Il mio peccato

Confesso, ho peccato.

La mia è una colpa grave. Desidero, con tutto il cuore, che le elezioni americane le vinca Trump.
Non perché quell’uomo mi piaccia particolarmente. C’è una sola grande ragione per votarlo: Hillary. No, io ho questo desiderio per pura malizia. Nient’altro che per cattiveria, con piena avvertenza e deliberato consenso.
E’ perché vorrei tanto vedere la faccia, dopo,  di alcune persone.
Sapete chi intendo. Le corrispondenti della nostra RAI che sembrano aveve un orgasmo ogni volta che enunciano in collegamento le magiche sorti progressive che ci attendono, manco i seggi fossero a Saxa Rubra. Per non parlare dei giornalisti e degli intellettuali e di certi politici, che paiono a libro paga della Fondazione Clinton tanto godono a spalare pupù sul miliardario biondastro. Ecco, io tutti costoro, e i tanti altri meno noti ma non meno sfegatati, li conosco.

Sono quelli che quando ero piccolo consideravano Mao il nuovo messia. Questo perché Stalin era morto: era lui il loro idolo, prima. Nel corso degli anni li ho visti sostenere ogni genere di mito che poi si disfaceva regolarmente in morte e disastro. Sono coloro che gli ci è voluto un po’ per capire che il muro di Berlino era caduto, e molti di loro ancora non ne sono del tutto convinti. Negli ultimi anni erano quelli che Obama, Nobel per la Pace delle intenzioni, era il Condottiero del Nuovo Avvento, il salvatore definitivo. Vedi un po’ te. E non parliamo di cosa hanno sostenuto qui in Italia.

Insomma sono quelli che hanno sempre sbagliato tutto. Quelli che, se li vedi scegliere un candidato, puoi crocettare l’altro a occhi chiusi. E tuttavia non smettono di pontificare, di demonizzare chi non la pensa come loro, di occupare ogni spazio con la loro certezza di essere nel giusto sempre, pur non essendolo stati mai. E’ per loro, convinti di avere già vinto.
Sì, ammetto la mia colpa. Godrei a vedere la loro faccia smarrita. Sono cattivo, l’ho detto.

Tanto so che ci metterebbero lo spazio di un minuto a cambiare registro. A rinfacciare il populismo, la plebe che niente comprende. Pronti per il prossimo mito.

Ahimé, non so se verrò accontentato. Voi che mi leggete, forse già sapete.
D’altra parte , se vincesse Hillary, alla fine sarei accontentato lo stesso.

la-cina-di-mao-l-italia-e-l-europa-negli-anni-della-guerra-fredda_evoq_singolo_box

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 8 novembre 2016 su diavolerie e cattiverie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 19 commenti.

  1. Se vincerà Trump Mons. Becciu ritirerà quanto ha dichiarato a proposito dei castighi di Dio.

  2. Eppe carissimo, padre cavalcoli sta a radiomaria come un sasso ai bordi del Tevere sta alla nostra galassia.

    Se quel sasso diventasse un diamante o un kg di pupu’ come si può pontificare sullo status della galassia? Mons Becciu ha usato parole contro una galassia che esiste da 30-35 anni, è presente in tutti i paesi del mondo che glielo hanno consentito, ha nutrito un numero di cuori per cui è più opportuno pensare ai miliardi che alle centinaia di milioni, il tutto per 86.400 secondi consecutivi ogni giorno potenzialmente in ogni dove ci fosse una radiolina o un PC con Internet.

    In questo contesto

    Buuuuum

    Ecco una scoreggina di quella persona infinitesima di nome Giovanni Cavalcoli

    Tutti a distorcere le sue parole per cancellare radiomaria dalla faccia della terra

    Vorrei chiedere a mobs Becciu e al direttore dell’Espresso e al capo dei gay di Roma tale Marrazzo (…… parente del governatore del Lazio coinvolto nei trans e dimissionari da Bersani?)

    Ma a voi, su mille scoreggine che vi capita di fare in un anno solar, statisticamente non vi scappa mai contro ogni pronostico un pochettino di cacozzo semiliquido del volume di un cucchiaio per cui dovete correre a cambiarvi le mutande?

    Ciò succede solo a padre Cavalcoli nella immensa galassia di Radiomaria??

    Per concludere ho deciso di rovinarmi.

    Se Dio lega o no i castighi ai matrimoni gay andrebbe Chiesto a Dio e non a Repubblica.

    In mancanza di codesta disposizione certa è tranciante si possono azzardare congetture.

    Mi viene in mente che per la fede ALTRA di 4 portantini Gesù guarì un paralitico a Cafarnao.

    Per la mancanza di fede dei nostri milioni di portantini nozzegayari Gesù altresì potrebbe farsi da parte. E ogni volta che lui si scansa (di questi tempi la Juventus c’è lo insegna) appare il demonio il quale ha l’appalto dei peccati e dei terremoti.

    Ma Gesù poteva almeno intervenire per i buoni evitando le macerie !!!!!

    Ha fatto di meglio, li ha portati in paradiso.

    Non mi stanco di ripetere che se – atto primo – e un ingegnere ruba sulla qualità del cemento in una diga e poi – atto secondo – la diga crolla e muoiono affogati mile innocenti a valle e lui sta in Brasile pieno di soldi con una ballerina, ebbene non vorrei stare al suo posto ma fra i mille annegati semmai non ci fosse una terza via di fuga.

  3. Scusate, ma ora come ora certi tweet sono davvero impagabili. Il panico si diffonde. Qualcuno ha venduto il gatto prima di averlo nel sacco.

  4. Il succo dell’articolo:

  5. Confesso pubblicamente con Berlicche questo peccato “inaccettabile”, con timore di non riuscire a pentirmene. Posso solo sperare nella misericordia.

  6. Che dire?

    Berlicche.. ti leggo solo ora.. e godo come un riccio!

    The land of freedom.. ha dimostrato ancora una volta di essere veramente free.

    Mi pento e mi dolgo con tutto il cuore di averne dubitato fino a ieri sera.

  7. Confesso pubblicamente anch’io: stamattina in autobus canticchiavo neanche tanto a bassa voce (mi avranno presa per scema).

  8. Spero che almeno si aprano gli occhi sul totale asservimento dei media italiani e mondiali, hanno detto, scritto e fatto di tutto contro Trump e a favore di Hillary, spudoratamente, dimostrando di essere schierati, falsi, intellettualmente disonesti. Come può una persona dopo la brexit e Trump pensare di apprendere qualcosa anche di solo simile al vero dai media, almeno quelli principali?

  9. Se anche le Borse della finanza globale sono disperate, c’è qualche motivo di speranza in più.

  10. W TRUMP! Sia di monito per l’entourage politico italiano. Prima o poi il popolo si vendica.

  11. Cavaliere di San Michele

    Posso dire una cosa? non ho prove della mia affermazione, non ho lasciato documenti autografati da qualche notaio, ne’ ho rilasciato affermazioni in proposito a parenti e conoscenti. Ma non dubitavo (quasi). Perche’ da almeno quindici anni a questa parte nel mondo occidentale quando i sondaggi riportano solo un piccolo vantaggio (tra il 5 e l’8%, direi) a favore del candidato o della posizione diciamo di sinistra, poi l’esito delle urne ribalta le previsioni e gli exit poll.

    E’ successo adesso con Trump, con la Brexit, con la legge 40, con almeno una vittoria di mister B, ecc.

    Perche’ a causa del gia’ citato asservimento dei media alla sinistra radical chic, c’e’ un sacco di gente che si vergogna di dire davanti ad un microfono o ad un ragazzotto che raccoglie sondaggi come vuole veramente votare.

    Ma, come diceva un grand’uomo, nel segreto della cabina elettorale, Dio ti vede… ed Hillary no.

  12. ebbene, si! sei stato accontentato!!

  13. Stanotte sono stato in piedi fino alle 4 passate, fino a quando ho retto. Non la finivo di ridacchiare. Oggi sono tuonato, con tre ore di sonno, ma certe gioie vanno colte quando accadono.
    E’ stato molto istruttivo. Mi ha fatto impressione vedere il NYT “girarsi”, il tono degli articoli cambiare. Sembrava quasi di sentire gli scricchiolii delle giunture.

  14. “D’altra parte, se vincesse Hillary, alla fine sarei accontentato lo stesso.”

    Sì, concordo. Il punto è — tristemente — questo.

    Dal paese più libero del mondo (ma lo è davvero? L’elezione dell’uomo più potente del mondo avviene per interposti “grandi elettori”, cioè per via indiretta: altro che popolo sovrano!) mi sarei aspettata che, almeno per una volta, uno dei candidati cosiddetti indipendenti avesse una chance, come suggerito da questo articolo de il sussidiario.net:

    http://www.ilsussidiario.net/News/Esteri/2016/10/24/ELEZIONI-USA-2016-Chi-e-Evan-McMullin-l-uomo-che-conquistando-lo-Utah-puo-diventare-Presidente-battendo-Clinton-e-Trump-oggi-24-ottobre-/729708/

    Il candidato pronosticato come possibile vincente da quest’articolo non mi sta particolarmente simpatico (è un mormone e io una donna, per giunta cattolica: inevitabile la diffidenza, da parte mia), ma almeno la signora Democrazia avrebbe potuto far capolino, per una volta, da dietro la faccia di pietra della Statua della Libertà.

    Macché, speranza vana. La rete mediatica ha avviluppato cervelli e cuori d’oltreatlantico non meno che qui da noi, alla fine.

    O forse, proprio come accadde nell’infausto match elettorale del 2000, i brogli elettorali, con o senza hackeraggi vari, hanno di nuovo rimescolato le carte a dovere, perché “tutto cambi senza che nulla cambi”?

    In ogni caso, visto il risultato più storico che politico — basta una data: “11 settembre 2001” — del “ricount” post vittoria di misura da parte di mister W., un’iniziativa analoga per sollecitazione di qualche sconfitto (o sconfitta) odierni non lascerebbe alla ritrovata libertà né spazio né tempo per esprimersi, temo.
    Anzi.

    Pertanto, finché non si ripeterà quel tragico copione da inizio secolo, non c’è che da ringraziare Dio a…cento mani, come direbbe senm_webmrs. Senza però mai smettere di usare quelle stesse mani per supplicarLo, perché la natura umana non prenda MAI il sopravvento sui Suoi piani di vera, profonda Sapienza e Misericordia.

  15. Non capisco come mai, ma un mio commento di poco fa, è stato bloccato.
    E’ vero, conteneva un link, ma uno soltanto.
    Berlicche, potrebbe aiutarmi a capire cosa è successo?
    Grazie.

  16. Commento ripristinato, Marilù. Probabilmente non aveva digerito il link, va a sapere perché.

  17. Forse il titolo del link era un po’ tropppo lungo?
    Comunque, grazie infinite per il pronto intervento e per il ripristino.

  18. Come al solito vado a leggere con grande ritardo…beh, il mio orsacchiotto lo aveva detto…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: