I semprecritici

Quando ero piccolo, e la televisione era ancora in bianco e nero, c’era una serie di spot che si intitolavano “gli Incontentabili”. Un esigente compratore, impersonato da Adolfo Celi, e la sua famiglia, terrorizzavano i negozianti dimostrandosi scontenti qualsiasi cosa venisse loro proposta. C’era sempre un piccolo particolare che non andava, una quisquilia da contestare.

Ah, quanti ne conosciamo così. Persone che criticano sempre, pervase da un pessimismo cosmico sulla possibilità di trovare qualcosa che valga.
Gente in grado di demolire un capolavoro con una frase, il lavoro di una vita con una battuta cinica.

Certo, è dell’uomo non accontentarsi mai del tutto. Non stare mai tranquillo. Ma tra questo e pensare che ogni cosa sia negativa, ce ne corre. Il semprecritico rischia di essere incapace di apprezzare quanto c’è di bello e di grande nelle cose, tutto teso a cercare quanto invece non va. Messo di fronte alla perfezione troverebbe una battuta demolitrice anche per lei.

Le persone più grandi che abbia conosciuto, invece, sono in grado di valorizzare ogni cosa che incontrano. Di ogni uomo, di ogni situazione riescono a cogliere il positivo. Perché il positivo è il valore del reale, è ciò che c’è. E’ andare verso il bene. Senza dimenticarsi del male; ma mettendolo al suo posto.

E quanto ne abbiamo da imparare da questi grandi. Ad esempio, io ho scritto questo post partendo da un negativo, da un lamento. Sì, i semprecritici ci sono. Ma non vale la pena parlarne. Per non essere incontentabile.

Advertisements

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 14 luglio 2014 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Il Post è molto bello, ma lo è più ancora quello richiamato all’interno. Anch’io mi sono focalizzato sul puntino ma non per denunciarne l’esistenza quanto per chiedermi cosa significasse, perché fosse li, perché in quella posizione e non al centro, perché mi sembra (anch’io non vedo benissimo) romboidale e non circolare. Non mi sono chiesto, per la verità, perché fosse nero e non di altro colore e meno che meno ho associato al nero una connotazione negativa. Comunque l’invito a giudicare la realtà tenendo conto di ogni suo aspetto mi è servito. Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: