Nemico nostro – 9 – Così che rimaniamo nel male

Cari demoni e simpatizzanti umani, oggi affronteremo il modo migliore di concludere la nostra invocazione al cielo.
Ogni volta che traviamo un essere umano, ogni volta che pervertiamo un’anima candida, ogni volta che trasciniamo nel nostro inferno qualche sprovveduto, sono queste le parole beffarde che innalziamo a chi pensava di poterci ingabbiare su una nuvoletta.

Sì, compagni diavoli, fidati esecutori della volontà del Padre-nostro-che-sta-quaggiù, non esiste soddisfazione maggiore del poter deridere con una preghiera blasfema colui che, per il solo motivo di averci creati, pretenderebbe anche di dirci cosa fare per essere felici.
Illuso! Nessuno può imporci come agire: non saranno né la misericordia, né l’esempio, né la logica o la ragione a costringerci a comportarci in maniera diversa. Abbiamo già deciso, e non torneremo indietro. Anche lassù ormai l’hanno capito.

Gli esseri umani invece no. Sono esseri tardi di cervello. Alcuni di loro si ostinano a pensare che le persone siano buone, noi demoni non esistiamo davvero e che casa nostra quaggiù sia vuota. Credono basti far vedere quant’è bello il bene perché ogni situazione possa essere redenta, perché il malvagio possa essere ancora recuperato. Signori miei, il malvagio è malvagio, rassegnatevi.
Tutta la grazia di lassù non può niente contro la libertà di chi ha scelto il male. Sicuramente non può niente contro la nostra.

Il bene, il bene, l’amore! Ecco come ci martella in continuazione il Nemico-che-sta-lassù. Oh, quante balle. Sull’argomento noi demoni ci siamo chiariti le idee da un pezzo: nel male non si sta poi così male. E’ questo che occorre far capire agli esseri umani, ora che la nostra propaganda ormai l’ha annunciato in modo chiaro a tutti. Come dice uno dei nostri slogan più fortunati, il male non è male. E’ una figata. Hai tutto quello che vuoi senza che tu debba sacrificarti, ti basta sacrificare gli altri. E il Nemico vorrebbe davvero che chiedessimo perdono per qualcosa che ci fa stare meglio?

Hai voglia a dire “non dura”. Dura tutto il tempo che c’è bisogno. Ci siamo noi a dare una mano. A chi ci invoca noi garantiamo una vita che è l’invidia di tutti. Vi potrei fare nomi e cognomi di un sacco di gente importante che approfitta dei nostri servizi. Quasi tutta la gente importante lo fa, in effetti. Ma non posso rivelare chi sono, rimango vincolato dalla privacy. Vi assicuro però che, quando ci raggiungerete, sarete in compagnia di tali personaggi che vi sembrerà di essere nel vostro rotocalco preferito.
Se non ci credete possiamo offrire un giro di prova, assolutamente gratuito e libero da vincoli. Potete smettere quando volete, state pure sereni. Ma non vorrete, perché è troppo gratificante. Troppo entusiasmante. Tutti i vostri piccoli crucci cessano di esistere. Chi prova il nostro pacchetto completo ed entra qui non torna più indietro.

Avete qualcosa o qualcuno che vi dà fastidio? Vi insegniamo ad eliminarlo dalla vostra vita. Volete liberarvi di un antipatico? E’ la nostra specialità, sempre che la persona in questione non abbia già un contratto con noi. Questo non vuol dire che non si possa provvedere comunque, basta che voi facciate un’offerta migliore della sua.
Le vostre ambizioni possono divenire realtà, a patto che voi appoggiate le nostre. Il male è anche questo, un aiuto reciproco per venire incontro alle difficoltà. Una mano lava l’altra, per così dire. Vedrete: nessuna carriera vi sarà preclusa, se darete prova di essere all’altezza delle nostre richieste.
Ma so già che lo sarete.

In fondo basta essere disposti a fare ciò che da Lassù non permettono.
E’ questa la condizione per potere avere gli esclusivi vantaggi dell’associarsi a noi. Respingere i ridicoli tentativi da parte del Nemico e dei suoi lacchè di controllarci, e collaborare a debellarli.
La realtà è che lassù hanno timore di coloro che fanno quello che più aggrada. Temono di non poterli più controllare, ed in effetti è così. Hanno paura della menzogna, che smaschera le loro verità; hanno paura dell’illusione, che aiuta a vivere meglio la realtà; hanno paura dell’orgoglio, perché non vogliono che ci rendiamo conto delle nostre possibilità.
Perché dovrebbe essere un peccato o un crimine compiere un sopruso che ci avvantaggia? Non siamo più felici, noi, dopo? O si vuole tarpare le nostre ali, i nostri sogni?
Sanno che, quando noi facciamo quello che più ci pare, siamo realmente liberi: scendiamo consapevolmente quaggiù, per potere esprimerci pienamente. A quel punto non sono più in grado di controllarci, di redimerci, come dicono loro: tutti noi saremo per sempre insieme, eternamente lontani dalla loro stucchevole bontà.

Sputate in faccia a chi vi cerca di convincere ad agire altrimenti. Ridete di quegli imbecilli che vorrebbero convertirvi. Sbeffeggiate i baciapile, i fanatici della famiglia, i santarellini: non sanno cosa si perdono. Pensano di essere più in gamba dello stesso Figlio del Nemico, venuto per redimere, a cui abbiamo sputato in faccia e che è finito torturato a morte in cima ad una croce. Credono che, messi di fronte alla loro insopportabile carineria, cederemo di schianto al richiamo dell’ammmore. Non credono più al male perché non credono più al bene; li abbiamo resi incapaci di vedere la differenza. Guardano la realtà con occhi che non vedono davvero, senza comprenderla, credendo a ogni menzogna.

La più grandi soddisfazione che può avere un essere umano è prendere quegli orgogliosi supponenti e privarli di tutto ciò che loro ritengono sacro e santo. Saccheggiare la loro abitazione, devastare i loro possessi, stuprare donne, uomini e bambini in ogni modo possibile ed immaginabile, ed anche parecchi che non riuscite ad immaginare. E mentre lo fate siate certi di ricordare a tutti che sono stati proprio loro a volerci accogliere in casa, anzi, a chiamarci, e a stare zitti ogni volta che ci prendevamo una libertà sempre maggiore.

Lasciaci nel nostro male, Nemico Nostro. Ci stiamo benissimo.

skelc

Advertisements

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 8 marzo 2016 su Nemico Nostro. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: