Qualcosa dentro

C’è qualcosa che vi scalcia dentro.
Potrebbe essere un bambino. Oppure la vostra coscienza.
Se i bambini si possono comprare, cosa mi dite della vostra coscienza?

utero2

Anche senza l’articolo sulla stepchild adoption equiparare le unioni civili al matrimono dà lo stesso risultato finale, passando per gli abituali giudici schierati. Non cadiamo nelle trappole e negli inganni preparati con consapevole astuzia. Soprattutto, non consapevolmente.

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 8 febbraio 2016 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 16 commenti.

  1. io quando leggo scalfarotto che si paragona a rosa parks rido. lo trovo uno sfondone degno dei tuoi.

    e però poi vengo qui e leggo attenti a “il risultato finale”

    e non posso fare a meno di pensare a quelli che noi oggi gli leviamo le catene a ‘sti negracci e quelli domani vorranno essere pagati per lavorare e dopododomani vorranno sedersi sull’autobus e poi il baseball coi bianchi l’università e poi sidney poitier si vorrà trombare mia nipote e finirà che li faranno presidenti!!!!!!!

    e insomma mi viene voglia di chiedere scusa a scalfarotto.

  2. Ricco&spietato, se vogliamo essere un po’ più completi, ci sono stati anche quelli che hanno detto facciamo la rivoluzione, ammazziamo tutti i ricchi (& spietati, anche quelli), così avremo un mondo dove tutti saranno uguali e vivremo felici e contenti. E hanno avuto anche un grande seguito. C’era anche qualcuno che diceva attenzione, vi mettete su una brutta china, ma si prendeva grandi pernacchie se non peggio, finché poi si è visto per prova che effettivamente per quella strada si andava a ramengo.

  3. Sai Berlicche, a volte mi viene la tentazione dello “Scuotete la polvere dai vostri sandali”, nel senso che a un certo punto che facciano cosa vogliono, tanto non sono le leggi o Galimberti a cambiare la realtà delle cose o la mia coscienza.

    Poi però guardo le mie figlie, soprattutto la più piccola, che rischia di crescere in un mondo di cui Blade Runner sarebbe la versione più rosea, e allora ecco che mi rendo conto che un domani dovrò almeno poterle dire che ho provato a lasciarle un mondo in cui le persone non fossero numeri o merce.

    Pertanto, anche grazie a un ricordo come quello del tuo post, mi rimetto a lavorare e pregare affinchè il cuore degli uomini si apra, se non a Dio, almeno alla realtà.
    Grazie.

  4. Grazie Aldo e Godparent.
    Certe volte mi chiedo, in effetti, come possa esserci un mondo in cui i ricchissimi industriali e banchieri e CEO di multinazionali e capi delle nazioni più potenti e, perché no, presidenti di regione si paragonano a poveri schiavi oppressi da liberare e ci sia gente che, invece di ridere loro in faccia, ci crede.
    Poi capisco: è la stupidità umana, perché quando non a Dio credi a tutto. Specie agli uomini potenti. E sì, sei loro schiavo.

  5. Ottima e, direi, indispensabile, la puntualizzazione da Lei scritta in calce alla foto.
    Grazie, Berlicche.
    Speriamo che i “potenti”, più o meno “piagnoni” (per citare l’altrettanto ottimo e prezioso “n”, che commentava il post “Insopprimibili verità”), la leggano — senza dimenticarsela quattro secondi dopo.

  6. Bè se proprio vogliamo anche se il ddl Cirinnà non passasse, stralciato o meno, considerando che la stepchild adoption è possibile per le coppie di conviventi eterosessuali non sposati, non dovrebbe essere impossibile ottenerla attraverso i ‘soliti giudici schierati’.

  7. Quente, come ampiamente detto qui e ovunque il capitolo della stepchild adoption della legge è solo uno specchietto per le allodole. Il DDL è congegnato in maniera tale che anche senza quella una o due sentenze e si sarà allo stesso punto. Per questo si doveva stoppare tutto il provvedimento (che, oggettivamente, è scritto malissimo e pieno di orrori legislativi), e quelli che hanno proposto correttivi o stralci sapendolo sono degli ipocriti.

  8. Sì ma quello che sto dicendo io è che anche senza l’INTERO ddl con ‘una o due sentenze’ si può arrivare allo stesso punto. La discriminazione (vera o presunta, non mi interessa discuterne adesso) c’è già*, nel momento in cui la stepchild adoption è permessa a coppie di conviventi eterosessuali non sposati. Quindi quelli che vogliono porre correttivi o stralci non sono ipocriti perché eliminando l’articolo sulla stepchild adoption mantengono esattamente gli stessi ostacoli che ci sono adesso.

    * cioè, immaginiamo il ricorso di una coppia: non è che diranno ‘avete fatto il ddl Cirinnà, ora dovete darci la stepchild adoption’ (che è un non sequitur) ma ‘se fossimo eterosessuali, anche se non sposati, anche in assenza di una legge sulle coppie di fatto, avremmo diritto alla s.a.’

  9. (P.S. non è che mi interessi particolarmente difendere la coerenza dei parlamentari dell’NCD, era pour parler)

  10. xQuente: in realtà no, perché non può essere stepchild se non c’è un rapporto coniugale, o simil-coniugale.
    stepchild=figliastro.

  11. Aspetta un attimo però. Chi si oppone al ddl Cirinnà spesso dice che i conviventi omosessuali sono già tutelati per molti versi.

    Ad esempio, al momento di nominare un amministratore di sostegno ‘nella scelta, il giudice tutelare preferisce, ove possibile, il coniuge che non sia separato legalmente, la persona stabilmente convivente, il padre, la madre ecc.’

    In questo caso non si discrimina tra convivente omosessuale o eterosessuale: si considera in entrambi i casi un rapporto ‘simil-coniugale’ (nell’articolo la figura del convivente è affiancata a quella del coniuge, ed inserita in una lista di parentele di primo grado).

    Se, come dici tu, i giudici sono schierati e non aspettano altro che demolire le istituzioni familiari a colpi di sentenza, non mi pare avrebbero difficoltà a dichiarare che limitare la stepchild adoption a coppie stabilmente conviventi eterosessuali (che al momento non hanno nessun riconoscimento legale di tipo simil-coniugale) è una forma di discriminazione. Anzi, potresti addirittura stupirti che non l’abbiano già fatto.

    Tra l’altro, anche con la legislazione attuale, non è impossibile arrivare a una stepchild adoption di fatto, con l’istituto dell’adozione speciale ‘http://www.ilpost.it/2016/02/11/la-stepchild-adoption-esiste-gia/’.

    Secondo me fate prima a dire che non volete nessuna legge sulle coppie omosessuali.

  12. Quente, mi hai letto qualche volta?
    No, non vogliamo nessuna legge sulle coppie omosessuali. “Fate prima a dire”…è la prima cosa che abbiamo detto.
    Si possono accettare concessioni ai diritti individuali, che ci sono già: http://www.lanuovabq.it/it/articoli-diritti-gay-sono-gia-garantiti-ecco-come-15229.htm
    Ma tutt’altra cosa è una equiparazione al matrimonio, o quando di mezzo ci sono i figli.
    Quello che ho già detto più volte e che non sembra tu abbia compreso è che il potere non vuole genericamente che un figlio possa convivere con il genitore omosessuale, ma il riconoscimento legale dell’indifferenza sessuale che passa dal fatto anche il convivente abbia “diritti” sul bambino. Che poi dietro a questo ci sia ancora altro, spero di averlo già chiaramente espresso.
    Magari nei prossimi giorni pubblico un contributo di persone che sono molto addentro il sistema delle adozioni, così da spiegare meglio com’è adesso e cosa cambierebbe.

  13. Sì Berlicche, io ti leggo. Ma il Family Day non era ‘Contro la legge sulle coppie omosessuali’. E le concessioni sui diritti individuali non possono non prendere in considerazione che in alcuni casi il destino di questi individui è già, extra lege o meglio pre lege, legato a dei bambini. E questa legge non equipara le unioni omosessuali al matrimonio, ma alle coppie di fatto eterosessuali, estendendo un istituto già aperto alle coppie di fatto eterosessuali a quelle omosessuali.

    Posso dirti un segreto? Non sto perdendo il sonno per il ddl Cirinnà. E’ una legge piuttosto conservatrice, probabilmente scritta malissimo, il cui beneficio sarebbe semplificare e uniformare l’accettazione legale delle famiglie omosessuali che già possono essere tutelate con qualche slalom legale. Se va in cavalleria se ne farà una migliore senza dover litigare con l’NCD che peraltro alla prossima legislatura non esisterà più (difatti non mi sembra molto cavalleresco prendersela con loro). Mi angoscia di più, per dire, la guerra in Siria o il fatto che siamo a due o tre prime pagine di Libero di distanza da un pogrom contro i profughi. Anzi, se il panico morale per gli uteri in affitto (che stava a zero quando era una pratica prettamente eterosessuale) distoglie per qualche mese da quello per l’immigrazione mi va solo che bene.

  14. Quente, forse mi leggi, ma non mi leggi così bene. Secondo te, perché c’è stato il Family Day? Perché dal palco si è detto, a più riprese, no a tutta la Cirinnà?
    “Il Family Day non era ‘Contro la legge sulle coppie omosessuali’”, tu affermi. In effetti, era per la famiglia e i bambini. Quindi, no alla Cirinnà. Posso sapere quel tuo sentire da dove l’hai preso?
    “questa legge non equipara le unioni omosessuali al matrimonio”
    E’ un’altra menzogna. Fa esattamente questo. Esplicitamente richiama gli stessi articoli di legge; è quello che è stato ammesso dai suoi sostenitori, a più riprese. Tra l’altro, la legge chiede che tutto dove c’è scritto coniugi si inserisca il riferimento a questa nuova forma. Dappertutto. Non è equiparazione, questa?
    Quindi, dato che le tue premesse sono false, che possiamo dire del resto? Che sia scritta malissimo è un fatto, che sia conservatrice una balla – in che maniera poteva essere meno conservatrice? Chiamando matrimonio quello gay, ipotesi che l’avrebbe resa direttamente incostituzionale? Andiamo.
    Se ne farà una migliore? Continui a credere nelle sorti inesorabilmente progressive. Il livello di menzogna che si è raggiunto francamente mi atterrisce. Se tu vuoi sperare in quello, come ti ho già detto, accomodati. Se per te il fine giustifica i mezzi, o il vero è un optional, allora continua pure a tifare. Mai un dubbio, eh?

    PS: http://www.intelligonews.it/articoli/11-febbraio-2016/36909/unioni-civili-giovanardi-appena-uscito-dalla-corte-costituzionale-c-e-un-conflitto-di-attribuzione

  15. NO Cirinnà senza SE e senza MA!

  16. Lo so che sono ripetitiva fino allo sbadiglio, ma una volta tanto che un dovere è facile (e quindi doppiamente gradevole) da espletare, non mi voglio far sfuggire l’occasione.

    Ragion per cui la DEVO ringraziare una volta di più di per i preziosissimi riferimenti giuridici e filosofico-morali che ha messo a disposizione di tutti, gentile Berlicche, inserendo i due ultimi link (a La Nuova Bussola Quotidiana e al documento della Conmgregazione per la Dottrina della Fede) nella sua penultima risposta a Cachorroquente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: