Il momento della prova

Uno rientra a casa, piallato dopo una giornata stressante, e trova altri problemi.
Sembra che tutto vada storto, che non ci sia più niente di vero; che tutto quello in cui abbiamo creduto e che ha guidato la nostra vita si disfaccia, sia stato solo una menzogna.

Ma quando ci parlavano del tempo della prova, del momento del dolore, della croce, che cosa ci aspettavamo? Un set da film hoolywoodiano con noi che cavalchiamo verso il tramonto?
Togliamocelo dalla testa. La prova è esattamente questa, l’infrangersi dei sogni nella realtà della vita normale. Se i sogni si infrangono è chiaro che erano fragili e mal costruiti.
Qualcuno è chiamato a dare la vita pubblicamente, qualcuno in maniera nascosta; alcuni a combattere a viso aperto la menzogna, altri a combatterla nei riti di ogni giorno, nelle difficoltà mattutine e nei disastri serali, nel leggere i giornali e guardare la tv e giudicarli.

Così se la moglie e i preti e i figli e gli amici e i genitori vi deludono, non c’è niente da temere e niente da meravigliarsi. Basta pensare a quante volte abbiamo deluso noi, e siamo stati perdonati. Basta ritrovare un punto dal quale ripartire. C’è sempre. E’ quella bellezza misteriosa, quella illogica allegria che non appartiene al nostro tempo e tuttavia trasforma il nostro tempo in un bene senza fine.

Ci fa ritrovare la Fede che siamo voluti bene, la Speranza che ogni cosa troverrà il suo posto, la Carità per perdonare i nostri fratelli, e noi.
E il maligno, che vuole dividerci dalla realtà per meglio divorarci, resterà ancora deluso.

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 16 ottobre 2014 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. Da parte mia grazie per la tua meditabondazione. Mi fa riconsiderare anche una “bella giornata di croci” come quella di oggi. Anzi la foto di Asia Bibi che vedo qui a fianco mi fa un po’ vergognare della mia piccola croce.
    Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: