Il sapiente

C’è chi ha definito sapiente chi sa di non sapere. Come definire chi sceglie di non sapere?

tumblr_msv57vtRBQ1rkukq7o1_500

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 16 settembre 2015 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 12 commenti.

  1. Ma è ovvio: “il sordiente”!

  2. david il piccolo

    Semplicemente un furbo che vuol inciucciare chi lo ascolta, perché vedrai che chi dice di non sapere di non avere verità sarà sempre in prima linea ad insegnartele.

  3. sapiente deriverà da sapido… quindi direi insipidiente.

  4. @senm_webmrs
    vada per sciocco, privo di sapore, senza sale. “Ma se il sale perde il suo sapore, come si potrà ridarglielo?”

  5. “Come definire chi sceglie di non sapere?”

    lungimirante.
    …un vecchio caporeparto cui noi giovani reclamavamo quotidianamente di anticipare la firma di uscita di qualche minuto, ci rispondeva (e, en passant, ci intratteneva) così:

    “ma perché volete arrivare a casa dieci minuti prima? volete fare una sorpresa, o piuttosto riceverla?
    …io quando sono in anticipo mi faccio il giro del palazzo e un caffè al bar; poi citofono a casa con due o tre minuti di ritardo.
    in trent’anni di matrimonio mi sono sempre regolato così e mi sono sempre trovato bene.”

    (berli’ dimme la verità: ma se una strega – o un angelo, fa lo stesso – te offrisse l’ora esatta della tua morte tu DAVVERO la vorresti sapere…?)

  6. Ah, r&S, vedo che non sei lungimirante.

  7. Personalmente ho sempre pensato che conoscere il momento della propria morte sarebbe una grande grazia, oltre che ad essere coscienti mentre si muore.

  8. In effetti pure io (l’ho anche già scritto, credo) spero di andarmene pienamente cosciente e non all’improvviso. Ma bisogna credere che non sia tutta qui, questa vita.

  9. “Personalmente ho sempre pensato che conoscere il momento della propria morte sarebbe una grande grazia, oltre che ad essere coscienti mentre si muore.”

    C’è un fumetto in cui si crea una distopia del genere. A me farebbe paura. (anche se siamo un pochino OT)

    “Come definire chi sceglie di non sapere?”

    Mah, è un po’ come scegliere di non cambiare opinione.

  10. @Federico Fasullo

    anche a me farebbe paura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: