Qui si strilla

Uno dei vantaggi dei libri elettronici è che, con poco sforzo, puoi avere a disposizione quel vastissimo tesoro che sono gli scritti che hanno perso il diritto d’autore.

Per mia fortuna e mio diletto rientrano in questa categoria le pagine di G.K.Chesterton, il che mi offre l’occasione per leggere anche le sue opere meno note.
Del creatore di Padre Brown io talvolta cerco di riprodurre lo stile scoppiettante, il gusto del paradosso, il funambolismo verbale; ma niente, è inimitabile. Ragione per cui vi offro, al posto della mia debole prosa, le prime righe di “Eugenetica e altri mali”. Qualcuno potrebbe stupirsi del fatto che, poco meno di cent’anni fa, un tipo come il nostro Gilbert già dedicasse un intero libello a tal tema. Penso che lui invece non si stupirebbe del fatto che lo stesso veleno che già allora corrodeva la società un secolo dopo non sia stato del tutto debellato; e questo nonostante due guerre mondiali che ne hanno dimostrato per così dire sul campo la mortale deriva. Perché oggi come e più di allora esso appare trionfante; si gloria apertamente di ammazzare il debole per il bene della società, o forse neanche più quello: per puro egoismo.

E noi? Noi cerchiamo di mettere in pratica il seguente consiglio di Chesterton.

“La cosa più saggia del mondo è strillare prima di farsi male. Non è bene strillare dopo che ti sei fatto male; specialmente dopo che ti sei fatto mortalmente male. La gente parla dell’impazienza della popolazione; ma gli storici in gamba sanno che la maggior parte delle tirannie sono state possibili perché gli uomini si sono mossi tardi. E’ spesso essenziale resistere ad una tirannia prima che essa esista. Non è una risposta dire, con distante ottimismo, che lo schema è solo per aria. Il colpo di un’accetta può essere parato solo mentre è ancora per aria.”

Sperando, certo, che non sia già tardi.
E che qualcuno ci ascolti.

strilla

 

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 31 maggio 2016 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 6 commenti.

  1. A disposizione e gratuiti su amazon.co.uk… Su amazon.it hanno deciso che dobbiamo comunque pagarli un euro… E se provi a scaricarli da amazon.co.uk ti dicono che il prodotto è riservato agli utenti inglesi. La cosa mi infastidisce alquanto, non per tirchieria ma per l’arbitraria differenza di trattamento.

    Comunque se non l’hai già preso ti consiglio caldamente “radio Chesterton”, libro uscito in italiano un annetto fa (anche in e-book) che raccoglie alcune delle sue trasmissioni alla BBC. Soprattutto in quanto blogger potresti apprezzare l’ultima parte, dove risponde alle obiezioni speditegli dagli ascoltatori e poi alle obiezioni alle risposte. Sembra proprio di leggere le discussioni di un blog ante litteram.

  2. Grazie del consiglio. Io i miei li ho scaricati da EMule…ma a suo tempo avevo “saccheggiato” il progetto Gutenberg e affini.

  3. Sia messo a verbale che, a prescindere dal tipo di tirannide e delle ragioni per cui la si ritiene incombente, non è solo gridando che si para il colpo dell’accetta.

  4. No, e non è unendo incongruamente due esempi diversi che si può negare la loro realtà.

  5. Quel “a prescindere” stava proprio lì a sottolineare che non intendevo discutere la sussistenza o meno della minaccia.
    La mia era solo un’osservazione di ordine pratico.

  6. Si, ma quando ce vo’, ce vo’…. Che traduce l’antico detto “A man has to do what a man has to do!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: