Una lunga storia

L’abbazia della Novalesa fu costruita nel 726 – se ne conserva l’atto. Sorge sulle Alpi, quasi al confine con la Francia, in un’ampia e verde valle circondata da alti monti, ricca d’acqua, e all’epoca assai selvaggia.

Nel corso dei quasi tredici secoli non è stata abitata di continuo. Ci sono state due interruzioni.

La prima nel 906, quando i saraceni la saccheggiarono e rasero al suolo. I monaci si salvarono fuggendo, e trasportarono la biblioteca di quasi settemila volumi a Torino.
Per più di cent’anni rimase abbandonata, poi i benedettini vi si reisediarono e ricostruirono ciò che era stato distrutto.

La seconda interruzione è molto più recente: nel 1855 il parlamento piemontese sciolse d’ufficio tutti gli ordini monastici, incamerandone i beni. Anche i frati furono mandati via, e lo stato svendette l’antico convento ad un imprenditore che cercò di farne uno stabilimento idroterapico.
Dopo molte altre vicissitudini, da qualche anno i monaci sono ritornati.

Perciò capite, quando sento parlare di califfato islamico mi vengono in mente quei jihadisti di mille anni fa, ben prima delle crociate, che bruciavano paesi e ammazzavano cristiani sulle nostre montagne.

Quando mi fanno discorsi su leggi sempre più oppressive per i cristiani, su persecuzioni giudiziarie, mi sovvengono gli anni in cui i sacerdoti e i vescovi erano imprigionati con futili pretesti, e pareva che la Chiesa non avesse scampo di fronte alla massoneria.

Gli uni e gli altri sono passati. Torneranno ancora? Può darsi. Magari Novalesa sarà bombardata e bruciata ancora, come le chiese di Mosul. O sarà chiusa d’ufficio da solerti funzionari, come in Cina. Ci sarà molto dolore, e sofferenza.

Ma i cristiani di una cosa sono certi: della Resurrezione.

 

 

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 7 luglio 2014 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 3 commenti.

  1. Commento raramaente berlicche, ma oggi condivido a pieno e aggiungo un mio pensiero-preoccupazione:

    in tutto questo mare di melma che cerca di travolgerci occore fare come Paolo ……ho combattutto la giusta battaglia, ho mantenuto la fede…..perché oggi un pericolo nascosto ma non troppo è proprio questo perdere la Speranza e se perdiamo questa come farà la Carità a salvarci.

  2. “.. ma le mie parole non passeranno”
    Ci sono eventi riportati dai giornali che fanno pensare a risultati tipo DIGNITA’ UMANA 0 – IDEOLOGIA 1. Come al solito c’è chi parla di partite truccate, chi se la prende con l’arbitro, chi vorrebbe fare l’allenatore al posto dell’allenatore, chi appende striscioni offensivi nei confronti della squadra o della tifoseria avversaria, a volte ci scappa anche il ferito o il morto. Ma c’è anche chi crede nella propria squadra e la sostiene con entusiasmo, con costanza, con fede, senza disperare, e non ha bisogno di lamentarsi, di aggredire, di denigrare. Alla fine del campionato manca un bel po’ (dura fino alla fine dei tempi) e noi sappiamo che la nostra squadra ce la farà, nonostante il risultato della partita di oggi. Forza!

  3. Ma i cristiani di una cosa sono certi: della Resurrezione.

    Sulla tua parola getterò la rete di giorno e dalla parte inusuale della barca, e sulla tua parola camminerò sulle acque. Sulla tua parola crederò alla resurrezione, cioè crederò che una macchina in panne possa ripartire con più facilità che creare una macchina dal nulla come, tra l’altro ho già visto fare miliardi di volte con quella singolare macchina di marca BAMBINO, sulla tua parola crederò che non moriremo quando già ho visto una cosa ancor più incredibile, cioè di un Dio che è morto per noi !!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: