Non siamo una generazione muta

Non siamo una generazione muta. Non siamo un popolo sconfitto. Non stiamo in silenzio mentre altri decidono di noi. Potevamo sembrarlo. Pareva che ci si potesse dire qualsiasi cosa, fare qualsiasi cosa, e noi ce ne saremmo stati in silenzio.
Pareva che fossimo senza capi, e si sa che senza capo si può fare assai poco. E’ sempre l’intellettuale, il superiore, colui che ha capito tutto che decide le cose. Che decide per i muti. Ma non siamo muti.
Sembrava che qualcosa che non passasse ai tiggì non avesse diritto di esistere. Che non esistesse. Che non sia esistita. Un milione di persone, due giorni dopo, sono già sparite, sostituite nei programmi e nei giornali da venti poveretti in una piazza vuota. Ma quelle persone sapevano di esserci. Non puoi dire ad una persona che non c’è. Lei la sa la verità, e anche tu.
Sembrava che non potesse accadere, è invece è accaduto, come qualcosa che nessuno si aspettava. Molti hanno fatto finta di non accorgersene. Muti, come si sarebbero augurati fossimo noi.

Non siamo una generazione muta. Ci hanno educato a chiederci il perché, ed è stata una buona educazione. Non siamo muti. Ci siamo. Testimoniamo. Con rispetto, con forza. Perché non siamo muti, e siamo qui.

20-giugno-bis-e1434831322891

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 22 giugno 2015, in meditabondazioni con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 30 commenti.

  1. “è stata una buona educazione”. Il risultato sono stati i doni dello Spirito: Sapienza, Intelletto, Consiglio, Fortezza, Scienza, Pietà, Timore di Dio.
    Chi ci guida non sono i capi, è Il Capo (e noi siamo le membra).

  2. Muto e’ chi sta in qualche tomba senza risorgere. Io risorgerò e al pari di chi e’ già risorto senza essere muto (qualche centinaio di sue parole in 4 libriccini stanno a dimostrare che non era muto) e quindi i muti sono gli altri e non io. Io risorgerò e andrò in cerca di arpa e cetra poiché voglio anche cantare e non solo parlare. Anzi non aspetto neppure la mia mote poiché già sono risorto co Lui, con il più bello dei figli di Adamo. Shalom Israel, che belle sono le tue tende !!!! Le tende dei morti zombi odorano di putridume, mentre le tue sanno di cannella. I morti sono loro e fra poco saranno addirittura muti.
    Come i loro stupidi idoli.

  3. L’ha ribloggato su l'ovvio e l'evidentee ha commentato:
    Non puoi dire ad una persona che non c’è. Lei la sa la verità, e anche tu.

  4. Caspita se ci siamo!!! Nel conteggio delle presenze mancano quelli che non hanno potuto esserci fisicamente, ma lo erano spiritualmente. Quanti sono? Questo è il valore aggiunto che non cono sciamo, ma che presumibilmente (per il motivo suddetto) sono molti di più. Che riflettano i politicanti dissennati meritevoli solo loro di essere dimenticati nelle urne.

  5. “Nel conteggio delle presenze mancano quelli che non hanno potuto esserci fisicamente”

    Pensavo che dentro il milione invece ci fossero contati anche loro!
    (era difficile resistere a fare questa battuta)

  6. Più banalmente nel conto sono compresi i bambini. Perché per noi contano, per altri no.

  7. Sei serio? Secondo te la questura ha ignorato 600.000 bambini? Lo sai che le stime non sono fatte sul numero di partecipanti ma sullo spazio occupato?

  8. *sigh* la mia era una battuta. Personalmente non ho nessun problema se fossero stati “solo” 400.000, arrivati con un preavviso di due settimane di tasca loro da tutta Italia solo sulla base di un passaparola. Piazze meno piene si sono in passato bullate di numeri più alti, ma non hanno trovato chi gli dicesse “aho, guarda questi, non eran un milione, solo quattrocentomila”. Davanti alla Camusso non erano manco quattrocento…
    Non ho motivo di non credere alla Questura; mica sono come la Gendarmerie francese che, per analoghe manfestazioni, andavano pure a taroccare le foto per fare credere che fossero di meno.
    Se ti conforta, se ti si stringe il c…uore credi al numero che vuoi, se credi che una persona possa decidere di essere maschio o femmina non dovresti avere nessuna difficoltà a negare realtà meno eclatanti. Erano non più di cento in piazza, tristi omofobi senza speranza.

  9. L’ Italia – cristiana – s’è desta!

  10. Mi ha colpito particolarmente la lettera di Agapo. Anche solo quelle poche righe meritavano la presenza lì. Altro che omofobia. Paolo.

  11. BeatoAngelico72

    E’ partito un fuoco incrociato sui media, un misto di assordante silenzio calunnie, e pesanti denigrazioni.. deve aver disturbato più di qualcuno questa manifestazione, qualcuno ci aveva avvertiti che se fosse riuscita avremmo subito delle ritorsioni (vedi Repubblica e co)

  12. Illusioni su questo? Hanno deciso la strategia e la stanno mettendo in pratica, con il consueto disprezzo per la realtà.

  13. BeatoAngelico72

    Ho appena sentito il question time, la teoria dei gender NON esiste!! forse stavamo in piazza per una partita di calcio..mi devo esser sbagliato

  14. Anche io sono tra quelli che sostiene che la teoria gender non esista.
    Lo spiegano bene in questo articolo riassuntivo

    http://www.internazionale.it/opinione/chiara-lalli/2015/03/31/teoria-gender-diritti

  15. Grazie, Fasullo. Adesso diglielo anche a Scalfarotto.
    E’ incredibile come ci sia un sacco di gente che cerca di imporre una cosa che non esiste. Spero allora che anche tu, caro Fasullo, lotti assieme a noi per impedirlo.

  16. Fasullo, il tuo link è un po’ datato (31.3.2015), questo mio: http://www.iltimone.org/33284,News.html# fresco di giornata.

  17. Ehm, per voi la teoria gender è che esiste l’identità di genere? E’ tipo una constatazione, non so bene come si possa protestare contro le constatazioni.

  18. Fasullo, ti ho fornito miliardi di link in passato. Se ancora non hai capito, evita di parlare. Leggi, cerca di comprendere, impara, e ritorna.

  19. Berlicche. io leggo e contesto le tue imprecisioni. Il link che mi hai dato di Scalfarotto ne è un esempio del fatto che la teoria gender nn esista (o sicuramente non è quello che intendete voi).

  20. Fasullo, se la teoria gender non è quello che intendiamo noi (noi chi?) allora esiste. Deciditi, per favore. Io leggo e sorrido delle tue imprecisioni.

  21. Metti che tu dici che esiste un animale, il trogolo pigmeo. Per me il trogolo pigmeo non esiste. Poi scopro che con trogolo pigmeo intendevi semplicemente i gatti. Non è che il trogolo pigmeo non esista, nn è quello che intendevi te.

  22. Alle 15.53 di ieri, 24 giugno, hai detto che il trogolo pigmeo non esiste, e l’hai ribadito alle 15.28 di oggi, ma contemporaneamente hai scoperto che si trattava di un gatto e quindi esiste, sia per te che per me. Giusto?

  23. Non esiste ma è facile confonderlo con i gatti (che sono tutt’altra cosa).

  24. Qualcosa che non esiste è impossibile da confondere con qualunque cosa esistente, gatti compresi. Se è facile da confondere allora esiste.

  25. Certo, proprio come gli unicorni e i cavalli. Grazie Eppe.

  26. Federico, non capisco come tu possa trovare facile da confondere il DNA dell’unicorno e quello del cavallo. Io il DNA dell’unicorno non lo trovo proprio da nessuna parte. Comunque direi che sia il caso di fermarci qui. Grazie a te e buona giornata, Eppe

  27. Quando si tratta di rifiutare Gesù Cristo tutte le strade sono buone. Tieniti i tuoi scimmioni di Darwin e vivi felice con i manicaretti che satana ti prepara. Io mi tengo i miei pranzetti (reali e sapienziali) che mi prepara Chi mi ama. Quando invece il tuo boccone ti andrà di traverso, non fare il pirla e mettiti a urlare con quel poco fiato che ti resta “Gesù salvami”. Ti sentirai nobilitato e non ridicolo. I ridicoli saranno quelli che ti accuseranno di incongruenza o di viltà. Ma tu non te li cacare e salvati e prega che ti imitino quando verrà il loro turno di morire soffocati.

    Ciao e buone ferie fino al ritorno di Berlicche al suo PC santo.

  28. Provo a dare una chiave di lettura diversa.
    Il Family Day, che la si consideri o meno di successo, e’ stata soprattutto un segnale ai “Pastori”.
    Il messaggio: esiste in Italia una realta’ cattolica, certo di minoranza ma numericamente non insignificante, che non e’ piu’ disposta ad accettare un atteggiamento di appeasement (inaugurata dal papato di Francesco) nei confronti dei cosiddetti “valori non negoziabili”. Ci siamo e siamo disposti a farci sentire…

    Saluti
    Giovanni

  29. Condivido la considerazione. Speriamo che il messaggio arrivi ai destinatari e che, soprattutto, lo prendano in considerazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: