Il settimo giorno

Perché andare in vacanza costa tanta fatica? In queste ultime settimane ho raramente trovato momenti di riposo, se non a tarda ora – sottraendoli al sonno.
Può darsi che sia io ad essere patologico, a soffrire della sindrome di Santa Marta. Conosco persone che non si fanno nessun problema a lasciare le cose così come stanno, ad abbandonarle a mezzo, quel che sarà sarà.

Ieri sera mio figlio mi chiedeva, vedendomi ripartire per l’ennesima volta con la lingua di fuori per completare un compito, “Ma perché lo stai facendo?”
E la risposta è stata (urlando, sulla porta mentre schizzavo fuori di casa) “E’ un impegno che mi sono preso”.
Quando accetti di fare qualcosa ti prendi anche la responsabilità di portarla a termine, nel modo migliore. Non ho, in fondo, altro modo per cercare di imitare quel Padre che ha fatto tutto e bene. L’amore per le cose che esistono passa da questo.

In questo settimo giorno, dopo avere messo in moto tutta la realtà, anche Lui si è riposato. Ma non ci ha abbandonati.
Colui che fa tutte le cose è qui, presente.

Il blog è da oggi e per qualche settimana nell’abituale modalità estiva, cioè si aggiorna quando riesce e può. Ma non temete: sono presente (anche se un poco sconnesso).

selfie 1b

 

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 3 agosto 2015 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 6 commenti.

  1. Buona vacanza Berlicche.
    “Venite in disparte e rippsatevi un po”

  2. Buone vacanze anche da parte mia, mister.
    Una prima aggiunta benaugurante, in accordo col titolo del post, è questa: http://www.youtube.com/watch?v=ycy0a5eHgVs

    Una seconda aggiunta, un po’ più …discola e terrigna, in accordo don l’immagine in…coda al post, è quest’altra:

    Lo so, i link segnalati in questo commento sono ben due, ma il mese d’agosto è lungo e la Fortuna “velut luna/statu variabilis/ semper crescit /aut decrescit”; mentre “Dios no se muda”.

    Insomma, per concludere e lasciar parlare i Carmina Burana: hyrca, hyrce, nazaza, trillirivos et coetera.

  3. PEr qualche motivo il secondo link è stato sfilato via da qualche corrente contraria. Si trattava comunque di un’esecuzione dei carmina burana di Carl Orff, in particolare del pezzo celeberrimo “O Fortuna”, reperibile in molte e pregevoli versioni su you tube. Sereno ascolto!

  4. Cara marilumari, ho seguito il Suo consiglio ed ascoltato poco fa – su youtube – “O fortuna” dall’orchestra di Andrè Rieu (è un’esecuzione credo non impeccabile ma più che sufficiente per me e comunque la scenografia e la cornice di pubblico sono importanti ed appagano la vista). Grazie e buone vacanze a Lei, a tutti i lettori e, ovviamente, a Berlicche!

  5. Mi sembra ormAi chiaro che il settimo giorno e’ il sabato mentre il primo giorno e’ la domenica giorno in cui inizio’ la prima creazione con “sia la luce – e la luce fu” ma iniziò anche la seconda creazione ove un risorto disse “Maria !!” e si sentì rispondere “rabbuni’ !!”.

    Sto pensando al vangelo del prossimo PRIMO GIORNO alias DOMENICA che ci attende (23 agosto) e vorrei farvi osservare che la lingua più parlata al mondo e’ l’inglese tramite cui ci capirebbero ovunque e in certi paesi addirittura negozi stampa pubblicità etc usano più l’inglese che la lingua nazionale (europa vicina al polo nord) e anche un bambino conosce l’inglese

    Tuttavia restando alla madre lingua e basta la lingua più parlata e’ lo spagnolo e quindi il vangelo più stampato letto e diffuso al mondo e’ proprio quello nella lingua di Papa Francesco.

    Dico questo pensando al vangelo di domenica prossima ove viene pronunciata non la frase più solenne del Vangelo ma senza dubbio la più bella

    Autore di questa frase e’ un predecessore di Papa Francesco tale Pietro di professione pescatore

    Tirava una certa aria cattiva e Gesù chiede ai 12

    Volete andarvene anche voi ?

    La risposta di Pietro la sai benissimo. Ma SUPPONIAMO per assurdo che Pietro anziché quella splendida certezza che ha detto in risposta, avesse chiesto al Signore …. Che succede … se noi ce ne andiamo …..?!….

    Ecco, in tal caso sui vangeli in spagnolo di tutto il mondo vi troveremmo questa precisazione di Gesù (facilmente traducibile in italiano) e che ti faccio ascoltare in una espressione artistica della mia giovinezza

  6. Un particolare aggiunto ……

    Sono 3 anni che mancava questo Vangelo dalla liturgia e quindi 3 anni fa iniziò la mia amicizia con ALEUDIN (abbreviazione di Alè Udine) che scrive spesso su questo sito.

    Ricavo infatti dai miei appunti quanto allego con copia incolla. Un saluto al caro Aleudin e ciao a tutti

    …………

    «Signore, da chi andremo ? Tu solo hai parole di vita eterna !! ». Ho sempre pensato che se il vangelo fosse stata una semplice opera teatrale, a questo punto, dopo questa frase di Pietro, il pubblico si sarebbe alzato in piedi ed avrebbe applaudito. Ricordo ancora l’emozione che mi impressionò quando lessi per la prima volta questa frase !!!! Continuavo a ripeterla dentro me in continuazione per la sua straordinaria bellezza e verità !! Avevo 40 anni ed ero un tardivo della fede, e scoprivo cose nuove ogni giorno. Scoprii ad esempio che il vangelo era stato tradotto non solo in tutte le lingue, ma addirittura in quasi tutti i dialetti, tra cui il mio romanaccio, e cercando in qualche libreria avrei davvero potuto trovare una edizione del vangelo con le inflessioni di Alberto Sordi ed Enrico Montesano. Provai dentro di me ad immaginare questo versetto «A Signò ! Mortacci, ma n’do annamo ? Solo tu ciai parole de vita eterna» cui Pietro (poi primo vescovo della mia città ahahaha) avrebbe risposto anche a mio nome allora e spero per sempre. Ancora una volta, come a Cesarea, Pietro era andato oltre la carne e il sangue grazie allo Spirito, e questo è un dono per chiunque «resta», e anche per te e per me. E poi una volta mi ha scritto una persona dicendo di aver letto il mio commento precedente e ha scoperto anche lui il suo Vangelo in friulano, troppo bello! …….. ecco la traduzione del passo che hai proposto: Al rispuint Simon Pieri: «Signor, là di cui vîno di lâ? Tù tu âs peraulis di vite eterne; e nô o vin crodût e o vin capît che tu sês il sant di Diu». Continua dicendo ……scopro ora, grazie alla ispirazione data dal tuo commento questo bellissimo sito con tutti i Vangeli in friulano!! http://www.glesiefurlane.it/ subito tra i preferiti….. Ok grazie anche a te sconosciuto caro amico friulano !!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: