Telefona solo

Io col mio telefonino ci navigo anche. Infatti sono andato in battello sul lago di Como e ce l’avevo dietro.

Strano a dirsi: uno come me che non ha uno smartphone ultima generazione. Eppure è vero. Il mio apparecchio è di terza mano, ereditato da uno dei miei figli. Io sono più che disposto ad accettare un telefono che telefona solamente: loro no. Mia moglie con il cellulare ha un rapporto praticamente simbiotico: per guardare che tempo fa non guarda fuori, consulta al volo meteo.it. Stare vicino a lei è un tripudio di campane e campanelle da chiamate e avviso messaggi: è connessa con mezzo mondo, e l’altra metà ha il suo numero. Credo potrebbe sopravvivere se schiattassi, ma se perdesse il telefonino resterebbe secca. Ai miei ragazzi lo smartphone va staccato dalla mano con l’acetone.

Con la telefonia io invece ho sempre avuto un rapporto conflittuale. Quando ero più giovane ho fatto un anno consecutivo di notti in Croce Rossa ed ero sempre io a rispondere alle chiamate di emergenza, grazie ai miei neuroni a risveglio rapido (loro sono già sotto la doccia mentre io sto ancora a stropicciarmi gli occhi). La conseguenza è che anche adesso quando sento un telefono squillare (il vecchio squillo dei telefoni fissi, drin driiiin, per i più anziani; giovani, fatevelo spiegare) debbo reprimere un impulso a correre per alzare la cornetta. Ma il colpo di grazia psicologico me l’ha dato il lavoro che ho fatto per cinque anni, dove mi toccava praticamente 24/24 e 7/7 essere reperibile per guai che potevano accadere in mezza Italia. Una volta ho fatto tutto un viaggio da Torino a Prato guidando tenendo il cellulare incollato all’orecchio con la spalla. Lo posso dire, ora, è ormai caduto in prescrizione.  Non erano gli apparecchi di adesso, erano aggeggi spessi come mattoni ed altrettanto pesanti. Emettevano abbastanza campo magnetico da farmi le meches ai capelli e accendere le lampadine a mezzo metro di distanza. Ciò spiega come mai ho le spalle larghe, le ho allenate sollevando telefonini.
Quando ho cambiato impiego avevo sviluppato un’allergia insanabile al telefono portatile. Spesso lo dimenticavo scarico, o spento. Spesso lo dimenticavo, e basta.

Così, per me niente whattsap e feisbuk e giochini vari. Il mio apparecchio telefona solo. Se adesso mi vedete chino sullo schermo è perché sto tentando di battere un SMS, alla velocità di un carattere al minuto – Ciò spiega perché il mio SMS di risposta standard è “Ok” o “No”.

Anche se dovessi ereditare telefonini di una generazione successiva  – accadrà, prima o poi, quando qualcuno della famiglia vorrà un nuovo modello – prego di saper resistere alla tentazione. E di riuscire a rimanere felicemente irreperibile, scollegato, sconnesso, a guardare il mondo a testa alzata attraverso i miei occhi.

tumblr_mvsaukk0jr1t0tb9do1_1280.900x600

Advertisements

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 23 ottobre 2015 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 7 commenti.

  1. Berli sei forte.
    Trovo eloquente il quadro di Cezànne che sembra dire:
    – Se vuoi dire qualcosa… chiamami o manda un SMS!

    Allora per uscire dall’interazione virtuale bisogna fare come Berli e avere la forza di spegnere ogni tanto quel “coso” per “entrare” nella oggettività e, toccando con mano, fare di una partita a carte (non virtuale) un’opera d’arte!

  2. Bah, ultimamente il mio cell l’ho scordato spento per quasi 2 settimane. Ma non sono disumana e ingiusta: anche lui aveva scordato tranquillamente me.

    P.S.: grazie per il link ripristinato, nell’altro articolo. Pensavo di ritrovarmi sull’asteroide vagante di un Suo vecchio post, ma va bene lo stesso. (Comunque, digitando la frase su google, ero riuscita persino io a risalire ad autore e testo di appartenenza).

  3. Stupendo… come ti capisco!

  4. Io lavoro nel campo dell’informatica, e tra i miei colleghi (di studio e di lavoro) ce ne sono effettivamente di “nerd” che controllano gli smartphone anche a pranzo assieme evitando qualunque contatto umano… ne ho uno anche io per ragioni di lavoro ma il trucco è dominarli e non farsi dominare :)

  5. Scusa GiuliaM, ti riferisci agli smartphone o ai tuoi colleghi “nerd”? :)

  6. Ora che ci penso, a entrambi… :D

  7. Io ho ceduto alle lusinghe dello smartphone circa un mesetto fa, dopo che mi sono sentita chiedere per cinque volte nell’arco di una settimana “tu ci sei, su Whatsapp?”. Non c’ero, e in effetti ne abbiamo sentito tutti la mancanza, anche proprio per necessità di lavoro. La settimana dopo ho gettato la spugna, e ho comprato (anche un po’ scocciata) il mio smartphone.
    La settimana dopo ancora, avevo sviluppato un rapporto di dipendenza col mio smartphone, tipo che una sera era sul divano cercando di godermi il mio telefilm preferito, e continuavano ad arrivarmi notifiche, e io mi sentivo in dovere di leggerle, e a quel punto mi sentivo in dovere di rispondere, e in pratica mi stavo perdendo il mio telefilm per rispondere a delle notifiche idiote su Facebook, roba mai successa in vita mia.
    L’indomani ho scoperto che sugli smartphone c’è la funzione “non disturbare”, in cui puoi scegliere tu quali notifiche vuoi ricevere e quali vuoi tacitare.
    Da allora vivo con lo smartphone in perenne modalità “non disturbare”, avendo – credo – guadagnato il non invidiabile primato di aver speso soldi per comprare uno smartphone che ho di fatto trasformato in un telefono normale, solo che il mio costa di più e la batteria si scarica prima.
    :-DD

    (Però certe funzioni aggiuntive sono innegabilmente molto comode, se – appunto – le domini, invece di farti dominare ;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: