Crypto

Ci sono programmi che criptano le informazioni sui computer, riscrivendole in maniera da renderle incomprensibili a chi cerca di leggerle senza conoscere un particolare codice.
Può essere fatto con l’intento di proteggere i segreti dalle intrusioni; oppure può essere qualcuno che ricatta il legittimo possessore: paga, o i tuoi dati per te saranno perduti. Senza la chiave corretta tutto resta bloccato.

Ma qual’è la chiave che permette di sbloccare un cuore umano?

cripta-i-messaggi

Advertisements

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 12 aprile 2016 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 15 commenti.

  1. non so se c’è un riferimento, criptico, alle ”chiavi di lettura” di amoris laetitia, che secondo alcuni richiederebbero il conoscere com’era vestito il papa mentre la scriveva…e se era in pigiama e papa…lina? quanto al cuore, la carità paziente sceglie di non decriptare (n 92).

  2. Non sono un ingegnere neanche a carnevale, e tanto meno una semplice esperta di informatica, ma mi sembra di vedere adombrata in questa metafora computeristica una rappresentazione del colpo di pirateria che avrebbe messo a segno, con l’installazione del programma “peccato originale”, il feroce Disfacitore della creazione divina.

    Mi chiedo solo: è stato quell’astuto rapinatore a stabilire il “prezzo” vertiginoso (il Sangue e la Morte di Dio) per il rilascio degli ostaggi (l’anima e la mente degli “infettati”), o non è stata invece un’invenzione, uno sbalorditivo eccesso di creatività della Divina Misericordia, che è arrivata a sudare sangue prima ancora di essere costretta a farlo dalla violenza dei carnefici?

    E doveva essere ben inzuppato di sangue il Divin Maestro, quella notte, nell’Orto, se persino i discepoli intontiti dal sonno se ne accorsero, al buio, quelle tre volte che furono scossi da quel pesante torpore e invitati — nondimeno, invano — a unirsi in preghiera con Lui.

    Misericordia di Dio, che nessuna mente né ANGELICA né UMANA può scrutare….. (dalle Litanie alla Divina Misericordia di Santa Faustina Kowalska).

  3. rosso o bianco?

  4. @ ba

    IMHO, bianco abbagliante, nuance “Monte Tabor”. (Ribadisco: Tabor, non Labor). Talmente abbagliante che Pietro, per un momento, non si è più sentito pescatore, ma costruttore di tende — ottime per gli Esodi — come Paolo di Tarso (che, però, non aveva ancora conosciuto personalmente).

  5. marilù credo che lei dica così perché è un’irregolare: è sposata?

  6. Sposatissima, ba, per ben due volte: in comune e in chiesa, davanti alla Chiesa.
    Ma guardi che la mia non è molto dissimile dall’opinione convinta di un uomo sposato proprio con la Chiesa, un uomo di Dio: padre Livio Fanzaga.

  7. dunque il suo criterio di discernimento su che cosa sia magistero è padre Livio… bene bene…

  8. Ah!, ba, mi creda:
    molto meno di quanto il suo criterio di discernimento su chi possa correttamente decidere cosa sia magistero e cosa no, dipenda dallo stato di famiglia (o di carriera ecclesiastica) di chi si esprime al riguardo.

    P.S. Quando ho scritto “sposatissima, per ben due volte ecc.” mi sono dimenticata di aggiungere: sempre e soltanto con lo stesso uomo, l’unico della mia vita.
    Meglio essere precisi, con certuni non si può mai sapere fino a che punto si può essere fraintesi. Lei certo capirà.

  9. (del resto penso che lì ci sia anche la risposta)

  10. Ba, il tuo primo commento è stato cassato automaticamente perché aveva troppi link.
    Ma io comunque non lo sbloccherò perché OT. Se vuoi tribune per i tuoi pensieri, puoi sicuramente trovarle altrove. Questo vale per il caso presente e anche per il futuro.

  11. non è che fosse meno ot del commento a cui rispondevo, comunque io credevo che ci fosse davvero il riferimento alle ”chiavi di lettura” di amoris laetitia nel post

  12. p.s. per commentare in topic: a me è successo una volta di subire un ”hackeraggio”, nel novembre 2014. ho perso molti dati, alcuni anche importanti con un danno sia privato che lavorativo. penso anche di sapere chi è stato, alcune cose le ho dovute ricostruire col tempo, altre purtroppo sono perse per sempre.
    ba

  13. Ba,
    mi conceda la pignoleria: “il (mio) commento a cui rispondeva”, era a sua volta una risposta al suo/ai suoi commento/i precedente/i.

    Che poi la sua interpretazione del concetto di ‘chiavi di lettura’, in rapporto all’ultima esortazione apostolica del Papa, sia da considerare una deriva rispetto al contenuto del post, è una sorpresa — lo confesso — anche per me. A me il collegamento tra i due argomenti, di primo acchito, non era venuta in mente, ma poi, leggendo il suo intervento, mi sono resa conto della possibilità di questa interpretazione.

    Dobbiamo entrambi (entrambe?) tuttavia prendere atto che questa non era nelle intenzioni dell’autore. Mi scuso, dunque, con lui per aver contribuito a deviare l’attenzione da quello che era il vero obiettivo del suo scritto.

    Ciò detto, ba, il suo ultimo commento che, secondo lei, dovrebbe essere più centrato rispetto al post, a me sembra ancora più fuori tema.

    P.S. Se era una battuta, mi scuso per il sorriso a scoppio ritardato.

    P.P.S. Ultima puntualizzazione pedantesca, promesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: