogna mediatica per delle bazzecole ed è stato demonizzato da molti poteri forti. Ma per quanto una parte di persone fosse contro di lui non è che questo lo renda una persona meritevole.
    Né toglie il fatto che tre persone su quattro in America non lo volessero alla casa bianca.

  15. Numeri, Fasullo? Quali? Questi, “tre persone su quattro in America non lo volessero alla casa bianca”? Come no. Leggiti il blog di Adams sulla dissonanza cognitiva. Evidentemente non l’hai fatto.
    La Clinton ha una fondazione che prende soldi dai maggiori sponsor del terrorismo e ha il budget di una piccola nazione. La Clinton ha venduti favori del Dipartimento di Stato in cambio di “regali di compleanno” a sei zeri. Ha fatto insabbiare inchieste. Gente che indagava su questo è morta in strane circostanze. Molta gente. Pagava gente per incitare la violenza ai comizi di Trump. Cerca “Project Veritas”. Le mail? Oh, sì, anche quelle.
    Comunque, tu che supporti i contestatori (e non mi hai risposto), ricordamelo: com’era la tua posizione sull’obiezione di coscienza? (E riparte la dissonanza cognitiva)

  16. “Numeri, Fasullo? Quali? Questi, “tre persone su quattro in America non lo volessero alla casa bianca”? Come no. Leggiti il blog di Adams sulla dissonanza cognitiva. ”

    A parte che l’ho letto, mi dici dov’è che mi contesta che me lo devo essere perso?
    Come al solito ti scrivo cose e mi rispondi banane.
    – scusi sa che ore sono?
    – sìsì sono cipolle.

    Uh che teneri quelli del project veritas che prendono finanziamenti da chi gli fa comodo per sbuggerare gli avversari. Magari un altro giorno.

    Che c’entra l’obiezione di coscienza? O.o

    Onestamente non credo sarei a protestare, te stai accusando la Clinton delle stesse cose che potresti accusare tutti gli ultimi presidenti in America, seguendo la tua logica bisognerebbe protestare ogni volta. Però mi trovi d’accordo, la Clinton non è per nulla un buon candidato, ma il sistema presidenziale americano è folle.

  17. Fasullo, è proprio questo tuo non capire la dissonanza cognitiva. Non riesci a comprendere la realtà.
    Se tu dici “tre su quattro non volevano Trump”, non ti salta in mente che usando gli stessi numeri “tre su quattro non volevano Clinton”?
    Di fronte alle evidenze le liquidi con uno sbuffo, mentre approfondendo potresti facilmente verificare che avevano ragione. Ma, nel confronto tra quello che pensi e quello che è, preferisci quello che pensi. Continua così: ogni giorno sarà per te fonte di sorprese.
    Grazie per l’esemplificazione dei miei post. I lettori penseranno che ti sto inventando.

  18. In realtà l’ho letto ed è veramente interessante. Ma boh nn mi credi.

    E, sì, mi rendo conto che 3 su 4 non volevano la Clinton ma mi era parso di capire che si parlasse di Trump e del fatto che stanno protestando contro di lui. Scusa se ero attinente al topic. Non è tua abitudine a quanto pare.

    Evidenze? E Topolino? E Pippo?

  19. Fasullo, ma di cosa stai parlando?
    “In pratica Trump rappresenta a fatica una persona su quattro in America.
    Alla luce di questo, ti senti veramente di biasimare i protestanti?”

    Questo è quanto scrivevi. Di seguito, abbiamo visto che i numeri che fornisci di Trump sono applicabili a Clinton, e che
    stesse cose che potresti accusare tutti gli ultimi presidenti in America, seguendo la tua logica bisognerebbe protestare ogni volta“. Ma, nel primo commento, “quello è un criminale“. “Mia” logica??? Sei tu che sponsorizzi le proteste, per me sono a) frignoni con dissonanza cognitiva b) pagati.
    Mi pare sia tu che per primo devi fare la pace con il tuo cervello: riesci a sostenere contemporaneamente due tesi opposte, e accusi me di cosa? Di fartelo notare?
    Ok, basta perdere tempo. Da come ti stai arrampicando sugli specchi hai capito benissimo.

  20. “Gente che indagava su questo è morta in strane circostanze” qui siamo al complottismo a livello di scie chimiche e M5S. Parliamo piuttosto di come il socio stia scegliendo le persone del suo cabinet. Per esempio “Stephen K. Bannon The right-wing media mogul and chairman of Mr. Trump’s campaign……..Mr. Trump instead named him chief strategist and senior counselor in the White House”. Occhio che il personaggio e’ vicino alla White Supremacist Alt-Right, fate un po’ voi……eh “ma i valori Cristiani” saranno ben difesi

  21. Maurizio, quali sono i valori cristiani?

  22. Maurizio,
    La sequenza di collaboratori\ex-collaboratori\giornalisti\investigatori vari morti in circostanze che strane è dir poco è veramente impressionante. Sembra che basti avvicinarsi ai Clinton perché i tuoi aerei inizino a cadere e tu pensare al suicidio. Molto banalmente, quando ci sono milioni di dollari in ballo non sono così convinto che tutti giochino con fair-play. Specie una che ride sguaiatamente all’annuncio della morte di Gheddafi. Complottismo? Può darsi. Ma se le morti sono “sospette” tutto il resto è dimostrato. E mi pare che quanto a collaboratori, la Clinton non fosse proprio ben messa…

  23. “Donald Trump ha dichiarato di voler espellere dagli Stati Uniti 3 milioni di clandestini. Ooooh, ma vi rendete conto di chi è il razzista con l’acconciatura gialla tendenza arancione? Vuol fare il muro. E le deportazioni di massa. Un pericolo per il mondo. Obama no. Barack è buono, tollerante, un frate francescano che accoglie tutti. Ecco i numeri delle espulsioni durante la presidenza più politicamente corretta che si ricordi nella storia della Casa Bianca (e del giornalismo a una dimensione). Fonte Homeland Security: dal 2008 al 2014 sono state 2.786.865. Al conto finale di Obama manca il biennio 2015-2016. L’obiettivo di Trump è al di sotto dello standard democratico. Deve alzare l’asticella o rischia di essere candidato al Nobel per la pace. Ah, ma Trump vuol fare il muro! No, il muro è del 1994, ci sono le impronte digitali di Bill Clinton.” (il Foglio-List di Mario Sechi)

  24. Lungi da me difendere al Clinton che ne ha fatte piu’ di Bertoldo, il mio punto e’ che bisogna cercare di vedere le cose in modo un po’ piu’ obbiettivo, e riconoscere che se si appoggia Trump si appoggiano tutta una serie di politiche che di Cristiano hanno poco, se tu mi dici “OK, il trade off e’ uno smantellamento dell’aborto e e delle unioni omosessuali etc etc” allora lo accetto e discutiamo delle nostre differenze su questi temi. Ma cercare di difendere Trump quando vuole impedire l’ingresso a tutti i mussualmani (oh poi diventa extreme vetting) ai rifugiati, quando vuole espellere milioni di messicani etc lo trovo sciocco. Non puoi ogni volta dire “e ma Clinto/Obama ha detto fatto..”. Se metti nel tuo cabinet un personaggio vicino ai white supremacist non puoi dire “e ma la Clinton…..” rispondi al merito della questione. Se poi mi dici che ti va bene, e’ un’altra storia. Vediamo cosa combina adesso. L’Obamacare, che funzioan cosi’ cosi ed e’ pieno di problemi, ha comunque portato l’assicuarazione a milioni di persone (siamo intorno ai 10 milioni se non sbaglio), se mi dici che lo vuoi smantellare OK, vediamo con cosa lo sostituisci.

  25. Caro Maurizio, e chi ti dice che qui le cose non si vedano in modo obbiettivo? Se provi a leggerti i miei post sull’argomento potrai vedere che qui non si è certo entusiasti di Trump, ma lo si considera il male minore. Tra una Clinton che cospira a distruggere una Chiesa che disprezza, dominarla, piegarla alla sua volontà (ipse dixit), e un Trump che almeno nominalmente asserisce di difenderla, la scelta per me è scontata. Senza fare sconti, né adesso né in seguito. E’ chiaro che una politica cristiana rimane il sogno, ma almeno che non sia anticristiana.
    Poi dovresti un pochetto rivedere quello che davvero dice Trump sui musulmani, rifugiati, chi vuole espellere. Le tue informazioni sembrano essere un poco obsolete\di parte. Quella del “personaggio vicino ai white supremacist” appare, ad una prima analisi, in buona parte una false flag – la badilata di merda di una sinistra che se non dà del fascista\razzista\omofobo a qualcuno non è soddisfatta. Poi, è chiaro, si vedrà: ma a quanto pare non si è perso il vizietto della hitlerizzazione degli avversari. Quanto credibili, ancora?
    L’Obamacare? Non sono abbastanza addentro la technicality per parlarne. Ma non mi sembra che abbia soddisfatto così tanta gente. E’ un tema che lascio agli americani e agli esperti – tu lo sei? Tuttalpiù posso dire qualcosa sugli abusi di esso tesi a perseguitare la Chiesa se non si adegua al diktat filoabortivo-contraccettivo…

  26. Tanto per ribadire, vorrei aggiungere che in tutti questi mesi, non mi sono mai chiesto quanto bene/quanto male avrebbe potuto fare Trump agli Stati Uniti, ma quanto male/quanto male avrebbe potuto arrecare al mondo la vittoria della Clinton.

  27. Fasullo, sul perché la Clinton sarebbe criminale ho scritto, non aggiungo altro per non essere spammoso di link.

    La maggiore prova della tua dissonanza cognitiva si riscontra nel modo in cui reagisci al caso dei recenti video di Project Veritas:
    “Uh che teneri quelli del project veritas che prendono finanziamenti da chi gli fa comodo per sbuggerare gli avversari. Magari un altro giorno.”

    Infatti la tua insicurezza ti spinge a scrivere in maniera tanto frettolosa, senza le maiuscole, che ti inventi il verbo “sbuggerare” tradendo la voglia di non pensarci e passare oltre; persino la logica interna della frase non ha senso, nessuno ha mai pensato ai finanziamenti come qualcosa che prendi “da chi ti fa comodo”. Hai affastellato cliché sconnessi tra loro perché non ti puoi permettere di guardare in faccia la realtà.
    “Che teneri” e “Magari un altro giorno” Scott Adams te li definirebbe due “tells”, chiarissimi.
    Lo schieramento di posizione: gli avversari sono sempre quelli non credibili perché avrebbero “preso finanziamenti”, con tutta una concatenazione di sottintesi che non regge.
    “Gli fa comodo” è una frase fatta stantia per dire che si presuppone negli altri un bias, mentre in realtà si evidenzia il proprio.

    Contano invece i FATTI: una confessione davanti a telecamera nascosta che gli agitatori che hanno provocato scontri nei comizi erano pagati dalla campagna Clinton e agivano secondo un piano, con tanto di copione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: