Guarda altrove

L’essenza del gioco di prestigio è attirare l’attenzione su qualcosa di differente mentre si esegue la “magia”. Il cervello dell’uomo è lineare, lento, limitato: tende a riempire i buchi con ciò che crede dovrebbe esserci, a dare per scontate le cose.
E’ dentro questi buchi che si infila il manipolatore. Per quanto si possa essere attenti, per quanto si pensi di sapere, si cade nell’inganno.
C’è bisogno di qualcuno che conosca il trucco, o di molto attento, che ce lo sveli, ce lo indichi. Una volta compreso appare ovvio, quasi banale, se non fosse per la dabbenaggine che abbiamo dimostrato cadendoci.
Ma non è colpa nostra, fino ad un certo punto. Siamo fatti così.

E’ dopo che siamo stati avvisati, dopo che il trucco è stato svelato che inizia la nostra colpa. Quando passiamo alla libertà. Alla libertà di rifiutare la verità per il conformismo, perché è più comodo, perché scegliamo di credere al manipolatore.
Passiamo dallo stupore per ciò che il mondo è allo stupore per ciò che ci viene fatto credere sia. Tra stupiti e stupidi il passo è breve: basta rigettare la domanda, la richiesta di verità che la realtà cerca di suggerirci. Rimanere fermi, a bocca aperta, invece di porsi domande. Invece di guardare dappertutto tranne dove vorrebbero farci fissare lo sguardo, perché le cose importanti avvengono altrove.
Quando ci martellano con un particolare, dovemmo domandarci: perché vogliono che ci concentriamo su quello? E girare il nostro sguardo.
Potremmo avere sorprese.

illusione_005

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 21 ottobre 2016 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. Il triangolo di Kanitsa…che bei ricordi!

    Condivido tutto quanto esposto: ci sono armi di distrazione di massa sempre all’opera, ovunque, tranne dove occorrerebbe veramente guardare.

  2. Io, da parte mia un piccolo passo l’ho fatto molti anni fa: ho liberato la mia famiglia dall’oppressione della televisione…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: