Disturbo?

Conoscete la dislessia? I dislessici hanno problemi a comprendere uno scritto pur capendone ogni singola parola. Ma questo disturbo neurologico impallidisce al confronto di ciò che sta accadendo.

Perché sembra che un virus, un disastro cosmico abbia scombinato i neuroni delle persone, cambiando, addirittura invertendo i significati delle parole.

Ho incontrato individui davvero convinti che si può mantenere la fedeltà essendo una “coppia aperta”. “Mi scopo tutte le tue amiche, ma ti sono assolutamente fedele, mi devi credere“.
E anche persone convinte che una promessa non possa essere che a tempo: “Ti amerò per sempre, a meno che non smetta di volerti tra cinque minuti“, “Non lo farò mai, salvo che non mi convenga“.
Lo stesso concetto di amore ha subita un’inversione radicale. Adesso sembra che il suo senso sia diventato usare degli altri come ti pare meglio. “Sì, ho pagato una cifra per farmi fare questo bambino, ma l’ho fatto per amore“.

Se guardano poi al matrimonio cristiano ne hanno un’idea così confusa che credono sia una specie di rito magico, quando non è nient’altro che la promessa di fedeltà reciproca per l’eternità, in vista dell’eternità. Trattandosi di persone cresciute qui in occidente non può trattarsi che di qualche patologia che rimuove anche memoria ed esperienza.

Stranamente è proprio parlando di quanto è connesso con la vita e la famiglia (tipo bambino, maschio e femmina, o mamma) che questa alterazione è più forte. I portatori di questa sindrome parlano di matrimonio ma intendono tutt’altro. Ne conservano il nome, il nudo guscio, senza il suo contenuto. E quel nome lo pretendono, pur applicandolo a qualcosa di diverso e in una certa maniera opposto. Come mangiare la tazzina e buttare il caffé.

Sappiamo bene che in passato si sono avute epidemie simili, che hanno sempre causato catastrofi e guerre. Intere nazioni ne sono andate soggette, specie nel secolo scorso. La guerra che diventa pace, la schiavitù che è chiamata libertà. Uno sguardo insano sulla verità delle cose, la riscrittura del presente e la realtà stessa che diventa illusione. Potremmo chiamarla sindrome di Orwell, che l’ha così bene descritta nel suo romanzo 1984. Ma lì era un potere oppressivo che imponeva il cambio di significati, una martellante propaganda, non un disturbo. Vedete qualche similitudine con l’oggi?

dislessia

 

Advertisements

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 3 marzo 2016 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 5 commenti.

  1. Ma no, si figuri: venghi, venghi pure avanti; qui non c’è nessuno.
    O forse bisognerebbe dire “non c’è niente” ? Mah, finezze da cruscotti volanti.

  2. Abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni gente a tutti i livelli che si proclama cattolica e poi considera divorzio, aborto, nozze gay e perfino utero in affitto grandi balzi in avanti per l’umanità. E c’è anche gente che dice di non credere in Dio ma poi aggiunge “è evidente che esiste un principio che regola l’universo…”. La confusione è dappertutto.

  3. …è che siete tutti lapsi, fatevene una ragione.

    i pastori ben potrebbero rispolverare il vade retro, ma contestualmente dovrebbero abbattere il loro meritato tenore di vita.
    questo so’ problemi, no l’utero in affitto e l’infusione dell’anima…

  4. Eppure l’ultima parola spetta al Signore, che ci piaccia o no. Tutti i cattolici adulti che, più dei nemici dichiarati della chiesa, hanno portato tutto questo veleno ricavandone 30 denari da contare contare contare contare – mai da godere – contare contare lasciare ….. si dirigeranno verso un cappio oppure per grazia “verrà concesso loro di ascoltare e capire il saluto ‘Amico !!'” E si pentiranno sinceramente e nessuno lo saprà mai poiché la stampa soffocherà quella notizia. E il mondo avvelenato da loro? Beh, c’è la provvidenza che scende da cavallo con olio e vino e i denari da dare all’albergatore. E il mondo non avvelenato da loro di cui un campioncino statistico adeguato ruota attorno a questo blog? Abacuc 2,4 ….. Il giusto vivrà per la sua fede

  5. Berlicche, io avrei visto meglio questa immagine nel post:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: