L’agitarsi del topo

Il sole è impietoso, fa veramente caldo, anche se siamo a milleseicento metri di altezza. Non manca molto alla cima, ma probabilmente è meglio mangiare qui, all’ombra degli ultimi alberi, piuttosto di salire ancora più in alto tra rododendri e mirtilli. Ecco, quelle rocce piatte sarebbero perfette…
…se non fosse per il cadavere del topo.

Un topolino di campagna, lungo pochi centimetri, sulla roccia, preda delle mosche…
No, aspetta, è ancora vivo, si muove. Saltella…

Ma non è lui. Sono gli insetti, dentro, che lo agitano, lo trascinano in una danza macabra.
E mi viene impietosa la domanda. Quanti altri cadaveri ci sono, che solo ciò che all’interno li divora sembra animare in una illusione di vita?

topolino

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 7 settembre 2015 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. …Salire così in alto e vedere ancora qualcosa che ci ricorda la mondanità?

    Pare di si. Questi si muovono, saltellano si contorciono… come avessero il verme solitario, un ballo di topi campagnoli (morti) come nelle discoteche.

    Ma è giusto far pagare il biglietto ai morti per far ballare i vermi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: