Le assonanze casuali

Mi parlava un conoscente delle forze dell’ordine delle tecniche che usano le organizzazioni criminali per reclutare le persone.
Tu hai bisogno di un favore, di un prestito. Lo chiedi, te lo concedono volentieri. Ma poi devi ripagarlo. Magari all’inizio ci riesci, ma più vai  avanti più hai difficoltà, a dare quei mille euro alla scadenza. E loro, nessun problema, questo mese dimezziamo pure la “rata” ma mi devi fare questo piacere, mi devi accompagnare là con l’auto. E’ innocuo, dici di sì. Il mese dopo si tratta di visitare qualcuno, visita di cortesia s’intende. Dopo possiamo mica usare casa tua per trovarci, io e i miei amici? E poi guarda, mi sei simpatico, andiamo a fare un po’ di baldoria assieme stanotte e va bene così.

Quand’è che passi dalla zona grigia alla zona nera? Quando cominci a non trovare più sbagliato quello che fai, quando ti si chiede un po’ di più? O lo trovi sbagliato ma non te ne importa, perché non è così diverso da quello che hai fatto la settimana scorsa, e ti conviene pure?
Il passo è anche più facile se hai ambizioni. Se il prestito che chiedi è bello grosso. Se sei convinto di farlo per un bene più grande, magari il tuo. Una mano lava l’altra, no?

Finché il male ti prende tutto.

Ovviamente non occorre saltare subito alle conclusioni, pensare che questo persorso sia applicabile anche ad altri casi. Bisogna fare piano a giudicare.
Ad esempio, non bisogna pensare a partiti politici nati con l’intento di salvare l’Italia dal caos, nobilissimo, passati poi a votare leggi dapprima discutibili e poi decisamente opposte a quello che era il programma iniziale. Solo perché sono stati premiati nell’ultimo rimpasto governativo non vuol dire che per questo il loro appoggio sia stato comprato.
Sarebbe anche errato dare troppo peso alla telefonata tra Obama e Renzi appena approvate le unioni civili. Oh, probabilmente avevano parecchio da dirsi, oltre ai complimenti che il Presidente degli Stati Uniti, acceso sostenitore dei matrimoni gay, gli ha fatto sul tema. Renzi in fondo è stato davvero efficiente, sopprimendo anche la discussione democratica pur di fare in fretta, chissà perché tutta questa premura. Che subito dopo l’Italia sia stata indicata dagli stessi USA come leader della coalizione che va a guerreggiare in Libia è ovviamente una coincidenza e non ha niente a che fare col resto.

No, lo pensassimo saremmo solo complottisti. Sono chiaramente solo assonanze casuali, ne accadono in continuazione.
Come ripetono, del resto, anche molti imputati per associazione mafiosa.

scivolodrittotoboga

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 2 marzo 2016 su diavolerie e cattiverie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 5 commenti.

  1. Ti dirò, se il Nostro ha una linea diretta con Obama e ha ottenuto come contropartita un ruolo di capofila in Libia vorrebbe almeno dire che lui conta (e di conseguenza conta l’Italia) qualcosa sul piano internazionale. Ma temo che l’operazione Cirinnà nasconda soprattutto implicazione più caserecce e di bassa cucina partitica: per esempio la necessità di dare un contentino a una sinistra interna sempre più inquieta. E anche la necessità di produrre qualcosa per un’opinione pubblica alla quale si promettono insistentemente da due anni riforme strutturali che però non si sono mai viste: almeno le unioni gay adesso può vantarsi di averle fatte, anche se per ora in effetti non sono legge.

  2. xAldo: la mia ipotesi è l’inversa. Per potere mangiare al tavolo che conta, fare parte della banda, Renzi doveva dimostrare la sua fedeltà. L’ha fatto, esponendosi con una serie di operazioni che hanno rasentato il dittatoriale. Il gradimento del governo è valutato (ma nessuno lo dice) al 29%, le unioni civili sono sulla stessa onda, la stepchild anche peggio. Nonostante questo sentire a coloro che lo rappresentavano è stato negato diritto di parola nella stragrande maggioranza dei media, con un unanimismo becero e irridente che dà i brividi. Se fosse un problema di sinistra non ci sarebbe stata questa fretta, questa negazione anche del minimo dibattito.

    Quanto poi sia avvelenato questo dolcino dato all’Italia lo vedremo presto.

  3. Finché ci ostineremo a non capire che l’obiettivo finale è demolire la Chiesa Cattolica Romana attraverso la liquefazione pastorale dalla sua dottrina, e che quest’obiettivo, dopo l’estromissione di Ratzinger, è ora a portata di mano con la prossima consegna al team Bergoglio&Galantino della capitolazione dell’Italia su tutto il fronte dei diritti omosessuali, continueremo a discutere del nulla renzian-cristano.

  4. ecco, per esempio

    “”Due sono i tipi di mafia: la mafia e la mafia dell’antimafia. Non avendo obblighi di diplomazia, ecco, la dico chiara. L’esito della lotta alla mafia, al netto del teatrino cui s’è ridotta, è quello di una tenaglia (…) Due sono i tipi di mafia e l’unica fabbrica operosa (…) è quella dell’antimafia fatta mafia. E’ la madre di tutte le imposture. E’, appunto, un teatrino la cui regia è la malafede e il cui pezzo forte – orgoglio del cartellone – è la pantomima degli inganni. Uno spettacolo grottesco (…)”

    “Quando un anno fa annunciai a Caltanissetta che avremmo avviato un’inchiesta ci furono molte ironie (l’antimafia che indaga sull’antimafia!) (…) I soliti negazionisti e chi non ammette che la forza della mafia continua a essere fuori dalla mafia. Nel silenzio, nelle complicità, nelle sue relazioni sociali. (…) C’è una mafia che usa l’antimafia per prosperare (…) che dietro l’obiettivo manifesto di combattere i mafiosi nasconde la cura di altri interessi (…) che si è trasformato in un movimento di potere.”

    ba

  5. gattorandagio

    In un film di Aldo, Giovanni e Giacomo veniva illustrato bene il concetto di “piano inclinato” che Berlicche racconta nella prima metà e la considerazione è proprio quella: o la pallina la blocchi quasi subito o alla fine non ce la fai più a fermarla.
    Già questo dovrebbe metterci in allarme, senza necessariamente arrivare alle assonanze casuali.
    Certo, poi c’è un prezzo da pagare se si dice no da subito … però forse ne vale proprio la pena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: