Dalla cenere: io, sono

C’è qualcosa di peggio dell’ignorare il problema della nostra finitezza. Vi è un atteggiamento di più letale del ritrarsi di fronte ad essa. Esiste una presa di posizione più distruttiva del delegare ad altri, o a Dio, il compito di farvi fronte.
E’ il crederci infiniti.

Credere di sapere tutto. Di avere la soluzione per ogni cosa. Di essere il vaticanista che mancava, l’allenatore di cui la nazionale ha bisogno, il presidente del consiglio che ci vorrebbe. Se non riusciamo a far fronte a qualcosa è colpa delle circostanze, del capufficio o della mamma. Ma con eventi, superiori o genitori diversi allora sì, allora sì che non ci sarebbero problemi.
La nostra opinione è la sola corretta. Certo, ognuno possiede un briciolo di verità, però non ce ne sono molti come noi che abbiamo la torta tutta intera. Se qualche volta sembra che abbiamo torto è perché la verità non esiste, e in ogni caso eravamo male informati.

Sì, mi pare che l’abbiamo sentito quel termine. Peccato originale. Credere di essere come Dio. Ma è una favola antica, una leggenda, credenze che non trovano posto nella nostra sfolgorante modernità. Anche se il peccato esistesse, è una cosa che capita ad altri. A quelli che non sono come noi.

Questa è la quinta piaga. La più profonda, quella che sanguina di più, la più nuova e la più antica. Come un dolore del cuore, come un cuore squarciato dal quale esce del sangue che non si può fermare. Quel sangue è la nostra vita, il nostro essere uomini, e quando il sangue sarà esaurito non saremo che un guscio vuoto, pallido come cenere.
Sarà allora che riconosceremo, alla fine, di essere anche noi mortali.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 15 marzo 2013 su Dalla cenere. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 6 commenti.

  1. L’uomo nasce col germe della schizofrenia.L’antidoto a questo male si chiama: umiltà.

  2. Oddio è forse questa, l’umiltà, l’imponenza che più mi ha colpito nel gesto di Papa Benedetto. Lui stesso, sentito in radio a posteriori, aveva parlato del coraggio che nasce dall’umiltà.
    Singolare (?) l’umiltà enorme di Papa Francesco, in questo contesto.
    Non essere umili è stupido: io e ciascuno di noi sappiamo quanti problemi ci ha creato la mancanza di umiltà, fino a gettarci nelle situazioni più ridicole, fino a farci mettere in crisi forse il nostro lavoro, la nostra vita stessa.
    Odio la stupidità ma sono presuntuoso.
    Il buon Dio in questi ultimi tempi mi sta ripetutamente prendendo a schiaffi nel mio delirio di onnipotenza (si chiamava così, no?) e io, pervicace, persisto indefesso nella stupidità dell’orgoglio.
    Quanto male, a me stesso e agli altri, causerò ancora, prima di convertirmi?

  3. Giorgio,riconoscere i propri difetti è la condizione essenziale per superarli.

  4. Il concetto di infinito si addice all’uomo che crede, chi non ha fede pensa di essere tutto qui e adesso; è normale che si afanni a riempire di questo sè l’unica dimensione che ritiene di possedere.
    Personalmente non credo all’umiltà tout court, a quella ostentata ad ogni piè sospinto che nasconde unìarroganza di fondo più grande di quella palesata.
    Non credo nemmeno agli editti o ai miti ( nemmeno a quelli religiosi) e per quanto riguarda i Papi essi vanno visti all’opera e nel tempo. Ciò che amo è la pace, la voglia di pace, di comprensione fuori dagli assiomi. anche senza umiltà.

  5. Lucasette, tutti vogliamo la pace. Tutti vediamo però che su questa terra è solo utopia.Però se si invoca significa che inconsciamente sappiamo che esiste e la troveremo nella vita eterna, anche per chi dice di non credere nell’eternità.

  1. Pingback: Dalla cenere io sono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: