Ci vorrebbe un re

Diciamocelo chiaramente: noi tutti vorremmo avere un uomo che ci salva. Quantomeno un modello da seguire, una persona alla quale ispirarsi.
Nella maggior parte delle culture questa figura è incarnata dal re. Si chiami anche capo, imperatore, presidente, il suo ruolo è comunque quello: qualcuno a cui guardare. Migliore degli altri: più forte, più saggio. In una certa maniera sovraumano.
In altri tempi il diritto a governare si pensava arrivasse grazie al favore divino, oppure attribuendo al sovrano direttamente le caratteristiche della divinità. Oggi, in regime di democrazia e selezione naturale, ci si limita a scegliere colui che più si avvicina all’ideale. Che incarna meglio un certo modo di pensare.
In ogni caso il re, per governare, deve apparire un essere superiore, o nessuno lo segue.
In un certo senso la cosa funziona nei due sensi. La maggior parte degli uomini ha ben chiaro di non essere adatto a fare il re, perché conosce i propri limiti. Per proporsi come re occorre avere molta fiducia in se stessi. O conoscere il segreto.
Il segreto è che siamo tutti uomini. Che se qualche uomo è migliore degli altri, non è il saper governare che lo rende tale, e il governare non fa di lui un uomo migliore.
Quindi chi si propone come re potrebbe anche essere semplicemente una persona furba che sa come dare l’idea di essere adatta. Che sa come muovere gli animi per farlo credere. Che magari è a sua volta manovrata da chi ha convenienza a che lui governi. Un re non deve essere davvero il migliore: può limitarsi a fingere di esserlo.
Perché siamo tutti alla ricerca di un re, che ci faccia essere meglio di quello che siamo.
Facile illudersi.

napoleon-throne

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 10 ottobre 2016 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: