Le nuovissime lettere di Berlicche – LV – Fatti padrone

Caro Malacoda,
Nipote mio, apprezzo molto la tua domanda sul metodo migliore per convincere gli esseri umani ad offrirsi spontaneamente per la nostra tavola. Forse dopotutto le lettere che ti ho inviato nel tentativo di far di te un vero diavolo tentatore non sono state del tutto tempo sprecato, e cominci a ragionare come un demonio.

Vedi, Malacoda, il nostro Nemico ha creato gli uomini molto suscettibili. Se tenti di imporre loro la tua volontà questi si ribellano, e finiscono per fare il contrario di quello che vorresti. E’ un effetto di quel nocivo tratto che il Nemico ha instillato in quei vermi, ovvero la libertà. Il nostro compito è fare sì che quella libertà i nostri amministrati la usino in senso contrario a quello che il Nemico vorrebbe.

Ci puoi riuscire esaltando nei tuo protetti la dote dell’orgoglio.
Lo scopo è convincerli che tutto quello che fanno è farina del loro sacco; che sono loro ad avere pensato autonomamente quello che noi facciamo loro pensare.
Prima li lodiamo insaponandoli ben bene, convincendoli della loro assoluta indipendenza di giudizio, della loro intelligenza.
Dobbiamo evitare che i mille piccoli guai, gli inconvenienti, i disguidi della vita quotidiana, i loro fallimenti e le loro mancanze possano scalfire questa convinzione. Se fanno uno sbaglio, dobbiamo essere lesti a suggerire loro che la colpa è di qualcun altro; se non fosse possibile gettare la colpa su nessuno, allora saranno il caso o il destino o la sfortuna ad essere incolpati: mai e poi mai la decisione del tuo protetto.

Rompono qualcosa? Era messo male. Non capiscono? Lui non s’è spiegato. Dicono o scrivono qualcosa di sbagliato? Scherzavo.
Una volta convinti di essere infallibili in un mondo di dementi, basterà suggerire loro che i veri intelligenti, i veri scienziati, le vere persone moderne e alla moda la pensano in una certa maniera. Vedrai, come si accoderanno. Non essendo abituati a mettersi in discussione, crederanno a qualsiasi fanfaluca, difendendola poi come idea loro.

Non si fermeranno a riflettere come ciò che sostengono sia esattamente uguale a quello che noi facciamo dire ai potenti che ci compiacciono: resteranno dell’idea di esserci arrivati da soli, e si indigneranno se qualcuno osa suggerire che non sono indipendenti nel giudizio. L’orgoglio assoluto che tu avrai provveduto ad instillare in loro li renderà ciechi al fatto che sono non ribelli ma conformisti, non padroni ma schiavi

Per il Nemico è tutto al contrario. I suoi servi si compiacciono di essere tali, e proprio sapendo di poter sbagliare usano la loro libertà per sfuggire ai nostri suggerimenti e alla nostra forchetta. Solo se riconoscono nel Nemico il loro padrone gli uomini possono sfuggire al loro destino di essere schiavi nostri. Ma solo se si accorgono di essere schiavi nostri possono provare l’impulso di ribellarsi davvero. Quindi, caro Nipote, prudenza: non svegliarli dalla loro illusione di essere liberi.

Tuo affezionatissimo

zio Berlicche

Faceless-edit

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 24 ottobre 2014 su le lettere di berlicche. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 12 commenti.

  1. Mi piacerebbe sapere da Marcoz se si è riconosciuto nel ritratto degli uomini tratteggiato da Malacoda, così come mi riconosco io quando Malacoda parla si suscettibilità…

  2. Sì, Eppe, mi sono riconosciuto in diversi passaggi; ma il ritratto risale a più di trent’anni fa; quando, tra l’altro, avevo anche una sostanziale buona opinione dei preti.

    Buona settimana a tutti.

    P.S.: quando ho poco tempo, come in questo periodo, vengo qui e spulcio solo i commenti (a volte ce ne sono di gustosi) se il post supera una manciata di righe.
    Per colpa tua*, ho infranto l’impegno a non dilungarmi troppo su web.

    *ué, l’ho scritto apposta.

  3. A mio avviso quello venuto fuori in questi ultimi due commenti è la prova che Berlicche scrive dei testi molto generici in cui tutti si possono immedesimare. Per dire, a mio avviso molte persone religiose si dovrebbero rivedere in queste righe

    “Una volta convinti di essere infallibili in un mondo di dementi, basterà suggerire loro che i veri intelligenti, i veri scienziati, le vere persone moderne e alla moda la pensano in una certa maniera. Vedrai, come si accoderanno. Non essendo abituati a mettersi in discussione, crederanno a qualsiasi fanfaluca, difendendola poi come idea loro.”

    Questo solo per dire che è uno schema mentale comune che è trasversale alle differenti opinioni che hanno le persone.

  4. Berlicche che fa leva sull’effetto Forer è un’idea intrigante. Non ci avevo pensato.

  5. Cari cristianucci semplici e quindi amati da Dio, ci sono molti modi di dividere il mondo in due parti e poi organizzare una specie di partita con ogni mezzo dai calci agli stinchi al fuorigioco tattico AL DENIGRARE SISTEMATICAMENTE L’avversario. Si può dividere il mondo in scapoli e sposati, belli o brutti, maschi o femmine, forti o deboli, ricchi o poveri, nord e sud etc etc etc

    Ma una sola e’ la divisione seria e visibile e decisiva.

    Cristo e’ risorto / Cristo chi ????

    Altre divisioni sono scritte sulla sabbia

    Come e’ facile vedere questa divisione in casa berlicche !!!! Hanno calunniato me calunnieranno anche voi.

    Mi rammarico di essere pizzicato da un pensiero di Mussolini in questo contesto simile ad una zanzara

    Me ne frego

    Ma io sono io con i miei limiti e i miei peccati seppur iscritto nella metà vincente. Il mio capitano Gesù on sarebbe stato sarcastico verso loro ma si commuoveva …… anche dei calci ai stinchi e delle denigrazioni fisse costanti immancabili continuamente sputate

  6. Marcoz, io ti ho riconosciuto per come ti vedo oggi: si vede che in questi ultimi trent’anni non sei cambiato molto…
    Buona settimana anche a te!

  7. Suggerisco ti tenere in considerazione che le discussioni sul vuvuvù sono un medium imperfetto, che si aggiunge alla già approssimativa, consueta e comprensibile tendenza a catalogare il prossimo secondo schemi precostituiti.

  8. Accolgo volentieri il suggerimento, Marcoz, ma dato che anche un orologio rotto segna l’ora esatta per ben due volte al giorno, ritengo che qualche remota possibilità di non aver sbagliato mi rimanga.

  9. Questa strip mi ha fatto troppo venire in mente questo post :P perdonate lo spam.

    http://memebase.cheezburger.com/share/8360898816

  10. Federico, mi sapresti spiegare per cortesia come mai dopo aver letto il post ho pensato di riconoscere Marcoz e non te?

  11. Perché io sono chiaramente più simpatico e/o affascinante di Marcoz. Mi pareva ovvio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: